Luca Servini

MESSAGGI DA FORZE SCONOSCIUTE di Richard Moore

Circle of Iron, questo il titolo originale del più banale Messaggi da forze sconosciute imposto dai nostrani distributori, è un singolare progetto nato dalla penna di Bruce Lee nel 1968: il popolare attore lo concepì, coadiuvato dal collega James Coburn, come summa della filosofia delle arti marziali in unione alla filosofia Zen.

Dopo la prematura morte di Lee nel 1973, il progetto venne congelato fino a cinque anni dopo, quando gli sceneggiatori Stanley Mann e Stirling Silliphant lo riadattarono in maniera abbastanza discutibile [eliminando e cambiando parecchi elementi dalla sceneggiatura originale] e se ne incaricò della realizzazione definitiva il direttore della fotografia Richard Moore.

Per il ruolo del principe Shang-Cha [anche se nel film interpreta altri tre ruoli oltre a quello principale] venne scelto David Carradine, all’epoca già interprete del telefilm Kung Fu: l’attore è qui affiancato da nomi di spicco come Eli Wallach, Roddy McDowall e nientedimeno che Christopher Lee, che interpreta il ruolo del misterioso Zetan, figura attorno alla quale ruota la ricerca del Libro della Saggezza, perno su cui ruota tutta la storia del film.

Continua a leggere

MANITÙ LO SPIRITO DEL MALE di William Girdler

Tratto da una novella di Graham Masterton, Manitù lo spirito del male è l’ultimo film di William Girdler, già noto per il precedente Grizzly [1976] e scomparso prematuramente nel 1978, anno di uscita di questa pellicola.

Sinister e CG Entertainment ci propongono in DVD questo interessante connubio di horror e fantastico, che vanta la partecipazione di mostri sacri della storia del cinema come Tony Curtis e Susan Strasberg: accortasi di un’escrescenza sulla parte posteriore del collo, Karen esegue tutti gli accertamenti del caso escludendo così la possibilità di un cancro. Ma nel momento in cui l’ammasso aumenta di volume, i dottori decidono di operarla: la donna risulterà vittima di una possessione da parte di uno spirito indiano vecchio più di quattrocento anni, il quale si sta appunto materializzando in una sorta di feto all’interno del bubbone.

Continua a leggere

4 MOSCHE DI VELLUTO GRIGIO di Dario Argento

 

Finalmente anche in Italia, grazie a CG Entertainment, esce in una versione ad alta definizione 4 mosche di velluto grigio, terzo film di Dario Argento e uno dei più amati da parte degli appassionati del cinema del regista romano.

E’ un film particolare dal punto di vista della distribuzione e diffusione soprattutto a posteriori, dato che dopo l’uscita nelle sale all’epoca, i pochi passaggi televisivi risalgono ai primi anni Ottanta e poi il nulla.

Fino all’edizione dvd 01 di qualche anno fa – ma all’estero era già uscito – che finalmente ha riportato alla luce il film “maledetto” del Maestro del terrore italiano.

Esce in tripla edizione, su supporto DVD, Blu-Ray e Special Edition comprensiva di libro, cartoline e autografo dell’autore: per questioni di completezza, è giusto sottolineare però che, nonostante la presentazione parli di nuovo telecinema 2k, in realtà la copia utilizzata per questa edizione è la medesima – peraltro di qualità eccezionale – utilizzata per l’edizione tedesca Koch Media di circa quattro anni or sono.

Continua a leggere

DRACULA PADRE E FIGLIO di Édouard Molinaro

Un altro piccolo film passato all’epoca piuttosto inosservato e – fatta eccezione per una vhs General Video uscita negli anni Novanta – subito destinato all’oblio è Dracula padre e figlio, commedia parodistica sul noto conte partorito dalla penna di Bram Stoker, realizzato nel 1976 in terra d’oltralpe dal regista del Vizietto Édouard Molinaro e ora edito in DVD per Sinister Film.

Nei panni del conte vampiro ritroviamo ancora il grande Christopher Lee, ma stavolta i toni sono meno cupi e terrificanti delle precedenti apparizioni sul grande schermo: la vicenda prende piede in Transilvania nel 1784, quando Dracula sposa la giovane Erminia, che però spira subito dopo aver dato alla luce il figlio Anacleto.

Cento anni più tardi, il conte e suo figlio si vedranno costretti a lasciare la Romania a causa dell’avvento del comunismo, e mentre il primo finirà in Inghilterra, il secondo sbarcherà a Parigi, dove dapprima troverà lavoro come guardiano notturno e poi in un mattatoio. Quando il padre, divenuto una star del cinema interpretando sé stesso, vola a Parigi per lavoro, si incontrerà con il figlio rimanendo deluso dal fatto che questi non è in grado di essere un vero e proprio vampiro.

