Home / Recensioni / Home Video / THE HORDE di Yannick Dahan e Benjamin Rocher

THE HORDE di Yannick Dahan e Benjamin Rocher

horde1

Un gruppo di poliziotti, decisi a vendicare un collega catturato e ucciso da una banda di criminali, si fa strada, nottetempo, all’interno del fatiscente palazzo popolare che, ormai quasi disabitato, è diventato il punto nodale dei loro loschi traffici. Una volta dentro l’edificio, a causa delle insistenti incursioni del curioso custode, i poliziotti finiscono per essere scoperti e cadono a loro volta prigionieri della banda, guidata da Adewale [Eriq Ebouaney], proprio mentre il boss, assieme al fratello Bola [Doudou Masta] e agli altri tirapiedi, sta per compiere l’esecuzione di un traditore. Ovvio che ci sarà del piombo anche per i piedipiatti. Mentre i superstiti cercano di confortare i feriti, però, qualcosa di improvviso e inaspettato arriva a cambiare per sempre la vita di guardie e ladri: il palazzo viene assediato da orde di morti viventi [di quelli veloci, rumorosi e decisamente violenti]. Nessuno sa spiegarsi chi siano, né da dove provengano, ma da quel momento la piccola guerra tra vivi dovrà forzosamente trasformarsi in momentanea tregua, per riprendere una volta vuori dal tiro delle pericolose creature che sembrano non sentire il peso del piombo dei numerosi proiettili con cui gli uomini condiscono i loro corpi in decomposizione.

horde2

Se c’è un Genere in cui i francesi sono sempre andati forte è il polar, elegante ma incisivo, sospeso tra il poliziesco e il noir. Perché, allora, non tentare, in un periodo storico che vede la fioritura di interessanti titoli made in France in ambito horrorifico, di proporre una fusione tra i due Generi? Perché non provare a costruire, insomma, una storia che affondi le radici in un humus poliziottesco, per poi degenerare definitivamente nell’orrore più puro, magari calpestando strade non trafficate, in Francia, come quella dello zombie-movie?

E’ quello che hanno progettato ed eseguito Yannick Dahan e Benjamin Rocher per il loro lungometraggio d’esordio, presentato al Festival di Sitges e a quello del Film Fantastico di Gérardmer, nel 2010, e pubblicato ora in Italia da Fandango, in DVD e Blu-ray, in una collector’s edition di tutto rispetto, ricca di contenuti extra [un cortometraggio che fa da prequel al film, i video di making of e costruzione degli effetti speciali, scene inedite e interviste, il trailer e una curiosa edizione di 16 pagine di un fumetto disegnato da Davide Toffolo dal titolo Piccolo manuale di autodifesa dagli zombi].

horde3

Il duo di registi francesi dimostra di aver acquisito organicamente gli stilemi di entrambi i Generi, riuscendo a ricreare un’atmosfera intimista da revenge movie, per poi abbandonare lo spettatore nell’exploitation più crudele, con eccessi di violenza e d’ironia che si mescolano a dovere, grazie soprattutto alla bravura degli attori coinvolti. E il cambio di registro avviene in maniera così rapida da risultare del tutto spiazzante, come una crepa spazio-temporale, nella sceneggiatura, che costringe personaggi e spettatori a credere in un’altra storia.

 

Il film che potrebbe risultare, per certi versi, ingenuo, è a nostro parere volutamente sbrigativo su alcuni punti. Nessuna spiegazione alla crisi in cui tutta Parigi sembra piombata da un momento all’altro, ma, forse, tutti i “perché” stanno proprio in quel 

horde5

buco nero, nella sceneggiatura, in quella porta che ci conduce da storia a storia, e ci può stare.

Da manuale la scena in cui il poliziotto Ouessem [Jean-Pierre Martins], deciso a far guadagnare un po’ di tempo ai compagni, si ritrova sul tetto di un’automobile, letteralmente assediato da decine di morti viventi, mentre cerca di difendersi con una pistola e un machete. Un’altra bella sorpresa dell’horror d’oltralpe.

Luca Ruocco

 

 

Regia: Yannick Dahan, Benjamin Rocher

Con: Claude Perron, Jean-Pierre Martins, Eriq Ebouaney, Aurélien Recoing, Doudou Masta, Antoine Oppenheim

Durata: 92’

Formato: 16:9 – 2.35:1

Audio: Italiano, Inglese 5.1

Distribuzione: Fandango [www.fandango.it]

Extra: The Horde – Piccolo manuale di autodifesa dagli zombi, di Davide Toffolo, Cortometraggio: Rivoallan [8’], Making of, Effetti speciali, La ruelle [scena eliminata], Prove sul set, Trailer

InGenere Cinema

x

Check Also

LA PERDICIÓN di Domiziano Cristopharo

Amici di InGenereCinema.com non dovremmo perdere troppo tempo per presentarvi Domiziano Cristopharo, ...