mario bava

IL SEGRETO DI CAINO: Un giallo indie per Ricci e Guerini

12120067_1502923060000454_1626442806438502345_oUn misterioso e sanguinario assassino, uccide giovani ragazzi che si prostituiscono in cambio di pochi soldi o regali.

Perché? Cosa nascondono gli inquilini di una palazzina, teatro di qualcuno degli omicidi?
Due fratelli uniti da un morboso legame. Una donna impicciona, bacchettona e pettegola. Un ambiguo professore di lettere. Chi è il bellissimo ragazzo, che si aggira nei pressi della stessa?  Chi o cosa sta cercando?
Il gemello di uno dei ragazzi uccisi, e una detective, cercheranno di scoprire la verità, ma prima di giungere ad essa, numerose saranno le vittime della sadica mano assassina.
Questa è in breve, la trama de Il segreto di Caino, un giallo attualmente in lavorazione tra Pesaro e Rimini. La storia, scritta da Roberto Ricci, riporta alla mente le atmosfere dei gialli all’Italiana degli anni 70 – 80; quelli di Mario Bava, ma ancora di più, quelli di Dario Argento, che diedero il via a un vero e proprio filone.

Continua a leggere

IL CONTEST LANCIATO DA GRANFARO

11668088_893311890715414_766668549_nVi presentiamo oggi un interessante progetto messo in piedi da una nuova produzione cinematografica, nata nel 2013. Stiamo parlando di Granfaro, che si propone di sostenere il cinema indipendente e amatoriale. Granfaro, che prende il nome proprio dai nomi dei fondatori: Graziano Riccio, Fabio Garreffa, Rosario Romeo, viene presentata dal suo team come un manifesto della filosofia cinematografica, il cui interesse principale sta nello spingere il talento creativo degli artisti emergenti, e quindi le loro creazioni.

È recente la notizia di un nuovo progetto di collaborazione collettiva online, mirata alla realizzazione di una webserie di genere thriller che si ispiri al giallo all’italiana, attraverso la campagna crowdfunding.  A proporre i soggetti delle puntate sarete proprio voi utenti del web che parteciperete al contest. Dai soggetti vincitori, votati sul sito Granfaro, qui, saranno tratte le puntate della web series.

Continua a leggere

MEMORIE DAL FUTURO: 60 ANNI DI FANTASCIENZA RAI

Wonderland 3Tra gli appuntamenti immancabili del Fantafestival 2015 c’è lo spazio dedicato al format TV Wonderland, da sempre una piccola perla di Rai4. Inevitabile dunque, anche nella nuova edizione 2015, la presenza degli autori Carlo Modesti Pauer e Leopoldo Santovincenzo. Quest’anno, con loro, Massimo Lodolo, voce  del programma, che festeggia 34 anni di carriera,.

In Memorie dal futuro – 60 anni di fantascienza Rai [regia di Giuseppe Bucchi], attraverso un’operazione di montaggio mirata a riassumere l’argomento, si descrive la storia della fantascienza in Rai, prendendo in esame gli sceneggiati e i programmi televisivi inerenti proprio alla fantascienza, compresi i documentari e i cartoni animati. Colpisce infatti che, già dai primi anni ’60, la Rai trasmettesse programmi dedicati al futuro e alla tecnologia, così come a discussioni sulla presenza degli extraterrestri e non solo.

Non mancano poi gli sketch dei grandi comici italiani, come Walter Chiari, Paolo Panelli, Aldo Fabrizi o Totò. Oggetto di indagine è anche il popolare settimanale italiano La domenica del Corriere, fondato nel 1899, supplemento del Corriere della Sera, con le sue note tavole a colori [che andarono avanti fino alla chiusura nel 1989]. Continua a leggere

GOTICO ITALIANO. IL CINEMA ORRORIFICO 1956-1979 di Steve Della Casa, Marco Giusti

Gotico copertinaPresentato in occasione dell’ultima edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, Gotico italiano. Il cinema orrorifico 1956-1979 può tranquillamente essere considerato un omaggio da parte dei due autori del libro al cinema gotico italiano, che tanto ha regalato a noi spettatori ma soprattutto agli “artigiani” del cinema nostrano e estero, che hanno imparato molto da registi come Mario Bava o Antonio Margheriti.