Continua a leggere

ROSEMARY’S KILLER di Joseph Zito

Sinister Film ancora imbattuta nella riscoperta di chicche più o meno sconosciute di genere fantastico e horror: tra le ultime uscite dell’etichetta distribuita da CG Entertainment, vi è anche questo piccolo film diretto nel 1981 dall’esperto Joseph Zito [Venerdì 13 – Capitolo finale], il quale ha avuto all’epoca anche una fugace apparizione nelle sale nostrane.

Finalmente, dopo diverse edizioni estere, approda anche nel nostro mercato home video The Prowler, ribattezzato da noi con un più banale Rosemary’s Killer, uno slasher per molti versi interessanti, sulla falsariga di Venerdì 13 e Halloween, che ha dalla sua soprattutto lo straordinario risultato ottenuto dagli fx creati dal maestro Tom Savini.

La trama è al limite dell’essenziale: un killer misterioso vestito in abiti militari con tanto di elmetto in testa e forcone, si aggira in una piccola cittadina del New Jersey con il solo obbiettivo di commettere una carneficina ai danni di un gruppo di ragazzi del college locale, durante l’annuale ballo primaverile.

Continua a leggere

SHARON’S BABY di Peter Sasdy

9-SHARON'S BABY_ALTASulla scia del successo mondiale de L’esorcista [1973], un paio di anni dopo il regista Peter Sasdy, peraltro già contraddistintosi con opere di un certo rilievo come Una messa per Dracula [1970] e Il cervello dei morti viventi [1972] viene incaricato di dirigere un horror a sfondo demoniaco che comprende – all’interno dell’impianto narrativo – anche elementi ripresi da capostipiti del cinema di Genere qui citati direttamente, tra cui  il capolavoro di Roman Polanski Rosemary’s baby [1968] e quello di Larry Cohen Baby Killer [1974]. Una ex ballerina di un locale da quattro soldi, sposata ad un imprenditore italiano, dà alla luce un bambino con strane tendenze aggressive: nonostante le cure dei medici e le attenzioni delle governanti, la causa di tale comportamento potrebbe essere dovuta ad una sorta di maledizione lanciata da un freak ex collega della donna, il quale le avrebbe predetto che avrebbe dato alla luce una sorta di anticristo.

Viene dunque chiamata suor Silvana, cognata della donna, a indagare sul mistero: si risolverà nell’immancabile esorcismo liberatorio ma solo dopo una falcidia che non risparmierà niente e nessuno.

Continua a leggere

YORGA IL VAMPIRO Collection

yorga-il-vampiro-1Nel 1970, la AIP [American International Pictures] decide di riportare in auge una delle figure classiche del cinema horror, quella del vampiro, in una chiave più moderna a livello di ambientazione e dinamiche narrative: il progetto parte come una sorta di horror erotico molto spinto, ma in corsa si decide di virare solamente verso la parte orrorifica sacrificando nudi ed eccessi pruriginosi, onde evitare le maglie censorie della MPAA, le quali, però, si abbattono comunque sul risultato finito, che costringe gli autori a scorciare alcune sequenze e a cambiarne la colonna sonora per stemperare l’impatto giudicato comunque troppo forte.

Rimane il titolo, The Loves of Count Iorga Vampire, così come alcuni elementi residui del progetto originale, più o meno innocui – soprattutto ai giorni nostri – che permettono al film di essere distribuito senza particolari problemi. Nonostante le vicissitudini, il conte Yorga [con la “I” nei credits originali ma che diventa “Y” nel sequel così come nella versione italiana] esce nelle sale e riscontra un buon successo di pubblico, che solletica anche una casa di produzione più blasonata come la Hammer a riciclare uno dei suoi personaggi più famosi, quello del Conte Dracula, e a trasferirlo nuovamente sullo schermo nei due ultimi film con Christopher Lee [1972, Dracula colpisce ancora! e I satanici Riti di Dracula] e ambientati nella Londra moderna.

Continua a leggere

IL VAMPIRO di Sam Newfield

il-vampiro-dvd1Sinister Film, per la gioia degli appassionati del Genere, inanella un’altra perla dispersa da tempo e recuperata da qualche archivio polveroso, riportandola alla luce in digitale in una nuova e pregevole edizione home video.

Il vampiro, conosciuto anche con il titolo alternativo Cyclops, è un film low cost diretto nel 1943 dal prolifico director Sam Newfield e interpretato dal divo dell’epoca George Zucco.

