Home / Recensioni / In sala / GIOVANI RIBELLI – KILL YOUR DARLINGS di John Krokidas

GIOVANI RIBELLI – KILL YOUR DARLINGS di John Krokidas

LocandinaGiovani ribelli – Kill your darlings è il primo lungometraggio di John Krokidas, che arriva nei cinema italiani giovedì 17 Ottobre.

Il film ripercorre la formazione universitaria, iniziata agli inizi degli anni ’40, di Allen Ginsberg all’interno della Columbia University, e la sua profonda amicizia con Lucien Carr e con altri colleghi, tra cui William S. Burroughs e Jack Kerouac.

Krokidas debutta dunque al cinema con un biopic movie che mira a descrivere le atmosfere di alcuni dei più significativi rappresentanti della Beat Generation, movimento culturale e letterario che nacque negli anni ’50, dopo la Seconda Guerra Mondiale, negli Stati Uniti, e che influenzò molto la società e le generazioni future. Proprio gli ambienti universitari, infatti, formarono e permisero ai protagonisti della Beat Generation di conoscersi e mostrare il loro estro e il loro anticonformismo, che si tradusse primariamente nel rifiuto delle regole e rigide teorie accademiche e nella dimostrazione del loro superamento, in funzione di una ondata di creatività e sperimentazione.

Primi anni ’40. Alla Columbia University giungono giovane matricole, tra cui Allen Ginsberg [Daniel Radcliffe], un ragazzo molto timido e riflessivo, con alle spalle una famiglia difficile. Ben presto Allen farà la conoscenza di suoi coetanei, in particolare di Lucien Carr [Dane DeHaan], Jack Kerouac [Jack Huston] e William S. Burroughs [Ben Foster], con i quali trascorrere ore a discutere di letteratura e a divertirsi nei locali.

FOTO 1La guerra e il clima di profonda depressione, anche economica, che il mondo vive, è avvertita con sgomento dai ragazzi, che sentono il bisogno di esprimersi attraverso un senso di sovversione delle regole e di emancipazione che sarà alla base della loro formazione. A farne le spese sarà per prima proprio l’università, alla quale gli studenti contestano la rigidità delle metriche poetiche, prive di ogni vitalità e ormai superate, e gli stessi libri, che saranno oggetto di un vero e proprio atto vandalico. La ribellione è in atto, ma è gestita molto istintivamente, così come le relazioni amorose o le attenzioni di Allen per Lucien, quest’ultimo ingabbiato in un rapporto burrascoso e per certi versi pericoloso con il professor David Kammerer [Michael C. Hall], dal quale non riesce a fuggire.

Krokidas, dopo Howl [il titolo del film riprende il nome di quello che sarà poi considerato il manifesto programmatico della Beat Generation, scritto da Allen Ginsberg], 2010, di Rob Epstein e Jeffrey Friedman, dedicato al percorso artistico di Ginsberg, sceglie dunque di analizzare la figura del poeta in relazione con quella dei suoi colleghi e poi amici d’università, che influenzò e dai quali venne a sua volta influenzato.

FOTO 2Krokidas dirige un film classico e moderno insieme. Classico perché ricalca i toni e le forme dei drammi canonici, con dialoghi drammatici e molto passionali, così come fedele alle scenografie anni ’50, curate da Stephen Carter, con ambienti fumosi e rumorosi, con, in sottofondo, tanta musica jazz, e moderno nel montaggio, a volte molto frenetico a volte regolare, nel quale si eccede nell’uso di ralenti, a volte giocosi, come nella scena ambientata nel pub, nel quale Lucien e Allen, gli unici a muoversi, si prendono gioco dei clienti, immobili.

É la componente drammatica a prendere piede, lentamente, nel film, in un crescendo di tensione accumulato dalle tristi storie personali dei protagonisti, sempre tormentati e complessati, fino a sfociare nell’assassinio, del quale vengono spiegati gli sviluppi e poi le conseguenze.

FOTO 4Giovani ribelli è un film ben costruito, che rischia spesso però  di cadere nel retorico per via delle continue elucubrazioni sulla libertà e sul valore dell’oscenità ribadite spesso dai protagonisti, analizzati genericamente  nella prima parte [dove viene messa in mostra la loro profonda crisi di identità], recuperando in una seconda parte certamente più attrattiva e coinvolgente.

Seppur presentato come “il nuovo” Attimo fuggente, Giovani ribelli – Kill your Darlings  in realtà non ha relazioni con la superba ed eccellente prova di Peter Weir, 1989.

Gilda Signoretti

GIOVANI RIBELLI – KILL YOUR DARLINGS

2.5 Teschi

Regia: John Krokidas

Con: Daniel Radcliffe, Dane DeHaan, Jack Huston, Ben Foster, Michael C. Hall

Uscita in sala in Italia: giovedì 17 ottobre 2013

Sceneggiatura: John Krokidas, Austin Bunn

Produzione: Benaroya Pictures, Killer Films

Distribuzione: Notorious Pictures

Anno: 2013

Durata: 143′

InGenere Cinema

x

Check Also

Visions of Suffering, Hyde’s Secret Nightmare e XXX Collection a novembre in Italia con TetroVideo

A partire da oggi, 23 novembre, sul sito ufficiale TetroVideo e sul sito ...