Home / Recensioni / Home Video / PADRONI DI CASA di Edoardo Gabbriellini

PADRONI DI CASA di Edoardo Gabbriellini

CopertinaAll’interno del panorama cinematografico italiano recente, si sono distinti, tra i giovani registi emergenti, Emiliano Corapi con il suo lodevole Sulla strada di casa, Leonardo Di Costanzo con L’intervallo, e senza alcun dubbio Edoardo Gabbriellini con Padroni di casa.

É Koch Media a distribuire il secondo lungometraggio di Gabbriellini in home video [dopo B. B. e il cormorano, 2003], in un’edizione molto curata che include, tra l’altro, una sezione extra molto interessante, comprensiva del Backstage, nel quale Gabbriellini e parte del cast intervengono in merito al film e al personaggio che hanno vestito; del video Interviste, che è una lunga e spontanea riflessione del regista sul film, sulla genesi del suo lavoro e sul senso che ha voluto imprimergli e sulle sue fasi di realizzazione; per finire col Trailer.

Padroni di casa è uno dei film più riusciti dello scorso 2012, un thriller originale, che Gabbriellini ha scritto con Francesco Cenni e Michele Pellegrini, sceneggiatori di Ti stimo fratello, 2012, e Valerio Mastandrea, con il quale il regista da tempo ragionava sul film, dopo aver filmato il soggetto con Pierpaolo Piciarelli.

Padroni di casa 1Padroni di casa è un film sulla paura dell’altro, ma soprattutto sulla diffidenza nei confronti del forestiero, considerato come un intruso, colui che interrompe la routine quotidiana. É questo il sentimento che provano gli abitanti di un paese di provincia toscano nel rapportarsi con Cosimo [Valerio Mastandrea] e Elia [Elio Germano], due fratelli romani di professione piastrellisti. I due sono giunti in paese in quanto chiamati a ristrutturare l’appartamento di Fausto Mieli [Gianni Morandi], un famoso cantante da tempo ritiratosi dalle scene; un tipo riservato ma estremamente gentile. L’uomo vive nella sua bella e isolata villa con Moira [Valeria Bruni Tedeschi] che, colpita da un ictus, ha perso l’uso delle gambe e della voce, e vive perennemente nel panico.

Fausto ha deciso di tornare a cantare, e si sta preparando ad un evento importante che lo vedrà protagonista, ma questa sua decisione non trova la condivisione di Moira.

Padroni di casa 2Tra i ragazzi del paese, Adriana [Francesca Rabbi] è l’unica che prova a interagire con i due simpatici piastrellisti, con i quali sogna di lasciare il paese, che le sta stretto,  a andare a vivere in città, ed è attratta in particolare da Elia.

Gabbriellini dirige un film completo soprattutto a livello scritturale, impreziosito da una fotografia, di Daria D’Antionio, ombrosa e luminosa insieme, in concomitanza con le differenze caratteriali dei personaggi, affabili e spigliati, Cosimo ed Elia, quest’ultimo più maturo del fratello maggiore, che è invece un ragazzo allegro e superficiale, e Fausto e Moira, apparentemente tranquilli, ma colpiti nel loro intimo da uno spirito di ribellione nei confronti dell’altro, generata da uno stato di solitudine che il posto in cui vivono ha contribuito ad amplificare. La tensione sale piano piano, fino a irrompere nel finale, spietato e selvaggio, come gli abitanti del paese.

Gilda Signoretti

PADRONI DI CASA

Voto film

3.5 Teschi

Voto DVD

3.5disc copy.

Regia: Edoardo Gabbriellini

Con: Valerio Mastandrea, Elio Germano, Gianni Morandi, Valeria Bruni Tedeschi

Durata: 85′

Formato: 2.35:1  16:9

Audio: Italiano 5.1 DTS, Italiano 5.1 Dolby Digital

Distribuzione: Koch Media [www.kochmedia.com]

Extra: Trailer; Backstage; Interviste

InGenere Cinema

x

Check Also

IL SENZACODA di Loredana Lipperini [illustrato da Stefano Tambellini]

Da casa Salani arriva in libreria una storia che saprà sicuramente conquistarvi: ...