Home / Recensioni / In sala / IL MONDO FINO IN FONDO di Alessandro Lunardelli

IL MONDO FINO IN FONDO di Alessandro Lunardelli

loc_il-mondo-fino-in-fondoDavide e suo fratello Loris vivono ad Agro, un paesino del nord Italia. Figli di un industriale della zona, i due lavorano nella fabbrica di famiglia. Davide ha diciotto anni ed è gay, Loris ha quasi trent’anni e non ha idea che suo fratello sia omosessuale, per lui l’unica cosa che conta è il calcio, o meglio, l’Inter. E proprio per seguire in trasferta la sua squadra del cuore che Loris chiede a Davide di andare con lui a Barcellona a vedere la partita. In Spagna, Davide conosce Andy, cileno ed ecologista convinto, di cui si invaghisce al primo sguardo; Andy invita Davide ad andare con lui a Santiago e il ragazzo non può fare a meno di seguirlo. Arrivato in Cile, Davide entra in contatto con un mondo a lui sconosciuto, fatto di lotte ecologiste e di attivisti a capo dei quali c’è Ana, l’ex ragazza di Andy: Davide decide di rimanere a Santiago e di iniziare una nuova vita lontano dal provincialismo di Agro, ma non tutto va come previsto.

Il mondo fino in fondo è il prodotto, ambizioso, di Alessandro Lunardelli, qui alle prese con il suo primo lungometraggio nel quale tratta argomenti importanti e delicati, dalla politica all’ecologia passando per il tema dell’omosessualità.

Tanti temi e tante le idee affastellate, nessuna però indagata a fondo ma solo in maniera superficiale, lasciando un senso di incompiuto.

ilmondofinoinfondo4Nel complesso però il film funziona, grazie soprattutto ad un elemento ricorrente, la diversità: a cominciare da quella che c’è tra i due fratelli protagonisti; da quelle create dallo spaziare dal registro comico a quello drammatico, e non ultime le diversità ambientali; tutti elementi che tengono alta l’attenzione dello spettatore. Diversità che si riscontrano anche nella narrazione. Non si tratta di un racconto univoco, ma di un intreccio di storie, di vite e di situazioni che andandosi a toccare creano una grande storia. E’ la storia di Davide [Filippo Scicchitano] che, alla prima occasione vera, scappa alla ricerca di sé stesso e della libertà, che trova solo nel momento in cui rivela al fratello di essere omosessuale. Scappa in Cile con Andy [Cesare Serra], ecologista giramondo del quale si innamora a prima vista.  Ma è anche la storia di Loris [Luca Marinelli] che, lascia la sua compagna in Italia, incinta, per correre alla ricerca di suo fratello. Ricerca che si intreccerà con la storia di Lucho [Alfredo Castro], tassista con alle spalle una storia misteriosa. Le vite e le storie di tutti loro si intrecceranno poi con quella di Ana [Manuela Martelli], ex ragazza di Andy e leader di un gruppo ecologista cileno.  Insieme partiranno per un viaggio avventuroso, in Patagonia, alla ricerca di Andy.

ilmondofinoinfondo3Ed è proprio il paesaggio desolato ed incontaminato della Patagonia che rappresenta lo sfondo perfetto nel quale far evolvere i protagonisti, uno sfondo che esalta il senso di fuga, quella non solo di Andy ma di tutti i protagonisti, tutti in un modo o nell’altro fuggono da qualcosa.

Anche la cornice temporale di tutta la storia è un arcobaleno di situazioni completamente diverse tra loro: l’Inter che si appresta a vincere la Champions League e conquistare il triplete, celebrando quella che possiamo definire la sua miglior stagione ma da tutt’altra parte, il mondo è preso da quello che accade a Copenhagen dove si discute sui cambiamenti climatici, mentre in Cile, Camila Vallejo, una giovane studentessa muove una generazione intera alla ribellione, finendo anche sulle copertine del Times.

ilmondofinoinfondo2Il film è costato ben 1 milione e 250 mila euro, 200 mila dei quali finanziati dallo Stato Italiano attraverso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed è stato girato in quasi otto settimane tra Italia, Spagna e Patagonia cilena. Numeri da grande film per quello che invece è un’opera prima. Il film sarà distribuito nelle sale dal 30 aprile.

“Se cambi la tua vita forse a qualcun altro verrà voglia di cambiare la sua.”

Filippo Pugliese

IL MONDO FINO IN FONDO

4 Teschi

Regia: Alessandro Lunardelli

Con: Filippo Scicchitano, Luca Marinelli, Barbora Bobulova, Camilla Filippi, Alfredo Castro, Cesare Serra

Uscita in sala in Italia: mecoledì 30 aprile 2014

Sceneggiatura: Alessandro Lunardelli, Vanessa Picciarelli

Produzione: Pupkin Production, RAI Cinema

Distribuzione: Microcinema Distribuzione

Anno: 2013

Durata: 95′

 

 

 

InGenere Cinema

x

Check Also

Andrea Guglielmino torna su SAMUEL STERN con IL QUINTO COMANDAMENTO

Andrea Guglielmino, critico, giornalista cinematografico, amico dell’Horror e di InGenereCinema.com, nonché scrittore ...