Home / Recensioni / Animazione / KIKI CONSEGNE A DOMICILIO di Hayao Miyazaki

KIKI CONSEGNE A DOMICILIO di Hayao Miyazaki

kiki1Eravamo certi che anche stavolta il genio dell’animazione giapponese, per eccellenza, Hayao Miyazaki, con l’uscita al cinema nelle sale italiane di Kiki consegne a domicilio, non ci avrebbe deluso, e così è stato.

Vi avevamo parlato qui di Miyazaki pochi giorni fa, in un articolo che anticipava l’arrivo di Kiki consegne a domicilio sul grande schermo. È infatti da oggi, mercoledì 24 aprile, distribuito come sempre da Lucky Red, che, dopo ventiquattro anni di attesa, Kiki consegne a domicilio arriva in Italia con grande entusiasmo di tutti, non solo degli estimatori del regista.

Anche il Nuovo Cinema Aquila inserisce, all’interno della propria programmazione, Kiki consegne a domicilio, e negli orari che troverete cliccando su questo link.

Kiki consegne a domicilio è un adattamento del romanzo Majo no Takkũbin, 1985, di Eiko Kadon,  edito da Fukuinkan Shoten.

Kiki [Minami Takayama per il doppiaggio originale, Eva Padoan, che doppia anche il personaggio di Ursula, per il doppiaggio italiano], una bambina di 13 anni, si prepara con entusiasmo a svolgere il suo primo anno di apprendistato da streghetta con altre sue coetanee, ognuna in una città diversa.

kiki2Kiki, salutata la famiglia, parte per raggiungere Koriko, una città che affaccia sul mare. Con Kiki c’è Jiji [Rei Sakuma per il doppiaggio originale, Ilaria Stagni per il doppiaggio italiano], un simpatico gattino nero parlante che le farà compagnia. Una volta atterrata con la scopa volante, che prima apparteneva a sua madre, Kiki cerca un impiego, ma è minorenne, e per giunta non c’è nessuno che possa darle una mano… o almeno questo è quello che crede, fino a quando non conosce la signora Osono [Keiko Toda per il doppiaggio originale, Giò Giò Rapattoni per il doppiaggio italiano], una fornaia, che la assume come aiutante nella sua panetteria.

Non è finita: al suo lavoro Kiki associa quello di “postina del cielo” a domicilio, a bordo della sua scopa, per arrotondare, e, ancora, avrà modo di conoscere Tombo [Kappei Yamuguchi per il doppiaggio originale, Manuel Meni per il doppiaggio italiano], un ragazzino invadente che Kiki credeva essere un buono a nulla.

kiki4È incredibile quanta potenza visiva venga fuori dai film di Miyazaki, e non solo a livello grafico, se consideriamo la vividezza dei colori e la bellezza scenografica. Miyazaki è intramontabile, anche dopo tanti anni dall’effettiva realizzazione delle sue fatiche filmiche come regista e disegnatore. È confermata la sua partecipazione al Festival di Cannes [15-36 maggio], dove presenterà il nuovo Kaze Tachinu.

Come in altri suoi superbi lavori, come La città incantata o Laputa – Castello nel cielo, torna qui l’idea del volo, inteso come viaggio iniziatico, nuovo, ma soprattutto libero, e panoramicamente preziosissimo.

In Kiki consegne a domicilio c’è un’aria sognante che fa tornare anche i più adulti all’infanzia, e a ciò si unisce una freschezza scrittoria che non cerca soluzioni facili. Non aspettatevi, da questo film, magie, effetti speciali, lotte tra streghe, perché Kiki consegne a domicilio segue sì una storia fantastica e d’avventura, ma dai toni sommessi, pacati. kiki5C’è poi una morale di sottofondo non trascurabile, e al quale la stessa Kiki, bambina prudente e generosa, non sfugge: senza la forza di volontà e il coraggio non supereremmo mai le nostre debolezze, e, pur se a volte ci sentiamo demoralizzati e privi di entusiasmo, avremmo presto il modo per rimboccarci le maniche e ritrovare la nostra identità. Anche Kiki, che si sacrifica tanto al lavoro per rendersi indipendente, sprofonderà per qualche giorno in una fase critica, fatta di incertezza e scarsa fiducia nelle sue capacità, ma la sua autostima emergerà presto.

Per indurvi a non sfuggire la visione di Kiki consegne a domicilio, vi segnaliamo due clip del film in coda al pezzo.

Gilda Signoretti

KIKI CONSEGNE A DOMICILIO

4 Teschi

Regia: Hayao Miyazaki

Con: Eva Padoan, Ilaria Stagni, Giò Giò Rapattoni, Manuel Meni

Uscita in sala in Italia: mercoledì 24 aprile 2013

Sceneggiatura: Hayao Miyazaki

Produzione: Studio Ghibli, Tokuma Shoten Transport e Nippon Television Network

Distribuzione: Lucky Red

Anno: 1989

Durata: 103’

Clip – KIKI ARRIVA IN CITTÀ:

Clip – IMPARARE A VOLARE:

InGenere Cinema

x

Check Also

ELVIS di Baz Luhrmann

Dopo l’uscita a giugno 2022, tanto pubblicizzata ma poco vittoriosa in termini ...