Home / Recensioni / Home Video / MERCENARIE di Christopher Douglas-Olen Ray

MERCENARIE di Christopher Douglas-Olen Ray

Mercenarie copertina dvdDa ex moglie di Sylvester Stallone a nemica delle mercenarie. Chi lo avrebbe mai detto che la sexy Brigitte Nielsen avrebbe preso parte ad un film che è la versione invertita e scopiazzata [molto male] de I mercenari – The Expendables [la stessa frase sul retro del DVD indica che il film è un action sulle orme di Mission: Impossible e de I Mercenari]?

Stiamo parlando di Mercenarie, di Christopher Douglas-Olen Ray, meglio conosciuto come Christopher Ray [suoi sono i mitici Mega Shark vs. Crocosaurus, 2010, oppure 2-Headed Shark Attack], distribuito in home video da Minerva Pictures, e prodotto dalla sempre più sfacciata Asylum [della quale vi abbiamo spesso parlato].

La crudele Ulrika [Brigitte Nielsen] è a capo di una organizzazione criminale che gestisce il mercato della prostituzione e che sta avanzando in modo rocambolesco verso la Casa Bianca, per prenderne il comando e fare, quindi, un colpo di stato. Per questo la banda controlla gli spostamenti della famiglia del presidente USA, e riesce a rapirne la figlia, mentre è in viaggio verso il Kazakistan. L’Intelligence americana per concludere felicemente la faccenda, arruola quattro donne con un fisico possente e molto determinate per l’impresa. Queste ultime, che stanno scontando il carcere, accettano l’ingrato compito in cambio della propria libertà.

Mercenarie foto 2Scritto da Edward DeRuiter, che ha firmato il soggetto di 2-Headed Shark Attack, la sceneggiatura di Mercenarie lascia molto a desiderare, perché, pur partendo da un incipit comune che non lascia spazio a troppa fantasia – la figlia del presidente degli USA che viene catturata e che bisogna liberare – riesce a presentarsi sciatta, con dialoghi molto approssimativi tanto da rasentare il ridicolo.

Non parliamo poi delle continue [tutte uguali] scene d’azione, dove le raffiche di pallottole, pugni e calci sono catturate al rallenty per sottolinearne l’energia, che, in realtà, non c’è.

Mercenarie foto 1

In Mercenarie manca del tutto il senso di naturalezza, e la mano del regista è praticamente assente: sembra infatti tutto troppo costruito e schematizzato, i personaggi sono tutti molto simili e senza personalità, e qualunque spettatore, anche il più paziente, finirà per annoiarsi ben presto, perché il film è un ripetersi di situazioni per nulla originali, che non diverte e non suscita nessun interesse.

Molto approssimativi i set, colpa di una scenografia troppo ridotta e per nulla credibile, come la stessa fortezza nella quale è prigioniera la figlia del presidente, più simile ad uno scantinato che ad un luogo controllato e popolato da schiave e criminali.

Mercenarie foto 3Le protagoniste di Mercenarie  [l’unica a distinguersi, tra le attrici del film, è Zoe Bell, nonostante anche il suo personaggio sia piatto] non hanno nulla a che vedere con le valorose protagoniste dell’elegante film francese Fatal agents, del quale vi abbiamo parlato qui,  ognuna con una particolare indole e impersonate da valide attrici. Il film sembra girato a mò di fiction televisiva: manca del tutto la sostanza, insomma.

Il trailer è l’unico contenuto extra del DVD.

Gilda Signoretti

MERCENARIE

Voto film: 

1 Teschi

Voto DVD: 

3 Teschi

Regia: Christopher Douglas-Olen Ray

Con: Brigitte Nielsen, Viviva A. Fox, Kristänna Loken, Zoe Bell, Cynthia Rothrock, Nicole Bilderback

Durata: 90′

Formato: 16:9  PAL

Audio: Italiano 2.0 Dual Mono

Distribuzione: Minerva Pictures

Extra: Trailer

Gilda Signoretti

x

Check Also

DEAD BRIDE: Giovedì 19 Maggio in anteprima a Pisa

Dead Bride, lungometraggio di genere horror/thriller, girato interamente in Toscana in lingua ...