Home / Recensioni / In sala / 21 JUMP STREET di Phil Lord e Christopher Miller

21 JUMP STREET di Phil Lord e Christopher Miller

21jump1La serie tv anni ’80 21 Jump Street era un appuntamento fisso per i teenager dell’epoca, un telefilm poliziesco che aveva per protagonisti giovani agenti infiltrati nel mondo della scuola e che, tra gli interpreti, aveva niente meno che l’attuale super star Johnny Depp, lontano anni luce dai suoi incontri con Tim Burton o le avventure picaresche de I pirati dei Caraibi.

Nuova versione, decennio nuovo, e la trasposizione su celluloide di 21 Jump Street esige qualche cambiamento, a partire dalla coppia di protagonisti e dalla loro fisionomia: non più ambedue belli e atletici, ma bensì uno che rispecchia questa fisicità [il bel Channing Tatum] e un altro che invece è tutto l’opposto [il grassoccio Jonah Hill]. Dirigono la coppia Phil Lord e Christopher Miller, che alle loro spalle hanno il successo del cartoon Piovono polpette.

La storia segue le vicissitudini dei due agenti Schmidt [Hill] e Jenko [Tatum], amici dai tempi di scuola, [nonostante il primo fosse un nerd mentre l’altro godesse di una buona fama], e coinvolti in una missione sotto copertura: dovranno infilarsi in un liceo e scoprire chi è il fornitore di una nuova pericolosa droga.

Presi dalla missione, i due agenti ben presto non potranno fare a meno di combinare guai, compromettendo addirittura la loro solida amicizia. Ma non per questo l’operazione dovrà finire male.

21jump2Sulla carta potrà sembrare un’operazione parodia, di quelle come il mediocre Starsky & Hutch di Todd Phillips, ma in verità 21 Jump Street il film è una divertente miscela di ironia ed azione, che si affida a un’accoppiata ben assortita di protagonisti e che in più di un momento sa giocarsi bene le sue carte.

La prima parte è più virata verso il classico buddy movie poliziesco, con i due agenti caratterizzati nelle loro particolarità e alle prese con le solite spalle formali di questi casi [il severo capitano di polizia interpretato da Ice Cube], poi via via il racconto si fa più bizzarro e si diverte ad invertire i ruoli del nerd e del fico tra Hill e Tatum, creando un’alchimia tra trama poliziesca e storie liceali giusta per il divertimento cercato.

C’è un certo svaccamento nell’ironia con l’andare avanti del film, la quale si fa anche molto greve in alcuni casi [un pene mozzo raccolto con la bocca], ma la cosa non stona, dato il modo in cui l’operazione viene svolta a suon di strizzate citazioniste ed assurde [da menzionare un demenziale inseguimento sulle sopraelevate americane]. Quindi non mancano per l’occasione vari momenti cult, ma la summa la si raggiunge con l’apparizione a sorpresa del cast del telefilm all’origine, con tanto di Depp preso a sfottersi divinamente.

Cinque minuti che sinceramente valgono da soli la spesa del biglietto.

Mirko Lomuscio

 

Regia: Phil Lord, Christopher Miller
Con: Jonah Hill, Channing Tatum, Brie Larson, Dave Franco, Rob Riggle, Ice Cube
Uscita in sala in Italia: 15 giugno 2012
Sceneggiatura: Michael Bacall
Produzione: Cannell studios
Distribuzione: Warner Bros. Pictures
Anno: 2012
Durata: 109’

 

InGenere Cinema

x

Check Also

THE SUICIDE SQUAD – MISSIONE SUICIDA di James Gunn

The Suicide Squad – Missione Suicida, il folle cinecomic di James Gunn ...