Home / Recensioni / In sala / CAPTAIN PHILLIPS: ATTACCO IN MARE APERTO di Paul Greengrass

CAPTAIN PHILLIPS: ATTACCO IN MARE APERTO di Paul Greengrass

captainphill1Tratto da una storia vera, Captain Phillips: Attacco in mare aperto è un dramma in mezzo all’oceano che ricostruisce una tragica pagina avvenuta nel 2009, vissuto in prima persona dal comandante di un’imponente nave da carico.

Nella parte del protagonista troviamo la superstar Tom Hanks, alle prese con un ruolo visibilmente sentito, data l’importanza dell’argomento, e dietro la macchina da presa c’è un esperto del cine-dramma di tensione come Paul Greengrass, a cui si deve la vera riuscita della serie incentrata sull’agente smemorato Bourne, [suoi i due capitoli Supremacy e Ultimatum].

Quella che sembra essere una semplice operazione di lavoro, in verità, si dimostrerà una situazione altamente tragica; dal comando della sua nave, Richard Phillips ben presto si troverà nel mezzo di un incubo, a causa di un gruppo di pirati somali che lo assaliranno sull’imbarcazione.

Ma quando le cose sembrano volgere al termine, ecco cominciare il vero dramma: l’uomo viene preso in ostaggio e portato via dai criminali.

captainphill2Le successive ore saranno vissute dal protagonista sul filo della tensione, e con il pericolo costante di perdere la vita.

Sarà che magari ci si aspetterebbe qualcosa di più, dato che Greengrass è anche l’autore del bel film documento United ‘93 [sull’aereo schiantato l’11 settembre], ma Captain Phillips: Attacco in mare aperto non è proprio quel tipo di lungometraggio che riesce a coinvolgere a pieno.

Il materiale di partenza sarebbe potuto essere elaborato in un modo migliore dato che l’epilogo è abbastanza noto per chi è documentato in riguardo, e la cosa smorza facilmente la tensione; ma è anche vero che questo film di Greengrass non aveva molte speranze per essere sviluppato diversamente.

Lo svolgimento, però,  risulta asettico e privo di quel pathos, e non aiuta molto neanche l’interpretazione sentita di Hanks, che fa quel che può ma alla fine svilisce di fronte alla perdita di ritmo del racconto.

captainphill4Una perdita di ritmo che da un esperto del montaggio come Greengrass è difficile accettare, così come la caratterizzazione empatica nei confronti dei pirati, che di minuto in minuto peccano troppo di ingenuità, nonostante i fatti reali siano quelli descritti.

Sarebbe stato più accettabile assistere ad un documentario incentrato sulle gesta di Richard Phillips, perché sinceramente Captain Phillips: Attacco in alto mare non rende emotivamente giustizia a ciò che viene narrato.

Poteva essere di più, anche un capolavoro, ed invece è al di sotto della media accettabile.

Mirko Lomuscio

CAPTAIN PHILLIPS: ATTACCO IN MARE APERTO

2 Teschi

Regia: Paul Greengrass

Con: Tom Hanks, Barkhad Abdi, Brakhad Abdirahman, Faysal Ahmed, Catherine Keener

Uscita in sala in Italia: giovedì 31 ottobre 2013

Sceneggiatura: Billy Ray

Produzione: Dana Brunetti, Michael De Luca, Scott Rudin

Distribuzione: Warner Bros. Italia

Anno: 2013

Durata: 134’

InGenere Cinema

x

Check Also

GLI SPECIALI: Il trailer del film con i suoi supereroi italiani nell’era della pandemia

Rilasciato in anteprima il trailer ufficiale del film sui supereroi italiani Gli ...