Home / Recensioni / Home Video / IL BISBETICO DOMATO di Castellano e Pipolo

IL BISBETICO DOMATO di Castellano e Pipolo

bisbeticodomato1Castellano e Pipolo sono una delle coppie più prolifiche della storia del cinema italiano, dividendosi tra i campi della regia e della sceneggiatura. La loro collaborazione inizia nella seconda metà degli anni ’50, quando entrarono a far parte della popolare rivista satirica Marc’Aurelio, in veste di vignettisti. Dopo aver collaborato insieme a diverse sceneggiature [Totòtruffa ‘62, 1961, di Mastrocinque; I due pericoli pubblici, 1961, di Fulci, che ha curato la sceneggiatura con loro], provarono, senza più lasciarla, la strada del cinema, e si affermarono ancor di più al grande pubblico [Mani di velluto, 1979; Innamorato pazzo, 1981; Segni particolari: bellissimo, 1983].

Il bisbetico domato [1980] quarto film della coppia [che firma anche soggetto e sceneggiatura], con protagonista Adriano Celentano [Zio Adolf in arte Führer, 1978; Sabato, domenica e venerdì, 1979; Mani di velluto, 1979], fu un successo, e c’era da immaginarselo, tanto da essere considerato ancora oggi un cult, grazie anche alla presenza di uno straordinario Adriano Celentano, che più volte ha dimostrato di avere particolari doti interpretative in film diretti da registi di spicco [ad esempio ha collaborato con Fulci ne I ragazzi del juke-box, 1959; con Fellini ne La dolce vita, 1960, anche se in una veloce apparizione; poi con Dario Argento ne Le cinque giornate di Milano, di cui abbiamo parlato qui].

Elia [Adriano Celentano]è un uomo molto riservato, assolutamente restio ai rapporti sociali, e misogino. Vive in una bellissima casa, isolata dal centro abitato, con Mamie, la governante [Edith Peters], che ha molte attenzioni per lui. Una sera, però, mentre fuori si abbatte un violento temporale, bussa alla sua porta una bellissima ragazza, Lisa [Ornella Muti], che, avendo la macchina bloccata nel fango, gli chiede ospitalità. Elia accetta con vivo risentimento, e, tra dispetti reciproci, dettati però dal colpo di fulmine scoccato immediatamente, e dal quale Elia cerca di rifuggire, l’amore avrà la meglio.

bisbeticodomato2Il bisbetico domato è distribuito in DVD e Blu-Ray da Cecchi Gori Home Video, e si arricchisce di due interessanti contenuti extra: Intervista a Detto Mariano, famoso compositore, arrangiatore e produttore discografico e Colonna sonora alternativa. L’intervista, curata da Daniele Vilardi, è incentrata sul rapporto tra Detto e Celentano, alla carriera musicale di Celentano, senza dimenticare il litigio con Don Backy.

Detto si è occupato della realizzazione della musiche del film, trovando il consenso di Castellano e Pipolo, ma non di Celentano che, definito da Detto un vero cocciuto, non approvò due musiche: La pigiatura, scritta da Gianni Mauro e Mariano Detto, e la canzone di chiusura, cantata dallo stesso Detto. Per quanto riguarda la prima, vero e proprio tormentone, Celentano non gradì la voce di Mariano Parrella, che accompagnava Patrizia Tapparelli, perché la considerava troppo simile alla sua [cosa, a nostro dire, non vera],tanto da proporre egli stesso una nuova versione montata della scena della pigiatura [girata in realtà sulle note di una canzone di Boney M], e che lasciava spazio solo alle parti cantate da Tapparelli, senza badare però al nonsense del testo, a cui pochi, negli anni, hanno fatto caso.

Per quanto riguarda la musica di chiusura, con testo di Castellano e Pipolo, Celentano preferì sostituirla avvalendosi dell’amicizia con Toto Cutugno, che scrisse Innamorata, incavolata a vita. Insomma, Celentano non si accontentò del ruolo di attore, occupandosi nella fase di postproduzione. In Colonna sonora alternativa è possibile ascoltare le due musiche del film, poi modificate, nel montaggio originale, bocciate da Celentano, e fare le dovute considerazioni.

Gilda Signoretti

 

Regia: Castellano e Pipolo

Con: Adriano Celentano, Ornella Muti, Edith Peters

Durata: 106’

Formato: Hd 1080 24p – 1.78:1

Audio: Italiano LPCM 2.0

Distribuzione: CG Home Video [www.cghv.it]

Extra: Intervista a Detto Mariano; Colonna sonora alternativa

InGenere Cinema

x

Check Also

IL SENZACODA di Loredana Lipperini [illustrato da Stefano Tambellini]

Da casa Salani arriva in libreria una storia che saprà sicuramente conquistarvi: ...