Home / Recensioni / Animazione / RALPH SPACCATUTTO di Rich Moore

RALPH SPACCATUTTO di Rich Moore

Pixar e Disney tornano alla ribalta con un prodotto che definire nostalgico sarebbe poco e, se siete amanti dei videogames, se fate parte di coloro i quali amavano passare intere ore dentro una sala giochi, allora per voi Ralph Spaccatutto sarà un delizioso omaggio al vostro passatempo preferito!

Come tradisce il titolo, il protagonista è della storia è Ralph, il villain di un gioco che ad un certo punto della sua vita subisce un cambiamento. La mutazione deriva dall’aver maturato l’idea di non voler essere più il cattivo, ma di voler essere riconosciuto anche per meriti positivi.

Fuggito dal suo gioco, Ralph va alla ricerca di quello che tanto desidera da tempo, sconfinando negli altri games ed invadendo zone proibite alle leggi del mondo in cui vive. Causerà guai, ma nuove conoscenze ed esiti sorprendenti sono alle sue porte.

Come già detto, stavolta la factory di John Lasseter [Toy story – Il mondo dei giocattoli] punta al fattore nostalgia, e lo fa creando un intero lungometraggio sui personaggi dei videogame, compagni di gioco di molti trentenni d’oggi che, con molta probabilità, apprezzeranno questo Ralph Spaccatutto.

E diciamo che questo fattore rappresenta anche il limite massimo del film, dato che viene da chiedersi quale bambino potrà mai capire i vari riferimenti di cui è cosparsa l’opera; per la mezz’ora iniziale, infatti, assistiamo alla sagra del nerd, dove il regista Rich Moore [arriva dalle serie de I Simpson e Futurama] si diverte a far interagire il suo protagonista con personaggi noti nel mondo dei games, come i cattivi di Super Mario Bros., Sonic, Street fighter e Pac Man, tutte icone anni ’80 e ‘90 che molti adolescenti di allora riconosceranno con la lacrimuccia all’occhio. Inoltre, il regista gioca con l’utilizzo di un’animazione ammiccante e scattosa, usata giusto per ricreare l’universo a 8 bit per far rivivere i compagni di “lavoro” di Ralph, cosa che risalta ancor più il lato malinconico dell’operazione.

Proseguendo, il film si libera dal fattore nostalgia e segue una storia tutta sua, calibrata e ben strutturata, piena di soprese e risvolti arguti, che fa risaltare all’occhio dello spettatore tutta la bravura del team creativo della Pixar, soprattutto per il lavoro fatto in fase di sceneggiatura, firmata da Phil Johnston e Jennifer Lee, su soggetto di Johnston stesso con il regista Moore e Jim Reardon [Wall-E, I Simpson].

E tale cosa fa sì che anche un pubblico di più piccoli possa apprezzare Ralph Spaccatutto, anche senza aver vissuto l’epoca d’oro dei vidoegames da sala giochi.

Nulla da dire, Ralph Spaccatutto è un altro bel colpo segnato dalla Pixar Animation

Mirko Lomuscio

Regia: Rich Moore
Con: John C. Reilly,Jack McBrayer, Jane Lynch, Sarah Siverman
Uscita in sala in Italia: giovedì 20 dicembre 2012
Sceneggiatura: Phil Johnston, Jennifer Lee
Produzione: Clark Spencer
Distribuzione: Walt Disney
Anno: 2012
Durata: 95’

InGenere Cinema

x

Check Also

Visions of Suffering, Hyde’s Secret Nightmare e XXX Collection a novembre in Italia con TetroVideo

A partire da oggi, 23 novembre, sul sito ufficiale TetroVideo e sul sito ...