thriller

RABBIA FURIOSA – ER CANARO: Video-Intervista a Sergio Stivaletti

sergio-stivalettiRoma, oggi. Nella periferia del Mandrione, Fabio torna in libertà dopo otto mesi di prigione e una pena scontata al posto dell’amico Claudio. Fabio è un uomo mite, gentile e deciso a riprendere la sua vita con la moglie, la figlia e la sua attività di toelettatore di cani [in romanesco “er canaro”]. Ma le cose prendono un’altra piega. Il rapporto con Claudio, ex pugile che punta a diventare un boss del quartiere, dove vige ancora la legge del più forte, evolverà nel segno della sudditanza e delle vessazioni. Fino a quando, dopo l’ennesima violenza, fisica e psicologica, Fabio si vendicherà in un modo inaspettatamente crudele.

Continua a leggere

RABBIA FURIOSA: ER CANARO di Sergio Stivaletti, dal 7 giugno al cinema!

Arriva nei cinema il 7 giugno, prodotto da Apocalypsis che lo distribuisce in collaborazione con Paradise Pictures, Rabbia furiosa – Er Canaro, terzo lungometraggio diretto dal maestro degli effetti speciali Sergio Stivaletti, che si distacca dall’horror – filone in cui rientrarono le sue due fatiche precedenti MDC – Maschera di cera e I tre volti del terrore – per proporre un thriller noir a tinte forti ambientato ai giorni nostri.

Il film è ispirato ad una pagina della cronaca nera romana degli anni Ottanta e mirato a rievocare lo spietato assassinio di un ex pugile e criminale avvenuto per mano di colui che venne chiamato “Er Canaro”.

Nel ruolo del Canaro troviamo Riccardo De Filippis, noto per il ruolo di Scrocchiazeppi nella serie televisiva Romanzo criminale, e Virgilio Olivari in quello del carnefice destinato a trasformarsi nella sua vittima. Nel cast anche Romina Mondello e Gianni Franco, entrambi già presenti in MDC – Maschera di cera, Rosario Petix, Giovanni Lombardo Radice e Romuald Klos.  La sceneggiatura porta la firma di Antonio Lusci, Antonio Tentori e lo stesso Stivaletti.

Continua a leggere

A BEAUTIFUL DAY – YOU WERE NEVER REALLY HERE di Lynne Ramsay

a-beautiful-day-1Joe è un ex marine e agente FBI che vive nella sua casa d’infanzia e si prende cura della madre.

Tormentato da continui flashback del suo passato violento, si guadagna da vivere come sicario e soprattutto liberando giovani ragazze dalla schiavitù sessuale.

Un giorno viene contattato da un senatore newyorkese, il quale crede che sua figlia Nina sia stata rapita da una di queste organizzazioni e che sia stata costretta a prostituirsi. Joe accetta il lavoro, ma nel momento in cui libera la ragazzina, capisce anche che dietro quel rapimento si nasconde qualcosa di più grosso.

Sono stati tirati in ballo nomi di un certo livello da quando il film è stato presentato alla settantesima edizione del Festival di Cannes, dove si è anche aggiudicato i premi per la miglior interpretazione maschile e per la miglior sceneggiatura.

Titoli come Drive, Taxi Driver e Leon campeggiano in bella vista sulla locandina di A Beautiful Day – You were never really here, il ritorno alla regia di Lynne Ramsay dopo il bellissimo e terribile …e adesso parliamo di Kevin.

Continua a leggere

I CORPI PRESENTANO TRACCE DI VIOLENZA CARNALE di Sergio Martino

Imperdibile l’uscita in home video di uno dei più bei thriller italiani anni ’70 del maestro Sergio Martino, I corpi presentano tracce di violenza carnale, distribuito da CG Entertainment.

Già conosciuta per le sue precedenti interpretazioni – non ultima l’interpretazione di Giulia ne L’uccello dalle piume di cristallo del nostro Argento – l’attrice Suzy Kendall, che con Luc Merenda si ritrova a reggere il gioco, ricoprendo così il ruolo di protagonisti, subentrando nella storia in un secondo momento, quasi silenziosamente, determinandone gli sviluppi.

