CLIMAX di Gaspar Noé

climax-1Climax è una bomba!

Iniziamo questa review in maniera irrituale, poiché l’ultima fatica di Gaspar Noé, pretende un tale approccio. Bisogna schierarsi, prendere posizione. Dichiarare se si è pro o contro. Essere radicali, netti ed estremisti. Non c’è spazio per riflessioni pacate o analisi ponderate. Climax non concede spazio ai moderati. Vuole polarizzare e ci riesce alla grande. Vuole condurre chi osserva verso gli inferi – o verso il nirvana: punti di visti – senza pause, senza soste, senza stacchi di montaggio, perfino!

Il quarto film del regista di Irreversible racconta la storia di un gruppo di venti ballerini francesi che in una notte invernale si riuniscono in un remoto edificio isolato nel bel mezzo della foresta. Siamo a metà degli anni Novanta e la nottata di prove per i giovani in breve tempo si trasforma in un festino a base di sangria e LSD. Tra musica alta e divertimento, i giovani vengono pervasi da una strana e ipnotica follia, che crescerà di ora in ora. Sebbene alcuni si sentiranno in paradiso, altri si ritroveranno immersi nel loro inferno personale.

Climax è ossessione insistita e insistente. È l’idea incrollabile di cinema che il suo autore propone senza alcun ripensamento. È un horror psichedelico che colpisce con violenza. È un acido delirante che potrebbe non terminare e per questo spaventa a morte. È sgradevole, eppure elegantissimo. È minimale, eppure ricchissimo di eventi, coreografia e ambenti. Omaggia Suspiria, ma si allontana decisamente dalle atmosfere favolistiche del film di Argento. Mescola follia, orrore, violenza con grazia, armonia e desiderio. Il sesso è allo stesso tempo strumento di oppressione e veicolo di fuga. Il corpo è una gabbia capace di movimenti che avvicinano al divino.

E poi, la musica. Tantissima musica. Da Cerrone ai MARRS, passando per Chris Carter e i Daft Punk. Fino ai Aphex Twin e i Rolling Stones. Giusto per citarne alcuni.

Climax è il film più riuscito di Gaspar Noé in termini di efficacia, di visione cinematografica, di sperimentazione tecnica e di costruzione narrativa. Un’esperienza da vivere assolutamente in sala che, sfortunatamente, nel nostro Paese arriva con un anno di ritardo e per di più con un divieto incomprensibile ai minori di 18 anni.

Va bene così, continuiamo a farci del male. [cit.)]

Paolo Gaudio

CLIMAX

Regia: Gaspar Noé.

Con: Sofia Boutella, Romain Guillermic, Souheila Yacoub, Kiddy Smile, Claude-Emmanuelle Gajan-Maull, Giselle Palmer

Uscita in sala in Italia: giovedì 13 giugno 2019

Sceneggiatura: Gaspar Noé.

Produzione: Rectangle Productions, Wild Bunch.

Distribuzione: Mial Vision con Europictures.

Anno: 2018

Durata: 95’


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/comments/?ids=https://www.ingenerecinema.com/2019/06/19/climax-di-gaspar-noe/): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /web/htdocs/www.ingenerecinema.com/home/wp-content/plugins/facebook-like-and-comment/comments.php on line 17

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ingenerecinema.com/home/wp-content/plugins/facebook-like-and-comment/comments.php on line 19