Nel duplice ruolo dei fratelli Clayton, Zucco si alterna tra i panni del fratello buono, medico di fama che mal sopporta l’altro ed Erwin, pecora nera della famiglia, dedito a studi di magia nera.

Fino a quando il primo non decide di uccidere il secondo, gettandolo da una scogliera: ma presto, il cattivo Erwin si rivelerà essere un vampiro e quando la nipote del dottor Clayton si ammalerà di un morbo misterioso, questi troverà il modo per distruggere il pericoloso essere.

Continua a leggere

I RAGNI DELLA METROPOLI di Ted Tetzlaff

i-ragni-della-metropoli-dvd1

Marc Fury è un avventuriero che vive alla giornata: emigrato dalla Spagna, arriva negli Stati Uniti dove si insinua nel suo habitat naturale, quello delle bische clandestine.

Una notte, mentre è al tavolo da gioco, viene uccisa una persona da un killer di cui riesce solo lui a vederne il volto: trattasi del fuorilegge Ned Johnson, il quale pattuisce con Marc un pagamento di cinquantamila dollari in cambio della responsabilità dell’omicidio con la scusante della legittima difesa.

Marc accetta il patto, ma contestualmente chiede al killer di firmare una dichiarazione dei termini del loro particolare contratto: quest’ultimo, però, non ha alcuna volontà di rispettare gli accordi.

Nonostante il titolo italiano evochi fantasy a base di mutanti e mostri geneticamente modificati, I ragni della metropoli è in realtà il remake del più famoso La dama e l’avventuriero, interpretato nel 1943 da Cary Grant: classico noir anni cinquanta che comprende tutti gli elementi del Genere, a partire dai fumosi contesti delle bische clandestine fino ai personaggi che vi ruotano attorno, siano avventurieri che killer di mezza tacca, il film venne prodotto dalla gloriosa RKO Pictures e viene presentato dalla Sinister Film all’interno dell’interessante collana Noir d’essai in un’ottima edizione seppur mancante della lingua italiana.

Continua a leggere

MACABRO di Lamberto Bava

macabroDai cugini d’Oltralpe ecco in arrivo gustose novità per quanto riguarda i Cauchemar Italiens, ovverosia gli “incubi italiani”, cinematograficamente parlando: parliamo oggi di The Ecstasy of Films, giovane società di produzione francese che ha già in catalogo molte chicche da veri appassionati e molte altre sono in arrivo nei prossimi mesi. La chicca che ci propone TEOF in questa estate afosa è niente di meno che il primo film del nostro Lamberto Bava, quel Macabro uscito nell’ormai lontano 1980 e destinato a diventare un piccolo cult del nostro cinema horror. Girato a basso costo e con una troupe di poche persone, il film vede la protagonista Jane Baker – impersonata da Bernice Stegers dopo i fasti del felliniano La città delle donne – subire un crollo nervoso in seguito alla contemporanea morte per annegamento del figlioletto e per incidente dell’amante, di cui teneva nascosta ovviamente l’esistenza in famiglia.

Continua a leggere

Post Facebook Più Recenti

Madness Factory ci racconta PARACELSO - InGenere Cinema InGenere Cinema

Luca Ruocco ha intervistato Madness Factory per sapere di più del loro nuovo progetto: #Paracelso. Su #InGenereCinema.

0 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

JACKIE di Pablo Larraìn - InGenere Cinema InGenere Cinema

[in sala]: #JACKIE di Pablo Larraìn, su #InGenereCinema [recensione di Egidio Matinata]

0 mi piace, 0 commenti2 giorni fa

RESIDENT EVIL: THE FINAL CHAPTER di Paul W. S. Anderson - InGenere Cinema InGenere Cinema

Si raschia il fondo in modo spregiudicato in #ResidentEvil #TheFinalChapter. Luca Ruocco ne parla su #InGenereCinema.

1 mi piace, 0 commenti3 giorni fa

Foto del diario

#RassegnaStampa: The Walking Dead n.45 di Kirkman, Adlard, Gaudiano, Rathburn Ed: saldaPress [euro 2,50] Oggi in #edicola.

0 mi piace, 0 commenti4 giorni fa

“La Gazzetta dello Sport”: Bollettino uscite n.12 - InGenere Cinema InGenere Cinema

Questa settimana due uscite a fumetti per La Gazzetta dello Sport: #DylanDog #IMaestriDellaPaura e #LeBattaglieDelSecolo. Su #InGenereCinema.

0 mi piace, 0 commenti4 giorni fa