La prima parte del film è ambientata a Perugia: dopo la descrizione della vita quotidiana di un gruppo di studenti universitari, Martino si addentra nella notte per mostrarci la cruda efferatezza dei delitti compiuti da un ignoto assassino che prima uccide una coppia appartatasi in un luogo sinistro in macchina, poi una ragazza, uccisa con una modalità ancora più cruenta del precedente omicidio, e infine un venditore ambulante. Martino si diverte da subito a ingannare lo spettatore quasi suggerendogli, attraverso un gioco di dettagli, di fare attenzione ad alcune situazioni e oggetti, come un foulard che Daniela [Tina Aumont] è sicura di aver visto indossare da qualcuno di cui non ricorda l‘identità, e che si scoprirà poi essere Stefano [Roberto Bisacco].

Continua a leggere

I SEGRETI DI WIND RIVER di Taylor Sheridan

wind-riverNord America. Wyoming. Freddo, isolato e brutale.

Un cacciatore solitario ritrova durante un’escursione tra le nevi il corpo senza vita della figlia di un suo caro amico. Mosso da un passato personale misterioso, decide di unirsi alla giovane agente FBI Jane Banner in una pericolosa caccia all’assassino.

È tutta una questione di confine per Taylor Sheridan. Ma quale confine? E soprattutto chi è Taylor Sheridan?

Sheridan è lo sceneggiatore di due dei migliori film americani degli ultimi anni: Sicario [Denis Villeneuve, 2015], di cui uscirà quest’anno anche l’atteso sequel Day of the Soldado [diretto da Stefano Sollima], e Hell or High Water [David Mackenzie, 2016].

I segreti di Wind River, suo esordio da regista, sembra aver assimilato alcune delle migliori caratteristiche dei due film scritti in precedenza [da un lato la magniloquenza e la capacità di avere una visione d’insieme, dall’altro la bravura nell’addentrarsi nei particolari, nelle pieghe di una storia] e va a concludere una trilogia tematica che esplora la moderna frontiera americana

Continua a leggere

QUELLO CHE NON SO DI LEI di Roman Polanski

quello-che-non-so-di-leiDelphine è una scrittrice di successo. Il suo ultimo romanzo, quello più personale in cui racconta la storia della sua famiglia, è diventato un best-seller mondiale. Scrivendolo si è messa completamente a nudo, al punto da essere accusata di aver strumentalizzato il suo dolore.

Tutti aspettano un suo nuovo romanzo, ma Delphine è paralizzata, ha un blocco creativo.

Durante un incontro con i lettori conosce Leila, una giovane donna affascinante e misteriosa comparsa dal nulla, eppure capace con naturalezza di entrare nella sua vita, come amica e confidente.

La sua presenza in poco tempo diventa imprescindibile e quella che sembrava essere un’amicizia si trasforma in un rapporto morboso e ambiguo.

Dalla prima scena in cui entra in campo il personaggio interpretato magnificamente da Eva Green capiamo che c’è qualcosa che non quadra. Polanski ce lo dice subito: “Amiche, amici, non vi voglio prendere in giro. Guardate attentamente e soprattutto guardate oltre!”. E ci avverte solo con il cinema, con la forza delle immagini, grazie a un campo e controcampo, lavorando sul sonoro e attraverso lo sguardo e la voce delle sue attrici.

Continua a leggere

ORE 15:17 – ATTACCO AL TRENO di Clint Eastwood

attacco al trenoOre 15:17 – Attacco al treno, trentaseiesimo lungometraggio di Clint Eastwood, giunto alla soglia degli ottantotto anni, racconta la storia di Spencer Stone, Anthony Sadler e Alek Skarlatos, i tre giovani americani che il 21 agosto 2015 neutralizzarono l’attentatore Ayoub El-Khazzani a bordo del treno Thalys partito da Amsterdam e diretto a Parigi.

Il film divide e racconta la vita dei ragazzi in tre fasi, alternando al montaggio brevi momenti che vedono il tentativo di strage sul treno, almeno fino alla parte finale.

I ragazzi si conoscono da piccoli davanti alla porta del preside, crescono insieme, si separano, continuano a tenersi in contatto e poi si ritrovano insieme per un viaggio in Europa.

La prima parte si addentra in un’avvilente e ottusa Sacramento, tutta “segno della croce e proiettili”, sogni di guerra e cameratismo, come se fossero l’unica possibile destinazione finale, l’unico modo di dare un senso alla propria vita.

Continua a leggere

Alvaro Vitali torna al cinema con il thriller Deliriumpsike

Dopo gli esordi al servizio del maestro Federico Fellini, per il quale ha interpretato, tra le altre, la pellicola vincitrice del Premio Oscar Amarcord, è divenuto famoso soprattutto come volto comico della commedia popolare sfornata negli anni ‘70 e ‘80.

