Home / Recensioni / Home Video / Doppietta MOSAICO MEDIA Cult ‘70

Doppietta MOSAICO MEDIA Cult ‘70

con la bava alla bocca 1Tra i cult anni ’70 riscoperti e proposti per la prima volta in DVD da Mosaico Media ci sono due film diversi per Genere, ma entrambi assolutamente caratteristici. Il primo è Con la bava alla bocca, o Albino, altro nome con il quale è ricordato, del regista tedesco Jürgen Goslar, che ha diretto molti episodi della serie L’ispettore Derrick], del 1976. Tratto dal romanzo The Whispering death, 1969, di Daniel Carney, quando Con la bava alla bocca [titolo originale Der flüsternde tod] uscì, incontrò le ostilità della censura, che lo vietò ai minori di diciotto anni.

In Rhodesia, l’attuale Zimbabwe, una squadra di polizia inglese, coordinata dall’ispettore Bill [Christopher Lee] e dall’ufficiale di polizia Terick [James Faulkner] è sulle tracce di un uomo, l’Albino [Horst Frank], che ha plagiato molti abitanti del villaggio con le sue strane teorie, e che sostiene essere lo spirito di un capo africano che presto solleverà il popolo contro i coloni inglesi.

E proprio l’Albino è la causa dell’ormai persa sintonia tra i bianchi e i neri. L’uomo, però, non è un semplice predicatore, ma uno spietato criminale a capo di un’organizzazione terroristica che attraverso dei particolari riti, sacrifica alcune donne, peraltro vittime di violenza sessuale da parte dello stessoAlbino. Sally [Sybil Danning], figlia di un ricco proprietario di piantagioni [Trevor Howard], nonché compagna di Terick, sarà la prossima vittima del violentatore. Da questo momento, Terick perderà la ragione e giurerà vendetta.

con la bava alla bocca 2Con la bava alla bocca è un revenge movie davvero bello, molto violento, ma solo a tratti, e ben diretto. Il montaggio è serrato, e la sceneggiatura è asciutta e concreta. Di forte impatto la scena iniziale, che vede un uomo di colore scappare dalla propria capanna urlando di dolore, in seguito alla asportazione di parte della bocca, con il volto insanguinato. Lee non ha un ruolo principale, a differenza del personaggio di Terick, ma la sua presenza si sente. Buona l’interpretazione di tutto il cast.

Svestiamoci ora delle atmosfere seriose e paurose per affrontare invece una commedia sui generis: Che fortuna avere una cugina nel bronx [Quackser fortune has a cousin in the bronx], 1970, film irlandese di Waris Hussein, conosciuto più come regista tv.

cugina bronx1Che fortuna avere una cugina nel bronx! è una commedia stramba e divertente scritta da Gabriel Walsh , incentrata  sulla vita quanto mai assurda di un emblematico ragazzone dal cuore tenero, Aloisio Fortune, soprannominato Quackser [Gene Wilder], ingenuo e infantile, motivo per cui, a Dublino, dove vive, tutti lo prendono in giro.

La normalità non è il suo forte, e anche il suo lavoro è atipico. Ha evitato, nonostante le insistenze del padre, di lavorare in fonderia con lui, preferendo le sua mansioni di “raccoglitore” di sterco dei cavalli, da vendere come concime agli agricoltori.

È frequente, quindi, vederlo parlare con i cavalli, che prega di defecare in abbondanza, così da fargli guadagnare di più e, infatti, uno dei suoi motti è: “Senza la lira il baffo non tira”.

L’amore, a dispetto di quello che crede, arriva anche per lui, e infatti nella sua vita entra Zazel [Margot Kidder], una ragazza americana solare. I due, dopo essersi frequentati, trascorrono insieme una notte d’amore. Il mattino dopo, però, Zazel scompare. Quackser ne soffre, ma d’altronde avrebbe già dovuto dubitare di lei quando gli diede buca a teatro, rimediando poi portandolo ad una serata di gala.

Quackser non si lascia sopraffare dalla tristezza, e sta anzi studiando una nuova invenzione, ovvero costruire un sommergibile con il fine di raccogliere le feci delle paperelle. Si ringalluzzisce poi quando viene a sapere dai suoi che sua cugina Betsy, in punto di morte, lo ha designato come sue erede.

cugina bronx2Che fortuna avere una cugina nel bronx!  è una commedia divertente, leggera e per certi versi geniale. Eccellente la prestazione di Gene Wilder [qui doppiato dalla particolare voce del compianto Oreste Lionello], che nel 1974, con diventerà celebre in tutto il mondo con Frankenstein junior, reduce comunque da una certa popolarità che gli veniva da Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato, 1971, e che ha vestito i panni di regista in un paio di film, in particolare ricordiamo la famosa commedia The woman in red, 1984.

Entrambi i DVD non presentano extra. Va segnalato che, in Che fortuna avere una cugina nel bronx!  si avvertono per pochi secondi sbalzi di volume, leggermente disturbato.

Gilda Signoretti

CON LA BAVA ALLA BOCCA

Voto film

3 Teschi

Voto DVD

2disc copy

Regia: Jürgen Goslar

Con: James Faulkner, Horst Frank, Sybil Danning, Christopher Lee

Durata: 82’

Audio: Italiano – Inglese

Formato: 4:3  1.33:1

Distribuzione: Mosaico Media [www.mosaicomedia.it]

Extra: /

CHE FORTUNA AVERE UNA CUGINA NEL BRONX!

Voto film

3 Teschi

Voto DVD

1disc copy

Regia: Waris Hussein

Con: Gene Wilder, Margot Kidder, Eileen Colgan, May Ollis, Seamus Forde, David Kelly

Durata: 82’

Audio: Italiano Dual-Mono Dolby Digital

Formato: 16:9  1.85:1

Distribuzione: Mosaico Media [www.mosaicomedia.it]

Extra: /

 

 

InGenere Cinema

x

Check Also

HAROLD RAMIS – MIO PADRE L’ACCHIAPPAFANTASMI di Violet Ramis Stiel

Amici di InGenereCinema.com, se anche voi amate quanto il sottoscritto il dottor ...