Koch Media

PICCOLI CRIMINI CONIUGALI di Alex Infascelli

Dopo il David di Donatello per il documentario S is for Stanley, Alex Infascelli torna alla fiction con Piccoli crimini coniugali. Un kammerspiel freddo ed elegante tinto di giallo e tratto dall’omonimo romanzo best seller del 1960 di Éric-Emmanuel Schmitt.

Dopo un brutto incidente domestico, un affermato scrittore di thriller, torna a casa dall’ospedale completamente privo di memoria. Ragiona ma non ricorda, non riconosce più neppure la moglie, la quale tenta di ricostruire la loro vita di coppia, tassello dopo tassello, cercando di oscurarne le ombre. Via via che si riportano alla luce informazioni dimenticatem, si manifestano delle crepe: sono molte le cose che non tornano nel racconto e il confine tra verità e menzogna è molto sottile.

Claustrofobico, teatrale, artificiale, sinistro, psicanalitico e straniate. Piccoli crimini coniugali è tutto questo e si propone come l’opera più ambiziosa e personale del regista di Almost Blue.

Continua a leggere

ROAD OF THE DEAD + L’ODIO CHE UCCIDE + THE MODEL + THE LAST SHOWING

Il meccanico Barry si trova di punto in bianco scaraventato all’interno di un’apocalisse zombie da cui cerca, senza riuscirci, di difendere sua moglie e sua figlia. Senza più gli affetti di suoi cari, Barry si mette alla ricerca di sua sorella Brooke, che nel frattempo è stata rapita da un gruppo di soldati che riforniscono il laboratorio di un mad doctor di cavie utili ai suoi esperimenti.

In Australia, ma probabilmente anche nel resto del mondo, le persone si stanno trasformando in esseri violenti e affamati di carne e soprattutto carne umana: lenti e impediti nei movimenti, di giorno; rapidi e atletici al calar del sole. Ma pare esistano delle persona immuni al virus… e una di queste sembra essere proprio Brooke che, infettata dal folle scienziato con il sangue infetto, invece di trasformarsi ha sviluppato una sorta di potere medianico con cui riesce a comunicare con gli zombie.

Road of the Dead – Wyrmwood è anche un road movie che intreccia piacevolmente horror, azione e ironia, mentre racconta la fuga su un pick-up dei due fratelli in compagnia di altri sopravvissuti. Un’auto abbastanza sui generis, visto che come combustibile utilizza una sorta di gas prodotto proprio dagli zombi!

Continua a leggere

VIY – La maschera del Demonio + EQUALS

All’inizio del XVIII secolo il cartografo Jonathan Green intraprende un viaggio scientifico dall’Europa verso l’Oriente. Dopo aver attraversato la Transilvania e i Carpazi, l’uomo si ritrova in un piccolo villaggio perso tra i boschi. Le strane persone che vivono lì sono convinte di essere riuscite a salvarsi dal Male grazie ad un profondo fossato che riuscirebbe ad isolarle dal resto del mondo. I popolani ignorano, però, che il male è già riuscito ad infiltrarsi tra loro, e attende solo il momento più propizio per saltar fuori.L’imbranato Jonathan Green si ritroverà protagonista di un’assurda storia popolata da creature di cui non aveva mai trovato traccia nei suoi amati libri.

VIY – La maschera del Demonio di Oleg Stepchenko non è  solo un film horror. Non lo è in riferimento, innanzitutto, all’ironia marcata e demenziale, onnipresente, che molto spesso riesce a sovrastare la tematica orrorifica e fantastica su cui il film poggia.

Continua a leggere

ZOMBI in 4K: Il restauro del cult di Romero raccontato da Michele De Angelis

Un’uscita home video da inserire nelle liste regalo di ogni appassionato di cinema [non solo] horror? Di certo Il cofanetto 4K, Ultra HD dello Zombi di George A. Romero: 6 dischi che raccolgono la European Cut di 118’ [la versione del film tagliata, rimontata e ri-musicata da Dario Argento] in triplice versione [4K, Blu-Ray e, per la prima volta in versione Full Frame]; la Theatrical Version di 127’ voluta da Romero; la Extended Version di 139’ presentata a Cannes nel 1978 e un ricco disco di contenuti extra.

Per raccontare meglio il lavoro racchiuso all’interno di questo cofanetto e dietro il restauro della pellicola di Romero [nella versione “argentiana”] patrocinata da Nicholas Winding Refn, abbiamo incontrato Michele De Angelis, che proprio a quest’ultima ha lavorato!

