Home / Recensioni / Memorie dall'Invisibile / IL MISTERO DI DANTE di Louis Nero

IL MISTERO DI DANTE di Louis Nero

misterodidante0Dopo aver indagato sulla controversa figura di Rasputin nel lungometraggio omonimo, e prima di dedicarsi ad un nuovo lungometraggio incentrato sul tema della magia, il giovane regista indipendente Louis Nero decide di dedicare la sua attenzione alla figura di Dante Alighieri e alla sua opera più criptica e misterica: la Divina Commedia.

Il mistero di Dante è un docu-film dalla struttura variegata: Nero fa partire la sua ricerca come un mockumentary con una giovane attrice-intervistatrice che, insieme allo stesso regista, si reca all’appuntamento con alcuni ignoti esponenti di un’altrettanto sconosciuta organizzazione che acconsentono a rilasciare loro alcune dichiarazioni riguardo le ricerche che stanno portando avanti per il film, unicamente se a dettare le regole su tempistiche, modalità e luogo saranno loro.

Ecco che il regista e l’attrice si trovano dunque a seguire un uomo in una lunga e ripida discesa attraverso una sorta di città sotterranea, catacombale, in cui i due nuovi arrivati rischieranno più volte di cadere rovinosamente, schiacciati da improvvisi attacchi di panico, dovuti alla continua discesa e alla vista occlusa da pesanti panni di stoffa nera, che li porterà davanti a tre uomini immobili e poco riconoscibili, seduti dietro ad un grande tavolo.

misterodidante4Attraverso questa discesa pericolosa, ma in qualche modo iniziatica, Nero rappresenta, utilizzando la grammatica filmica più moderna e alla moda, attraverso la lettura del pensiero e del corpo letterario di Dante, l’addentrarsi nel più oscuro dei significati racchiuso all’interno delle sue righe, ma subito abbandona la fiction, per trasformare Il mistero di Dante in quello che sarà poi sino alla fine: una ricerca, personale ma condivisibile, proprio sulla Commedia e sulle sue possibili interpretazioni, un’opera di scavo per arrivare a dissotterrare [il più possibile] quello che potrebbe essere il suo significato più importante: quello iniziatico.

Louis Nero tenta, attraverso la raccolta di analisi più o meno attente, più o meno interessanti, di studiosi, conoscitori ed esoteristi, di mostrare le scie che importanti studiosi hanno tracciato attorno ad Alighieri, tentando di svelare il segreto che potrebbe nascondersi all’interno dei suoi scritti.

misterodidante3E il viaggio di Nero apre tante spunti, arrivando a proporre allo spettatore un Dante “profeta” esoterico, confratello di un gruppo iniziato, quello de “I Fedeli d’Amore”, i cui precetti potrebbero essere rintracciabili all’interno dei suoi scritti.

Nero mescola, alla serie frammentata di interviste, alcuni inserti animati che rielaborano in movimento, con l’utilizzo di alcuni perfomer, classiche illustrazioni in bianco e nero tratte da alcuni canti della Divina Commedia. A concludere il tutto la presenza di F. Murray Abraham, nel ruolo dell’Alighieri, impegnato in un monologo-confessione, dietro ad una scrivania, intento a stendere alcune pagine degli scritti presi in analisi.

misterodidante1Il discorso è in potenziale molto interessante, ma Il mistero di Dante non convince del tutto, lasciando allo spettatore un senso di poca completezza e di poco approfondimento, viaggiando contro al senso stesso che lo stesso autore avrebbe voluto dare al suo film.

Il proseguire frammentario di pezzo in pezzo, di dichiarazione in dichiarazione, non riesce a costruire un discorso forte e importante, forse anche a causa delle diversa caratura delle dichiarazioni dei vari intervistati, alcune davvero poco interessanti.

Su tutto rimane un senso di “inizio”, più che di “iniziazione”, come se Il mistero di Dante sia soltanto un modo di scaldarsi, prima di addentrarsi per davvero nella ricerca di qualcosa di realmente misterico. Da riportare alla luce.

Luca Ruocco

IL MISTERO DI DANTE

2 Teschi

Regia: Louis Nero

Con: F. Murray Abraham, Taylor Hackford, Franco Zefirelli, Valerio Massimo Manfredi, Roberto Giacobbo

Uscita in sala in Italia: venerdì 14 febbraio 2014

Produzione: L’Altrofilm

Distribuzione: L’Altrofilm

Anno: 2013

Durata: 100’

Trailer:

InGenere Cinema

x

Check Also

THE SLAUGHTER – LA MATTANZA di Dario Germani

Negli ultimi tempi ci è capitato di parlare più di una volta ...