Home / Recensioni / Editoria / TERRORE ITALIANO VOLUME II di Daniele Francardi

TERRORE ITALIANO VOLUME II di Daniele Francardi

terroreIIContinua il viaggio di Daniele Francardi all’interno dell’horror italiano contemporaneo e, a distanza di nemmeno un anno, UniversItalia presenta il secondo volume del suo Terrore Italiano, seconda pietra dell’interessante progetto editoriale curato dallo stesso Francardi assieme a Roberto Giacomelli e Marco Saraga, varato proprio per allargare la navigazione all’interno dell’horror italico agli interconnessi territori della narrativa, della critica, del cinema.

E sempre sulle tante sfaccettature dell’horror italiano si concentra questo Terrore Italiano volume II che, se da una parte prosegue il cammino di scoperta di registi e autori indipendenti della nostra cinematografia di Genere, dall’altra si allarga ad abbracciare il mondo dell’editoria [narrativa e fumetto] e dell’effettistica.

Un tributo da appassionato, quello di Daniele Francardi, da conoscitore mai sazio e bramoso di conoscere retroscena e punti di vista degli addetti ai lavori, curioso di scoprire legami e punti in comune tra la vecchia industria di Genere e i nuovi fuochi italici.

Ma Terrore Italiano volume II parla a tutti: a chi già conosce la materia solletica l’interesse con nuove piccole scoperte, a chi si avvicina per la prima volta, regala spunti senza brandire una presunta onniscienza, con domande semplici e dirette.

All’interno di questo secondo volume, la carrellata di addetti ai lavori intervistati raccoglie, tra i registi, Stefano Simone [Unfacebook, 2011], Raffaele Picchio [Morituris, 2011], Luca Boni e Marco Ristori [Eaters, 2011]. Dedica una più corposa intervista a Stefano Bessoni [Krokodyle, 2010] e un piccolo focus su Matteo Muzi [Three, 2011], Cosimo Alemà [At the end of the day, 2011] e Lorenzo Bianchini [Occhi, 2011].

Ma l’horror indagato da Francardi plana sulle pagine della rivista Nocturno, con l’intervista a Davide Pulici, su quelle di Dylan Dog, assieme a Luigi Siniscalchi e su quelle romanzate di Alda Teodorani.

L’importanza di pubblicazioni come Terrore Italiano volume II, sta proprio nel supporto ad una realtà in via di evoluzione: se di rinascita del Genere un giorno si potrà parlare, il merito sarà certo di autori validi e creativi come quelli intervistati da Francardi, ma innegabilmente importante sarà stato anche il ruolo di critici e pubblicazioni di questo tipo, pronte a fotografare in tempo reale scintille e movimenti di questo magma interculturale.

Luca Ruocco

 

Autore: Daniele Francardi

Editore: UniversItalia [www.universitalia.it]

Pagine: 85

Illustrazioni-Foto: /

Costo: 10,00 euro

InGenere Cinema

x

Check Also

THE WELL di Federico Zampaglione

Anni ’90. Lisa Gray [Lauren LaVera] è una restauratrice d’arte americana che ...