Home / Recensioni / In sala / RISEN – RISORTO di Kevin Reynolds

RISEN – RISORTO di Kevin Reynolds

Risorto locandinaIn occasione della Pasqua, esce il 17 marzo nelle sale italiane un film a tema: Risorto di Kevin Reynolds. Il tribuno Clavius [Joseph Fiennes] e Lucius [Tom Felton] stanno assistendo agli ultimi attimi di vita di Gesù [Cliff Curtis], che i giudei considerano il loro re, e di altri due uomini crocifissi come lui e posti ai suoi lati. La profezia secondo cui il figlio di Dio, il terzo giorno della sua morte sarebbe resuscitato, non sembra suscitare preoccupazione in Clavius, che, dopo la scomparsa del corpo di Gesù dal sepolcro, apre un’indagine sul caso pronto a dimostrare l’infondatezza, a suo parere, delle affermazioni degli apostoli che sostengono di aver visto il Messia, ordinando in anticipo a due soldati di vegliare il sepolcro per evitare che i seguaci di Cristo rubino il corpo per nasconderlo e far credere nella resurrezione. Clavius non sa che proprio l’incontro con gli apostoli lo porterà alla conversione.

Risorto, tratto dal romanzo Risen di Paul Aiello, è un film in costume, che si divide in due parti: una prima dedicata all’indagine portata avanti da Clavius, e una seconda che sposta completamente  il punto focale, passando dall’inchiesta… all’ora di religione.

Risorto 1Sì, perché ad un certo punto è la predicazione di Gesù e i miracoli eseguiti anche da risorto a prendere piede, impoverendo il tutto.

È tutto molto elementare, scontato e scolastico questo Risorto, eppure i presupposti iniziano iniziali facevano ben sperare. La regia non è deludente, e anzi, la scenografia e la fotografia sono davvero apprezzabili; ciò che impoverisce il film è proprio la sceneggiatura, povera e banale. I personaggi sembrano usciti direttamente da un libro del catechismo, e gli stessi apostoli sembrano continuamente invasi da ansie e momenti di incredibile estasi.

 

Clavius (Joseph Fiennes) with Jesus' disciples, witnesses a miracle in Columbia Pictures' RISEN.In Risorto è facile, per dirla concretamente, sciogliersi in sorrisi o risatine, poiché tutto è molto amplificato: da Gesù che appare più e più volte, rendendo i suoi apostoli esagitati, a Clavio che non punisce un apostolo apparentemente fuori di senno durante un interrogatorio, al lebbroso che, una volta guarito attraverso un miracolo, si gira di profilo verso Gesù e i discepoli, mentre riprende il suo cammino, con sguardo ammiccante e un viso tutto nuovo.

Se Risorto si fosse basato unicamente sull’inchiesta aperta per cercare il corpo del Redentore, senza lasciarsi andare in lezioni di catechismo, probabilmente non staremmo qui a parlar male del film. Dispiace che un titolo come questo, tecnicamente soddisfacente, possa deludere lo spettatore dopo un buon inizio. Lo stesso personaggio interpretato da un bravo Fiennes scade in qualunquismo.

Gilda Signoretti

RISEN – RISORTO

 1 Teschi

Regia: Kevin Reynolds

Con: Joseph Fiennes, Tom Felton, Cliff Curtis, Peter Firth, Leonor Watling, María Botto, Mark Killeen, Mish Boyko, Stephen Hagan, Antonio Gil
Sceneggiatura: 
Kevin Reynolds, Paul Aiello

Uscita in sala in Italia: giovedì 17 marzo 2016

Produzione: LD Entertainment, Big Wheel Entertainment, Affirm Films, TriStar Pictures

Distribuzione: Warner Bros. Pictures Italia

Anno: 2016

Durata: 108′

Gilda Signoretti

x

Check Also

ENCANTO di Jared Bush, Byron Howard e Charise Castro Smith

I Walt Disney Animation Studios festeggiano il traguardo del 60esimo lungometraggio animato ...