Home / Recensioni / Home Video / LADRI DI CADAVERI di John Landis

LADRI DI CADAVERI di John Landis

ladri_di_cadaveri_1

Ritorno in grande stile di John Landis al lungometraggio e alla commedia alta [nel primo decennio del 2000, il regista ha firmato solo due episodi della serie Masters of Horror], stavolta avvolta dentro un luttuoso velo nero. William Burke [Simon Pegg] e William Hare [Andy Serkis] sono due squattrinati immigrati irlandesi, che cercano di barcamenarsi alla meglio nella Edimburgo del XIX secolo. Pur dotati di favella e inventiva, non sono di certo portati per fare gli imbonitori: le loro truffe sono sempre scoperte e i soldi scarseggiano.

La fortuna, però, si sa, inizia a sorriderti quando meno te lo aspetti e, proprio quando i due stanno per gettare la spugna, si trovano di fronte ad una inaspettata e infinita fonte di ricchezza: i cadaveri.

La Edimburgo del XIX secolo era, infatti, famosa per i suoi progressi in fatto di medicina, dovuti alla presenza di due facoltà universitarie, ovviamente concorrenti. I cadaveri erano, perciò, il pane quotidiano per i docenti segaossa, ancor più se ci si poteva vantare di propinare ai medici novizi delle salme fresche e ben conservate, che potessero far bella mostra di sé sui tavoli autoptici.

Il dottor Knox [Tom Wilkinson] e il dottor Monroe [Tim Curry], docenti a capo delle due facoltà di medicina, combattono da anni la loro guerra per acquisire maggiore prestigio, e per rinsaldare il proprio posto nel campo del progresso scientifico sono indispensabili due eserciti: il primo, quello degli studenti, che rimpinguano le tasche della facoltà, il secondo, quello dei cadaveri, che facciano da cavie agli studi formativi dei medici di domani.

In questo habitat, decisamente poco politically correct, Burke e Hare, dopo un primo defunto capitato tra le loro mani quasi per caso di cui tenteranno di sbarazzarsi al più presto possibile, si troveranno invischiati nel più losco dei traffici commerciali. Un lavoro indegno, ma che rene di due uomini ricchi e rispettabili, quindi molto più appetibili agli occhi della moglie alcolista di Hare [Jessica Hynes] e della giovane attrice teatrale Ginny [Isla Fisher], di cui Burke s’invaghisce perdutamente.

Procurarsi un cadavere, però, non è cosa troppo semplice. Impossibile sarebbe trovarsi nel posto giusto al momento giusto per più di una volta, e ben presto i due irlandesi si ritrovano a riflettere sulla possibilità di procacciarsi da soli le loro salme: organizzare degli omicidi seriali premeditati, costruiti al limite dello slapstick, e conditi con un’ironia nera e brillante.

John Landis [Un lupo mannaro americano a londra, 1981], si dimostra davvero a suo agio nel tornare a calcare il palco della commedia.

ladri_di_cadaveri_2

Ladri di cadaveri [2010] è dramma in costume ottimamente costruito su di una simulata elementarità che nasconde, al suo interno, una forte prova autoriale del suo regista e un intricato lavoro, a livello di sceneggiatura [firmata da Piers Ashworth e Nick Moorcroft] che unisce fatti reali, accenni di Robert Louis Stevenson e uno splendido e ricercato umorismo british.

Landis lavora sul ribaltamento della morale quotidiana, spingendo lo spettatore all’immondo patteggiare per due assassini, svuotando il cadavere dall’importanza avuta in vita [le salme trafugate sono viste come oggetti non solo dai due assassini, ma anche da tutta una società che, fredda e calcolatrice, mira a lucrarci attorno], e riuscendo, quindi, a ridicolizzare la morte, rinchiudendola nei lazzi di una vita più che quotidiana. Il cast è davvero azzeccato, a partire dai protagonisti, fino alle guest star con cui Landis ama condire i suoi film e che, in questo caso, vanno da Christopher Lee a Ray Harryhausen.

Ladri di cadaveri, presentato in anteprima lo scorso autunno durante la Festa del Cinema di Roma, arriva in DVD e Blu-Ray, distribuito da CG Home Video. A impreziosire il film, fra i contenuti extra, una speciale lezione di cinema con John Landis, oltre al trailer e agli errori sul set.

Luca Ruocco

 

Regia: John Landis

Con: Simon Pegg, Andy Serkis, Isla Fisher, Tom Wilkinson

Durata: 88’

Formato: 16:9 – 1.78:1

Audio: Italiano Dolby Digital 5.1, Inglese Dolby Digital 5.1

Distribuzione: CG Home Video [www.cghv.it]

Extra: Trailer, Papere, Lezioni di cinema con John Landis

InGenere Cinema

x

Check Also

RITORNO AL FUTURO: I FILM, LA SCIENZA, LE CURIOSITÀ di Giovanni Toro

Alzi la mano chi, fra gli amici di InGenereCinema.com, deve la sua ...