Con un curriculum comprendente oltre ottanta apparizioni tra grande e piccolo schermo, il romano Alvaro Vitali si appresta a tornare sul set in un’avventura del tutto inedita e nuova per lui: il thriller Deliriumpsike, le cui riprese sono previste nel corso del 2018.

Un thriller che segna il ritorno alla regia per Luigi Pastore [Come una crisalide, Violent shit: The movie], ispiratosi a fatti realmente accaduti e che dichiara: “Il titolo del film mi accompagna ormai da diversi anni e, alla fine, è ritornato con prepotenza nei miei pensieri.

Continua a leggere

AMERICAN ASSASSIN di Michael Cuesta

american assassinTratto dalla serie di best seller di Vince Flynn, American Assassin presenta al grande pubblico, una delle figure più note nel panorama contemporaneo: il superagente della CIA, Mitch Rapp.  Il regista Michael Cuesta, avvalendosi della collaborazione di un dreamteam di sceneggiatori composta da Stephen Schiff [The Americans, Lolita], Michael Finch [Predators] e dai produttori e registi Edward Zwick [L’ultimo Samurai, Shakespeare in Love] e Marshall Herskovitz [Traffic, Mi Chiamo Sam], hanno trasposto nel periodo odierno, il decimo romanzo della fortunata serie, che racconta le origini del personaggio di Rapp e di come entra a far parte nel gruppo di rete segreta interna della CIA, Orion.

Mitch Rapp [Dylan O’Brien] è un ragazzo come tanti, vive una vita ordinaria insieme alla bellissima fidanzata Katrina. Durante un viaggio a Ibiza, la sua vita viene stravolta da un attacco terroristico ai danni del villaggio turistico, dove la ragazza perderà la vita. Mesi dopo, troviamo un Mitch cambiato, assetato di vendetta e di rabbia, che passa le sue giornate tra allenamenti massicci e al poligono di tiro, noncurante del fatto che la CIA lo stia sorvegliando.

Continua a leggere

SAW: LEGACY di Mike e Peter Spierig

Sono passati sette anni da Saw 3D, “aspirante” ultimo capitolo di Saw, una delle saghe horror più chiacchierate degli ultimi anni, nata da un’idea di James Wan, certamente tra i migliori registi del terrore odierni, capace di districarsi con grande maestria tra diversi Generi, dal thriller all’azione, all’horror, verso cui sembra essere più incline. Quando nel 2004 uscì Saw, si ebbe la netta sensazione che quel film, da Wan diretto e scritto con il suo fido collaboratore Leigh Whannell [che poi firmerà anche i capitoli successivi], segnasse una svolta nel Genere, sia narrativa che tecnica: Wan è un artigiano che fa della creatività la sua principale guida, furbo nel cercare stratagemmi e trovate che hanno presa sul pubblico, ricercate e mai banali.

Dopo il primo Saw, Wan si è dedicato alla regia di altri film horror di cui vi abbiamo parlato, producendo però i capitoli successivi della saga, non tutti riusciti.

Continua a leggere

Segui [LR] su Facebook:

Post Facebook Più Recenti

6 giorni sulla Terra - Intervista a Varo Venturi [parte 3]

Le interviste di #InGenereCinema: Terza parte dell’intervista a Varo Clementini-Venturi in occasione dell’uscita in home video del suo film 6..

0 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

6 giorni sulla Terra - Intervista a Varo Venturi [parte 2]

Le interviste di #InGenereCinema: Seconda parte dell’intervista a Varo Clementini-Venturi in occasione dell’uscita in home video del suo film..

0 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

MARY E IL FIORE DELLA STREGA di Hiromasa Yonebayashi InGenere Cinema

Su #InGenereCinema la recensione di Paolo Gaudio di #MaryEIlFioreDellaStrega!

0 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

6 giorni sulla Terra - Intervista a Varo Venturi

Le interviste di #InGenereCinema: Intervista a Varo Clementini-Venturi in occasione dell’uscita in home video del suo film 6 Giorni sulla Terra…

0 mi piace, 0 commenti4 giorni fa

Oltre il guado - Intervista a Lorenzo Bianchini

Le interviste di #InGenereCinema: Intervista a Lorenzo Bianchini in occasione della retrospettiva a lui dedicata al Fantafestival. [a cura di..

1 mi piace, 0 commenti6 giorni fa