Gli autori, Steve Della Casa e Marco Giusti, chiamati a moderare una tavola rotonda presso il MAXXI, in conclusione della retrospettiva Danze macabre, hanno presentato il volume sottolineando la loro vicinanza al Genere e la loro gratitudine ai registi che gli hanno dato la vita.

Continua a leggere

DOPPELGÄNGER di Gian Guido Zurli

unnamedLe case abbandonate, siano esse antiche o recenti, lasciano sempre un certo sgomento in chi vi entra per visitarle, o anche soltanto a chi si ferma davanti per osservarne la facciata. La stessa sensazione la lascia la villa della curia, una struttura abbandonata da quasi due secoli, e un tempo, appunto, abitata dagli uomini di chiesa. Le finestre, alcune delle quali con i vetri rotti, sembrano non voler fare trapelare nulla, eppure è proprio quel silenzio tombale che si respira dall’esterno a preoccupare.

2017. Anna dorme sonni tranquilli, finché una mattina, all’alba, viene svegliata da una strana telefonata della sua amica Angela, che la invita a raggiungerla proprio nei pressi della villa, poiché una persona ha bisogno di parlare con lei. Poco prima Anna era stata vittima di un incubo, e questa telefonata la preoccupa ulteriormente. Come se ciò non bastasse, trova nel suo letto un biglietto con un codice di difficile decifrazione, avvolto in una scatola come se fosse una pergamena.

Continua a leggere

GLI INVASORI di Mario Bava

01-GLI INVASORI_ALTA

CG Home Video distribuisce in dvd il primo film epico di Bava [che esordì ufficialmente alla regia con La maschera del demonio]: Gli invasori.

Scritto da Bava con Oreste Biancoli [il regista del meraviglioso Ladri di biciclette] e Piero Pierotti [autore di diversi peplum e film epici], Gli invasori è un classico del cinema di Genere che ha dalla sua parte non solo una buona sceneggiatura [che alcuni hanno giudicato scontata, ma in fondo i film epici devono essere un condensato di dramma, violenza e passione], ma anche belle musiche, firmate da Roberto Nicolosi, una attraente fotografia, che gioca su colori accesi e chiaroscurali, e un valido cast, che comprende, tra gli altri, Giorgio Ardisson [che lo stesso anno recitò in Ercole al centro della Terra, e celebre protagonista di I lunghi capelli della morte, del nostro Antonio Margheriti] e Cameron Mitchell [che collaborò con Bava anche in Sei donne per l’assassino e I coltelli del vendicatore]. Coprotagoniste Alice e Ellen Kessler, di una bellezza travolgente.

Continua a leggere

OPERA MANENT 03: DON BACKY

Foto 1 Don BackyTra i pregi dell’artista protagonista della terza puntata di Opera Manent, vi è senz’altro la generosità, unita alla voglia di mettersi sempre in gioco, sostenendo, in diversi modi, il cinema e il teatro indipendente.

L’artista che abbiamo intervistato, nella sua carriera ha ricoperto diversi ruoli: compositore, musicista, cantante, attore, scrittore, fumettista.

Stiamo parlando di Aldo Caponi, in arte Don Backy! Tutt’ora attivo in campo musicale e nella scrittura, Don Backy ha alle spalle una importante carriera cinematografica, che lo ha portato a collaborare con registi importanti, in ruoli sia comici che drammatici, dimostrando di avere anche delle elevate doti attoriali. E come non pensare al capolavoro di Bava, il thriller Cani arrabbiati, nel quale interpreta un ruolo molto difficile, quello di un criminale spietato e squilibrato: Bisturi.

Ogni volta che si rivede quel film, si ha difficoltà a riconoscerlo, proprio a causa della particolare prestazione che Don Backy ha dato al personaggio, vestendolo di cattiveria, smorfie, gesti e sguardi perfidi. Noi abbiamo avuto il piacere di incontrarlo diverse volte in questi anni, e ogni volta parlare con lui ha significato non solo parlare con un artista in continuo movimento, instancabile, ma soprattutto con una persona perbene, disponibile, innamorato del suo passato, nonostante le difficoltà incontrate.

