COUNTDOWN di Justin Dec

Il film di Justin Dec parte da uno spunto semplice ma efficace: cosa accadrebbe se un’app potesse dirti quanto tempo ti rimane prima di morire?

Un gruppo di ragazzi, per gioco, scarica sul cellulare una nuova applicazione che permette di prevedere esattamente la data della propria morte. A turno i ragazzi scoprono che l’app Countdown non lascia scampo ed è impossibile da disinstallare. Con il passare delle ore e la fine che si avvicina, ognuno di loro dovrà trovare un modo per salvarsi prima che scada il tempo.

L’idea originale c’è, il meccanismo a orologeria generatore di tensione anche, hai una protagonista affascinante e carismatica. Cosa manca? Più o meno tutto il resto.

La regia di Justin Dec, non uno sprovveduto ma anzi, uno che sembra sapersi muovere nel settore [laurea in cinema; Rolling, primo cortometraggio, vincitore al New York Television Festival che ha portato a Lazy Me, web serie da 7 milioni di visualizzazioni], è totalmente anonima, priva di guizzi o spunti, totalmente appiattita su dinamiche e sequenze standard che si possono trovare nella maggior parte degli horror contemporanei, oltre che in un diffuso, ridondante e fastidioso uso di jumpscare a ripetizione.

Il discorso può estendersi anche ai personaggi, che sembrano venire da un pacchetto pre-confezionato in cui trovare il kit per costruire il cast del tuo film horror: c’è la giovane ribelle e con voglia di indipendenza [la sorella], il macho con l’animo sensibile [Matt] e l’immancabile personaggio secondario nerd/sopra le righe/comic relief che deve ricoprire il ruolo di aiutante dei protagonisti [Padre John].

In questo vuoto precotto c’è anche spazio per inserire, in maniera abbastanza forzata e gratuita, un sottotema che ha a che fare con il MeToo, ma che sembra totalmente fuori luogo, superfluo, incollato a tutto il resto per fornire una sfumatura in più, un po’ come a scuola, quando non sapevi cosa scrivere nel tema e allungavi il brodo con cose che non c’entravano niente.

Ma non è tutto così terribile.

La protagonista, Quinn, interpretata da Elizabeth Lail [già vista in You, serie Netflix], funziona, è in grado di dare al personaggio grinta ma anche di mostrarne la debolezza; sicuramente la vedremo spesso nei prossimi anni.

Il Countdown che dà il nome all’app e al film, è anche il meccanismo che fa mantenere alta l’attenzione ed è efficace.

L’idea, come detto, è originale ma la sua funzione si ferma un po’ lì, visto che lo sviluppo non le rende giustizia.

È presentato come un mix di The Ring e Final Destination. Non esageriamo …

Egidio Matinata

COUNTDOWN

Regia: Justin Dec

Con: Elizabeth Lail, Jordan Calloway, Talitha Bateman, Peter Facinelli, Dillon Lane, Tichina Arnold, P.J. Byrne

Uscita in sala in Italia: giovedì 21 novembre 2019

Sceneggiatura: Justin Dec

Produzione: Boies/Schiller Film Group, Wrigley Pictures

Distribuzione: Eagle Pictures

Anno: 2019

Durata: 90’