Continua a leggere

Midnight Factory: SOMNIA e THE NEON DEMON

somnia-dvd-1Cody è un bambino speciale. Un giovanissimo organo che non riesce a trovare una famiglia affidataria che accetti di ospitare e di prendersi cura un un piccolo dotato di un “dono” tanto particolare.

Un potere particolare che il ragazzo non riesce ancora a domare: i suoi sogni diventano reali; riescono a materializzarsi durante il sonno, per poi scomparire appena aperti gli occhi.

E, come è ovvio che sia, le immagini che prendono corpo dalla sua fase REM posso essere tanto piacevoli e poetici come le enormi e colorate farfalle di cui  il bambino è un fine conoscitore, quanto terrificanti e pericolosi incubi. Il peggiore di tutti è una creatura che sembra perseguitare le notti del piccolo Cody: l’“Uomo Cancro”, una creatura che sembra un incrocio tra uno scheletro e un alieno di razza grigia, che più volte ha assimilato all’interno del suo esile corpo alcuni degli aspirati genitori affidatari dell’orfano.

Continua a leggere

HALLOWEEN NIGHT di Bobby Roe

halloween-night1Lascia molto a desiderare Halloween Night, film d’esordio di Bobby Roe.

Si tratta di un mockumentary di bassa lega, e di scarsa fantasia, di quelli che non riescono a trasmettere nulla, se non tanta noia.

Sì, perché questo film parte dal presupposto di non voler raccontare nulla di originale, e la sua pecca più grande é che per farlo il regista decide di riproporre dall’inizio alla fine situazioni fin troppo similari, come se il film andasse in loop.

Al centro del film la festa di Halloween, e con essa la tendenza tutta americana di andare “a caccia della paura estrema” visitando vere o presunte Haunted Houses, case stregate dove si nascondono persone desiderose di far saltare in aria dalla paura i tanti visitatori giunti.

Continua a leggere

Cult o [S]cult? Vol. 11

amerd-bd1Tra i titoli estivi di Midnight Factory, il titolo di certo più interessante è il cofanetto Blu-Ray limited edition [con booklet curato da Nocturno Cinema] contenente Amer (2009) e Lacrime di sangue (2012) del duo registico Bruno Forzani e Hélène Cattet, coppia artistica e di vita che grazia ai due film e alla partecipazione al progetto The Abcs of Death è riuscita ad attirare l’attenzione di spettatori, critici e qualche importante guest come Quentin Tarantino, che ha inserito il loro lungo d’esordio nella lista dei suoi film preferiti di sempre!

Il cinema di Forzani e Cattet si apparenta per ispirazione, colori e sapori al giallo all’italiana, anche se si differenzia dal Genere grazie ad una personalità forte e allucinata e ad una ricerca ossessiva del senso del perturbante non solo nel thrilling, ma soprattutto nel sensuale.

In Amer, l’amaro racchiuso nel titolo francese, si apparenta con Amer, le tre età della protagonista [infanzia, adolescenza, maturità], tre momenti accomunati dall’incubo, dall’oscurità.

Il secondo, Lacrime di sangue, film del duo francese è, invece, un racconto sullo stretto rapporto tra l’eros e la morte, vissuto attraverso gli occhi e la mente di un uomo, Dan, che ricerca disperatamente la moglie scomparsa all’interno di un condominio assai luciferino.

Continua a leggere

ZOMBIE MASSACRE SAGA in Blu-Ray per Midnight Factory

zombie-massacre-saga-bd1Koch Media aveva già distribuito per il mercato home video il loro Zombie Massacre [2013], film figliato dall’interesse che il lungometraggio di esordio dei registi Marco Ristori e Luca Boni, Eaters, era riuscito a destare nel regista-produttore tedesco Uwe Boll.

La collana Midgnight Factory ora ripropone il titolo in versione limited edition DVD o BD, un cofanetto in cartonato con booklet di entrambi i film della saga: due dischi, il primo con Zombie Massacre e una serie abbondante di extra, l’altro con Zombie Massacre: Reich of the Dead, un lungo backstage con interviste e il trailer.

Nel primo film, gli zombie [che come raccontano i due registi nel backstage del film sono più che altro degli infetti e non i canonici morti viventi] sono la diretta conseguenza di un’arma batteriologica militare, sviluppata con il benestare governo americano [rappresentato dallo stesso Boll, nei panni del presidente] intenzionato a creare il solito esercito di super-soldati.

