Home / Recensioni / Home Video / PULP VIDEO presenta i grandi registi HORROR

PULP VIDEO presenta i grandi registi HORROR

benedizionemortale1CG Home Video continua piacevolmente a foraggiare gli appassionati di cinema di Genere, attraverso le scoperte di titoli inediti o riproposti in nuova veste, all’interno di ben tre collane da tenere d’occhio. Se in CineKult, supportati dallo staff di Nocturno, Cecchi Gori continua a proporre interessanti titoli della cinematografia di Genere nostrana e l’impagabile Sinister Film inanella horror, noir e sci-fi d’essai, per la maggior parte delle volte davvero da non sottovalutare, Pulp Video si muove attraverso la cinematografia [non prettamente horror] degli anni ’70 e ’80, per chiudere il cerchio e fornire allo spettatore una panoramica vasta quanto più possibile.

Proprio per Pulp Video, CG Home Video, edita e distribuisce sei film, raccolti all’interno della succulenta proposta Pulp Video presenta i grandi registi HORROR, al cui interno sono racconti due film di Wes Craven [Benedizione Mortale, 1981, e Il serpente e l’arcobaleno, 1988], due di George Romero [La stagione della strega, 1972, e La città verrà distrutta all’alba, 1973]e due di Tobe Hooper [The Funhouse – Il tunnel dell’orrore, 1981, e Night Terrors, 1993].

Sei titoli della filmografia di tre fra i più conosciuti registi fautori del new horror made in USA, che per quanto classici, esulano dai soliti titoli riproposti più volte in home video, in edizioni e collane differenti.

benedizionemortale2Le edizioni sono di tutto rispetto, con una buona qualità video e audio, anche se scevre di contenuti extra che esulino da trailer, gallerie fotografiche o filmografie testuali.

Ci si trova di fronte a due belle sorprese per quanto riguarda Benedizione mortale e The funhouse, il primo mai edito in home video nel nostro Paese, l’altro per la prima volta in edizione DVD italiana.

Benedizione mortale ci porta in Pennsylvania, dove all’interno di una piccola comunità agricola, quasi completamente abitata da un gruppo di fanatici religiosi, iniziano a verificarsi immotivati e violenti delitti, che sembrano marchiare il territorio d’azione del giovane figlio del capo religioso della setta, allontanatosi

Craven si dimostra già all’altezza dei suoi successi posteriori, e già in Benedizione mortale gioca a sommare in trasparenza verità e sogno [difficilmente dimenticabile la scena in cui una giovane Sharon Stone, in sogno, viene convinta, come sotto ipnosi, a spalancare la bocca, mentre un grosso ragno inizia a scendere velocemente dal soffitto, verso di lei]. Il film presenta anche altri rimandi alla sua filmografia: un buon ruolo, all’interno della comunità religiosa, per il Michael Berryman di Le colline hanno gli occhi [1977] e una scena  in vasca, con bagno caldo rilassante e insinuazione del pericolo [qui sotto forma di serpente], che ricorda quella di Nightmare: dal profondo della notte [1984].dai precetti paterni e dalla volontà di dio nel momento in cui aveva deciso di prendere per moglie una donna non pura, perché non appartenente al gruppo. Il giovane, ribellatosi alla volontà divina, diventa la prima vittima sacrificale e da inizio al più classico dei body count: si muore perché ci si allontana da utopistici valori di purezza, che sembra portare la firma di Incubus, una sorta di demone notturno, che ha il compito di allontanare gli uomini dalla giusta via per condurli tra l

funhouse_dvd1

e braccia del demonio.

Ancora Craven e ancora livelli allucinati, onirici e reali che si attorcigliano a diventare un tutt’uno, ne Il serpente e l’arcobaleno: rielaborazione dello zombie-movie con rimessa in discussione delle tematiche haitiane. L’antropologo Dennis Alan [Bill Pullman] si troverà a dover indagare, conto terzi, sul fenomeno della resurrezione degli zombi. Il voodoo, le stregonerie e la possibilità di ridurre in una situazione molto simile al coma i propri nemici, rubarne l’anima e intrappolarla in una bottiglia, per poi farne risorgere il corpo vuoto ed usarlo come schiavo, diventano per lo studioso pericolose e tangibili realtà.

Anche ne Il serpente e l’arcobaleno, Craven ci regala meravigliose sequenze oniriche, e rispetta decisamente la tradizione popolare haitiana, senza piegare i suoi zombi ai dettami del cannibalismo.

Passando a Hooper [vi abbiamo già parlato qui dell’edizione DVD di Night Terrors], The funhouse – Il tunnel degli orrori nasce in piena ondata di slasher, e non per niente il suo incipit ricorda molto da vicino quello dell’Halloween di John Carpenter, per poi sfociare in una divertente citazione dello Psycho di Hitchcock. La storia è quella di un gruppo di quattro teenager che, dopo una serata passata in un luna park dalla fama poco limpida, decide di passare la notte al suo interno, nascondendosi dentro al tunnel degli orrori. Va da sé che al suo interno saranno testimoni di orrori molto più concreti dei buffi automi che avrebbero dovuto spaventare la possibile clientela. Il cinico gestore dell’attrazione, nasconde al mondo intero un figlio pericoloso e deforme [una sorta di mutante dagli irrefrenabili appetiti sessuali] che, mascherato alla meglio come un carnevalesco mostro di Frankenstein, di giorno lo aiuta a mandare avanti la baracca, e di notte fa fuori le giovani abitanti dei paesi visitati.

Belle le location e buon ritmo, per un horror d’annata da riscoprire con simpatia.

Luca Ruocco

 

BENEDIZIONE MORTALE

Regia: Wes Craven

Con: Maren Jensen, Sharon Stone, Susan Buckner

Durata: 98’

Formato: 16:9 – 1.85:1

Audio: Italiano 5.1, Italiano 2.0, Inglese 2.0

Distribuzione: CG Home Video – Pulp Video [www.cghv.it]

Extra: Trailer originale; Still gallery; Crediti italiani; Filmografia Sharon Stone; Filmografia Wes Craven

 

IL SERPENTE E L’ARCOBALENO

Regia: Wes Craven

Con: Bill Pullman, Cathy Tyson, Zakes Mokae

Durata: 94’

Formato: 16:9 – 1.75:1

Audio: Italiano 5.1, Italiano 2.0, Inglese 2.0

Distribuzione: CG Home Video – Pulp Video [www.cghv.it]

Extra: Trailer originale; Still gallery; Filmografia Wes Craven

 

THE FUNHOUSE – IL TUNNEL DELL’ORRORE

Regia: Tobe Hooper

Con: Elizabeth Berridge, Cooper Huckabee, Miles Chapin

Durata: 86’

Formato: 16:9 – 1.85:1

Audio: Italiano 5.1, Italiano 2.0, Inglese 2.0

Distribuzione: CG Home Video – Pulp Video [www.cghv.it]

Extra: Trailer originale; Galleria fotografica; Filmografia Tobe Hooper

 

InGenere Cinema

x

Check Also

THE WELL di Federico Zampaglione

Anni ’90. Lisa Gray [Lauren LaVera] è una restauratrice d’arte americana che ...