Home / Recensioni / In sala / SCAPPA – GET OUT di Jordan Peele

SCAPPA – GET OUT di Jordan Peele

Un ragazzo di colore viene invitato dalla fidanzata, bianca, a passare qualche giorno a casa dei suoi genitori. Lui accetta, anche se con qualche riserva, visto che lei non ha mai specificato ai suoi di stare insieme ad un afroamericano. La giovane ci tiene a rassicurarlo e, in verità, anche lui pensa di essere andato inutilmente in paranoia, quando conosce i due. La sua prima impressione, però, inizia a mutare già durante la cena insieme: i comportamenti di mamma e papà sono ostentatamente antirazzisti e amichevoli, il fratello della fidanzata, invece, si dimostra stranamente astioso e violento… E poi per quale motivo tutti i camerieri della ricca famiglia sono di colore e si comportano in modo stano?

Si tratta solo del delirio di un giovanotto che ha difficoltà a rapportarsi con i suoi futuri suoceri o davvero qualcosa non va in quella famiglia apparentemente felice?

Non c’è che dire, l’opera prima scritta e diretta dal comico americano Jordan Peele, si candida ad essere una delle più interessanti sorprese del panorama di Genere arrivate quest’anno nelle sale italiane. Si tratta di un paranonia-thriller che mescola in maniera molto riuscita momenti di tensione, critica sociale, situazioni al limite del grottesco e ironia. In un’America post-Obama, infatti, l’odio razziale nei confronti della popolazione afroamericana non sembra essere sopito e, anzi, serpeggia assai pericoloso, degenerando nella storia di Peele in qualcosa di morboso e volutamente sopra le righe.

Peele sa manovrare le corde di un’ironia che non si fa scrupoli nel montare su grande schermo situazioni paradossali e politicamente molto scorrette. C’è un modo compiaciuto e grottesco di giocare con i personaggi [e con lo spettatore], catapultandolo in situazioni al limite tra la risata e un’ansia opprimente, che rimandano a film come L’inquilino del terzo piano. In Scappa – Get Out il razzismo è un ottimo pretesto per cavalcare le onde di una commedia di Genere che tocca interessanti picchi di horror, mistery e, perché no, anche leggermente fantascientifici, che rimandano [soprattutto questi ultimi] ai laboratori dei mad doctors della cinematografia anni ’60 e ’70.

Un gran calderone, un film assai ambizioso, soprattutto se analizzato come opera prima… ma un risultato molto buono sia a livello narrativo che tecnico. E un’ottima produzione per la scuderia Blumhouse che continua di tanto in tanto a tirar fuori, da un cilindro pieno di titoli non sempre riuscitissimi, delle gemme come Scappa – Get Out.

Luca Ruocco

SCAPPA – GET OUT

Regia: Jordan Peele

Con: Daniel Kaluuya, Allison Williams, Catherine Keener, Badley Whitford, Caleb Landry Jones, Betty Gabriel, Marcus Henderson, Stephen Root, Lil Rel Howery

Uscita in sala in Italia: giovedì 18 maggio 2017

Sceneggiatura: Jordan Peele

Produzione: Blumhouse Productions, QC Entertainment

Distribuzione: Universal Pictures

Anno: 2017

Durata: 103’

InGenere Cinema

x

Check Also

CURSE OF THE BLIND DEAD di Raffaele Picchio

Raffaele Picchio, regista di Morituris, nel 2020 torna alla regia a quattro ...