Continua a leggere

Cult o [S]cult? Vol. 10

hazard-jack-1Amiche e amici, non avete idea di che filmaccio avrete modo di recuperare in DVD, grazie a Koch Media, se tra voi si nasconde qualcuno [e ci sarà di certo] con brutti brutti brutti gusti.

Il breve incipit ci racconta di un reduce di guerra che, impiegatosi come manovale in un cantiere, non riesce a trattenere le sue crisi di violenza. L’uomo viene allontanato dal suo capo, ma si nasconderà in un ex-ospedale psichiatrico abbandonato che, sorpresa delle sorprese, diventa subito dopo la location scelta da un gruppo di giovani per una ludica guerra di softair.

Nel gruppo, ovviamente, ci sono tutti i più stereotipati: il nerd, la sociopatica, l’ossessionato dai video, la maliziosa, quello un po’ più silenzioso e quella che nasconde qualcosa, una coppia di buffi gay, i palestrati del tutto idioti e due oche che aspettano solo il momento di poter mettere in mostra la loro mercanzia gonfiata grazie all’aiuto di qualche chirurgo plastico [e il momento arriva molto presto, durante una gara di tiro al bersaglio in cui chi perde è “costretto” a denudarsi].

Continua a leggere

THE VATICAN TAPES e THE GIFT in DVD

the-vatican-tapes-dvd1Il diavolo torna in DVD per Midgnight Factory. A dire il vero non si tratta di un capitolo eccellente della sua sterminata filmografia, anzi… Quella che Koch Media distribuisce in edizione Limited Edition con sovracopertina in cartonato e booklet curato da Nocturno, è l’assai fiacco The Vatican Tapes, film horror demoniaco davvero slavato che nulla aggiunge alla vecchia zuppa, risultando anche molto fiacco a livello di tensione e di coerenza.

L’esorcista Padre Lozano [Michael Peña] viene inviato dal Vaticano ad assistere la giovane Angela Holmes [Olivia Taylor Dudley], che sembra essere caduta nelle grinfie di un potente spirito malvagio dalla grande forza distruttiva.

The Vatican Tapes tenta di cavalcare l’ondata giubilare del 2016, cercando il collegamento con il centro del mondo cattolico a partire dal titolo, oltre che mescolando finzione e [finta] realtà in un incipit in stile documentario in cui esorcisti e sacerdoti rilasciano dichiarazioni riguardo la reale esistenza del demonio e della percentuale pericolosamente in crescita di fenomeni di possessione in tutto il mondo. Nell’intro appaiono anche immagini di repertorio del ontefice in carica, Francesco. Continua a leggere

Post Facebook Più Recenti

GUARDIANI DELLA GALASSIA Vol. 2 di James Gunn - InGenere Cinema InGenere Cinema

Su #InGenereCinema, la recensione di Luca Ruocco di Guardiani della Galassia vol.2 http://www.ingenerecinema.com/2017/04/26/guardiani-della-galassia-vol-2-james-gunn/

1 mi piace, 0 commenti21 ore fa

THE CIRCLE di James Ponsoldt - InGenere Cinema InGenere Cinema

[in sala]: #TheCircle di James Ponsoldt, su #InGenereCinema [recensione di Stefano Tibaldi]

1 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

PICCOLI CRIMINI CONIUGALI di Alex Infascelli - InGenere Cinema InGenere Cinema

[in sala]: #PiccoliCriminiConiugali di Alex Infascelli, su #InGenereCinema [recensione di Paolo Gaudio]

0 mi piace, 0 commenti2 giorni fa

Apocalissi a basso costo al FUTURE FILM FESTIVAL - InGenere Cinema InGenere Cinema

Su #InGenereCinema parliamo di #ApocalissiABassoCosto, la rassegna dedicata all’indie di Genere italiano, curata da Raffaele Meale per il Future..

0 mi piace, 0 commenti4 giorni fa

PIIGS di Adriano Cutraro, Federico Greco, Mirko Melchiorre - InGenere Cinema InGenere Cinema

[in sala]: PIIGS_TheMovie di Adriano Cutraro, Federico Greco, Mirko Melchiorre, su #InGenereCinema [recensione di Gilda Signoretti]

0 mi piace, 0 commenti4 giorni fa