Home / Recensioni / Home Video / ISOLE di Stefano Chiantini

ISOLE di Stefano Chiantini

Isole copertinaArriva in home video, distribuito da CG Home Video, Isole, il terzo lungometraggio [dopo L’amore non basta e Una piccola storia, 2008] di Stefano Chiantini, regista, tra l’altro, della seconda serie di Una mamma imperfetta 2.

Da molti identificato come una favola moderna, Isole è certamente un film intimista, che racconta l’incomunicabilità dei suoi personaggi principali.

Chiantini è molto bravo ad evidenziare la ritrosia che li contraddistingue, rappresentando il loro legame con natura e la loro introversione. Alla freddezza apparente degli animi dei protagonisti, si associa il calore delle isole Tremiti, affascinanti e malinconiche.

Martina [Asia Argento] è una giovane apicultrice alla quale la vita ha tolto gli affetti più cari.

Per reazione al dolore provato, ha smesso ogni tipo di comunicazione verbale con chiunque, anche con Enzo [Giorgio Colangeli], che si è preso cura di lei da quando è rimasta sola, e col quale ha instaurato un rapporto padre-figlia. Martina comunica a gesti, e appare a tutti come una ragazza timida e problematica.

Nell’isola c’è chi l’ha soprannominata “la pazza”, e nessuno prova un po’ di commiserazione per il suo stato di isolamento.Nel frattempo, Ivan [Ivan Franek], giovane immigrato privo di permesso di soggiorno [continuamente offeso dagli abitanti del posto, che lo considerano uno zingaro venuto in Italia solo per rubare], cerca disperatamente un lavoro.

Isole foto 1

Enzo, uscito dall’ospedale, e non più in grado di badare a sé stesso, si rivolge a Ivan, che si prenderà cura di lui nella sua casa; e proprio Ivan diventerà pian piano una figura molto importante nella vita di Martina, che si sentirà amata da quell’uomo che, a differenza degli altri, le rivolge la parola pur non ricevendo alcuna risposta. Peccato che Wanda [Anna Ferruzzo], sorella di Enzo, abbia dei forti preconcetti nei confronti di Ivan, e cercherà in tutti i modi di creare tensioni in casa, alterando così il già compromesso rapporto con suo fratello.

Isole è un film molto particolare sia per come viene gestito l’elemento favolistico, sia per la peculiarità con la quale Chiantini associa il tema della diversità con tutta una serie di fattori, come l’isolamento e diffidenza, descritti e rappresentanti in modo concreto dalle belle musiche di Piernicola Di Muro, nelle quali prevale l’alternanza del violoncello con le tonalità prettamente elettroniche. Da sottolineare anche la cura scenografica di Ludovica Ferrario, ridotta all’essenzialità e quanto mai esaustiva.

Isole foto 4Scritto da Chiantini con Giuliano Minati, su soggetto dello stesso regista con Massimo Gaudioso [È stato il figlio, di Daniele Ciprì, 2012, e Reality, 2012, di Matteo Garrone], Isole ha alcune imperfezioni, che si riscontrano principalmente nella creazione di situazioni narrative mancate, perché appena abbozzate, come il misterioso trauma di Martina, appena accennato, o la conflittualità tra Enzo e Wanda. La sceneggiatura appare troppo rigida, perché guarda con eccessivo distacco ai personaggi , fermandosi a contemplare troppo a lungo situazioni interne alla casa che rischiano di annoiare, come la silenziose cene di Ivan, Martina e Enzo, e le loro abitudini, mentre è evidente la forzatura a livello caratteriale di Enzo e Wanda, a volte troppo impetuosi e perciò forzati.

Ben scritto il personaggio interpretato da un bravo Franek, che ha già lavorato con il regista romano nei suoi precedenti suoi lungometraggi, e quello interpretato da Asia Argento, che qui, diciamolo pure, convince.

Nei contenuti extra il Trailer e Riflessioni sulla musica, con l’intervento di Di Muro e di Chiantini, che spiegano come hanno pensato e lavorato alle musiche.

Gilda Signoretti

ISOLE

Voto film:

 2.5 Teschi

Voto DVD:

3 Teschi

Regia: Stefano Chiantini

Con: Asia Argento, Giorgio Colangeli, Ivan Franek, Anna Ferruzzo

Durata: 89′

Audio: Italiano Dolby Digital 2.0

Formato: 16/9  2.35:1

Distribuzione: CG Home Video [www.cghv.it]

Extra: Trailer; Riflessioni sulla musica

 

Gilda Signoretti

x

Check Also

IL SENZACODA di Loredana Lipperini [illustrato da Stefano Tambellini]

Da casa Salani arriva in libreria una storia che saprà sicuramente conquistarvi: ...