Home / Recensioni / In sala / UNA DONNA X LA VITA di Maurizio Casagrande

UNA DONNA X LA VITA di Maurizio Casagrande

donnavita3Dopo anni di esperienza recitativa, al servizio del teatro e di svariati film cinematografici, Maurizio Casagrande compie il passo che bene o male la gran parte dei comici italiani ha fatto, ovvero quello di esordire dietro la macchina da presa in veste di regista.

Film scelto per questo evento è la commedia [e cos’altro sennò?] Una donna x la vita, storia di ossessioni d’amore e voglia di ricominciare.

Anche protagonista dell’opera, Casagrande interpreta il ruolo di Maurizio, concierge d’albergo, legato alla poco di buono Marina [Sabrina Impacciatore], una vera catastrofe di donna che condurrà il compagno sull’orlo della pazzia, il tutto a suon di guai e sbadataggine al limite del sopportabile.

La goccia che farà traboccare il vaso sarà un incidente stradale, da cui i due usciranno quasi incolumi e che darà modo a Maurizio di prendere una decisione definitiva: lasciare Marina.

La donna, disperata, non si arrenderà facilmente e inizierà ad assillare l’uomo, pur di riuscire a riconquistarlo. Ma lui, ormai, ha il cuore rivolto verso un’altra, la chiropratica Nadine [Margareth Madè], e difficilmente ritornerà sui passi di una volta. La perseveranza di Marina, però, non va sottovalutata.

donnavita2Particolare film questo Una donna x la vita, perché nonostante sia una commedia effettiva tipica dell’Italia di oggi [dal taglio cabarettistico insomma], ha dentro un qualcosa che cerca di distaccarsi dal solito prodotto nostrano, cercando di trovare guizzi registici e qualche idea insolita in una serie di citazioni internazionali [Blade runner, Pulp fiction, Inferno, Allucinazione perversa].

Solo che Casagrande come regista non sembra ancora avere una mano sicura, alternando esilaranti gag a momenti davvero stucchevoli, come quelli romantici tra lui e la Madè, e mostrando una certa debolezza narrativa nell’intero svolgimento.

Sta giusto allo spiazzante finale rimettere le cose a posto, cercando di dare ad Una donna x la vita quel pizzico di originalità che magari meritava, ma che in verità non riesce nell’ardua impresa di salvare l’intero operato.

donnavita1Il film a conti fatti è una rimpatriata di vecchi amici del protagonista, chiamati in causa a popolare l’ora e quarantasette di durata, tentando di tenere alta l’attenzione dello spettatore di bocca buona. Quindi all’appello ci sono Neri Marcorè, Biagio Izzo, Giobbe Covatta, Maurizio Mattioli, Stefano SarcinelliAlena Seredova, Pino Insegno, Simona Marchini e Vincenzo Salemme, una lista di nomi noti in cui a parte Marcorè, che interpreta il ruolo di amico di vecchia data del protagonista, gli altri appaiono solo per una manciata di minuti, in cerca della battuta cult.

Ma non ci si accontenta di così poco e da Una donna x la vita ci si poteva aspettare di più, visto anche l’ambizioso epilogo narrativo.

Mirko Lomuscio

Regia: Maurizio Casagrande
Con: Maurizio Casagrande, Neri Marcorè, Sabrina Impacciatore, Margareth Madè
Uscita in sala in Italia: 21 settembre 2012
Sceneggiatura: Maurizio Casagrande, Andrea Dal Monte
Produzione: Eduardo senior & Alessandro Tartaglia
Distribuzione: Medusa Film
Anno: 2012

InGenere Cinema

x

Check Also

Visions of Suffering, Hyde’s Secret Nightmare e XXX Collection a novembre in Italia con TetroVideo

A partire da oggi, 23 novembre, sul sito ufficiale TetroVideo e sul sito ...