Mettiamo quindi per un attimo da parte la musica, la sua prima passione, e immergiamoci in questa intervista, nella quale Don Backy ci fa vivere un po’ l’ambiente del set cinematografico come lo ha vissuto lui stesso, con un pizzico di incoscienza e leggerezza che non guasta mai. E chissà se, prima o poi, potremo rivederlo al cinema,  in un ruolo importante, magari interpretando un personaggio cattivo, che riesca a intimidirci…

Continua a leggere

THE TRANSPARENT WOMAN: online il trailer

Still-The-Transparent-Woman (Roberta Gemma)Fresche novità per The Transparent Woman, il giallo firmato da Domiziano Cristopharo, prodotto dalla M International Films, che con il regista di P.O.E. – Poetry of Eerie aveva già collaborato sul film a tre episodi Phantasmagoria.
The Transparent Woman racconta la storia di Anna [Roberta Gemma] una donna cieca bella e indipendente che, a causa di problemi finanziari è costretta a vendere l’appartamento in cui viveva insieme al marito [Arian Levanael].

Continua a leggere

I LUNGHI CAPELLI DALLA MORTE in DVD

lunghicapellidellamorte1RaroVideo ripropone in un DVD da collezione uno dei capolavori del nostro cinema di Genere, il goticissimo I lunghi capelli della morte, film del 1965 diretto dallo specialista Antonio Margheriti.

La trama è ambientata nel quindicesimo secolo in un castello dell’Europa centrale, dove Adele Karnstein, accusata di eresia, viene condannata e bruciata sul rogo, nonostante le promesse di salvezza di chi l’ha condannata.

Le maledizioni della donna si materializzeranno tempo dopo ai danni dei nobili accusatori per mano del fantasma della figlia Mary, che puntualmente compierà la sua vendetta.

Gotico tout-court del periodo d’oro del cinema horror italiano, I lunghi capelli della morte è un vero e proprio capolavoro di sceneggiatura e di tecnica, realizzato dal Maestro Antonio Margheriti, padre – insieme a Mario Bava – del cinema gotico di casa nostra, che qui dimostra più che in altre opere l’assoluta padronanza del mezzo nonché l’approfondita conoscenza della materia, che nulla hanno da invidiare alle blasonate produzioni straniere del periodo.

Continua a leggere

Il peplum secondo Freda e Bava

ercolemaciste1Sinister Film continua a riscoprire per CG Home Video cult film appartenenti al gotico italiano: è il turno di  Ercole al centro della Terra Maciste all’Inferno.

Ercole al centro della Terra [1961] di Mario Bava e Franco Prosperi è un peplum ricco di componenti horror e soprannaturali, così come succederà per Maciste all’inferno [1962] di Riccardo Freda. La storia fantastica ci accompagna nelle viscere della Terra dove troviamo il mostro Procuste e un inferno terrificante.

Il viaggio di Ercole ha motivazioni mitologiche [ritrovare una pietra vitale per salvare Deianira], ma la rappresentazione è da puro cinema dell’orrore e mette in primo piano morti che emergono dalle tombe, orrendi spettri vampiri che lottano contro l’eroe.

Continua a leggere

Segui [LR] su Facebook:

Post Facebook Più Recenti

Le uscite a fumetti della settimana de La Gazzetta dello Sport! InGenere Cinema

Su #InGenereCinema, le uscite a fumetti della settimana de LaGazzetta Dello Sport! #NathanNever #Orfani #SpiderMan #Puffi #Popeye #StarTrek #SuperEroiClassic

1 mi piace, 0 commenti10 ore fa

BRUTTI E CATTIVI: La Video-Intervista a Cosimo Gomez InGenere Cinema

Su #InGenereCinema, la video-intervista di Paolo Gaudio a Cosimo Gomez, regista di Brutti e Cattivi.

4 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

ALIEN COVENANT + SCAPPA – GET OUT + BLADE RUNNER – THE FINAL CUT InGenere Cinema

Un po’ di buoni home video su #InGenereCinena: #AlienCovenant + #Scappa – #GetOut + #BladeRunner #TheFinalCut!

1 mi piace, 0 commenti4 giorni fa

IT di Andy Muschietti: Arriva in sala Pennywise il Clown Danzante! InGenere Cinema

Su #InGenereCinema la recensione di Luca Ruocco di IT Il Film di Andy Muschietti!

2 mi piace, 0 commenti6 giorni fa

LIBERAMI di Federica Di Giacomo in Home Video - InGenere Cinema InGenere Cinema

#LIBERAMI di Federica Di Giacomo in DVD. Su #InGenereCinema la recensione di Gilda Signoretti.

0 mi piace, 0 commenti1 settimana fa