horror

IL POZZO E IL PENDOLO di Roger Corman

Nei primi anni Sessanta, la factory di Roger Corman produsse otto film tratti da altrettanti racconti dello scrittore Edgar Allan Poe, tutti – eccetto Sepolto vivo [1962] interpretato dallo strepitoso Ray Milland – con protagonista il mostro sacro Vincent Price.

La formula era sempre la medesima: budget risicato, tempi di lavorazione stretti e riutilizzo delle scenografie – nonché della troupe tecnica – già utilizzate in precedenza. Anche Il pozzo e il pendolo [1961] non fa eccezione: realizzato in sole due settimane e costato duecentomila dollari, incassò solo in America la bellezza di due milioni di dollari. Non male per un film a budget zero.

Per questo ciclo di film tratti dagli inquietanti racconti del mitico scrittore di Boston, Corman si discostò a volte parecchio dai testi scritti, dando maggiore libertà all’ispirazione del momento e delle mode del periodo: il gotico come Genere, ma anche come marchio di fabbrica riconoscibile in tutto il ciclo e, più in generale, nelle produzioni di genere dell’epoca: ombre, nebbie incombenti, colori sgargianti – Mario Bava insegnò – e bellezze indotte molto spesso ad una fine poco ortodossa sono gli elementi base di questo genere molto apprezzato all’epoca e diventato un cult con il passare degli anni.

Continua a leggere

GO HOME – A CASA LORO: Il nuovo film di Luna Gualano

A Roma, durante una manifestazione contro l’apertura di un centro d’accoglienza, si scatena un’apocalisse zombie: solo l’interno del centro sembra essere sicuro e gli ospiti faranno di tutto per restare in vita.
Enrico, un ragazzo di estrema destra, si mette al riparo all’interno del centro, mentendo sulla sua identità.
L’unico luogo sicuro è quel centro d’accoglienza che lui non voleva, mentre fuori i morti camminano sulla terra.

E’ questa la storia di “Go Home – A casa loro”, un horror allegorico scritto da Emiliano Rubbi che vuole utilizzare gli zombie come metafora per una società sempre più chiusa, spaventata, aggressiva nei confronti dei migranti, dei profughi, del “diverso da sé” in generale.

Dal 31 maggio è online la campagna di raccolta fondi per il film, che verrà girato questa estate ad agosto dalla regista Luna Gualano.

I fondi serviranno ad aggiungere ulteriori effetti speciali e ad aumentare i giorni di ripresa.

Il film, unico nel suo genere, sarà realizzato in “multilingua”.

Continua a leggere

 31 + IL PASSO DEL DIAVOLO

31 ottobre 1976. Un gruppo di perdigiorno nemmeno più tanto giovani si muovono su di un grosso camper tra le lande desolate del Texas. Il gruppo, capeggiato da Sheri Moon Zombie, viene rapito da tre folli e ricchi signori. Come già successo nella saga di Hostel e in quella de La notte del giudizio, i danarosi mattoidi amano passare il tempo giocando con le vite di poveri malcapitati: in questo caso portando il gruppo di protagonisti all’interno di un edificio abbandonato per dare il via ad una caccia all’uomo che vede dei criminali altrettanto fuori di zucca nelle vesti dei cacciatori. Dei cacciatori con nomi d’arte che ne fotografano le principali caratteristiche caratteriali [Doom-Head, Psycho-Head, Death-Head, Sex-Head e via dicendo…], e con dei trucchi e dei costumi che puntano ancora una volta sull’ossessione del regista per “la maschera”, soprattutto su quella del clown.

Continua a leggere

THE WICKED GIFT: Il primo teaser

The Wicked Gift l’horror opera prima di Roberto D’Antona continua a muovere i passi che lo dividono dall’uscita in sala.
Insonnia, paura e terrore al centro di The Wicked Gift, primo progetto cinematografico di D’Antona, apprezzato giovane attore/regista indipendente italiano che ha già all’attivo diverse pellicole di Genere.

È stato rilasciato il teaser trailer del film, un thriller/horror indipendente, scritto dallo stesso D’Antona e sviluppato insieme alla sua partner professionale Annamaria Lorusso [insieme hanno recentemente dato vita alla casa di produzione L/D Production] è stato co-prodotto dalla Movie Planet e riceverà una distribuzione cinematografica su tutto il territorio nazionale.

Continua a leggere

LA MUMMIA di Alex Kurtzman

Se siete frequentatori abituali delle pagine del nostro sito, non vi sarà certamente sfuggita la nostra passione incondizionata per i mostri. Siamo tifosi dei mostri, sostenitori dei mostri e tra un film con i mostri e uno senza, preferiamo nella maniera più assoluta il primo. Tuttavia, in questi ultimi anni, i nostri amici mostri, non sono stati trattati con il rispetto necessario dagli Studios hollywoodiani, anzi. Troppo spesso sono stati sminuiti e ridicolizzati da iniziative molto discutibili come Twilight o caotiche e pasticciate come Van Helsing. D’altronde, la prerogativa di rovinare le cose buone, fa parte di questa industria e anno dopo anno ci siamo sorbiti vampiri che luccicano al sole, licantropi addomesticati e docili e persino Dracula Untold.

Ora: la tendenza del momento a Hollywood è rappresentata dalla possibilità di avere un unico contesto dove far agire personaggi apparentemente slegati l’uno dall’altro. Lo chiamano “universo condiviso espanso”. Com’è noto, questo modo di procedere è mutuato dai fumetti, infatti, manco a dirlo, a introdurlo nel mondo del cinema, sono stati proprio i Marvel Studios, i quali hanno fatto incrociare – con grande successo, non si può nascondere – i destini di tutti i loro supereroi. A ruota, li hanno seguiti in questa operazione, anche i rivali di sempre della DC Comics, ma con qualche problemino in più, forse superato dal recente successo di Wonder Woman.

Continua a leggere

Dylan Dog – 30 anni di incubi: Intervista a Luca Ruocco e Marcello Rossi

Tutto quello che volevate sapere su Dylan Dog, ma non avete mai osato chiedere. Potremmo descriverlo anche così il bel documentario, Dylan Dog – 30 anni di incubi di Luca Ruocco e Marcello Rossi, i quali da veri esperti, ci raccontano i primi trent’anni di vita dell’indagatore dell’incubo edito da Sergio Bonelli Editore e amato in tutto il mondo. In occasione della nuova messa in onda su Studio Universal [in onda sul digitale terrestre sulla piattaforma Mediaset Premium], ogni sabato di giugno in seconda serata, abbiamo fatto due chiacchiere con gli autori che sono di casa sulle pagine del nostro sito.

[Paolo Gaudio]: Un documento per raccontare i trent’anni dell’indagatore dell’incubo: dall’osservatorio di due esperti, com’è invecchiato il personaggio Bonelli in questi anni?

Continua a leggere

The Wicked Gift: Il teaser poster

Prossimamente al cinema il nuovo horror made in Italy diretto da Roberto D’Antona, The Wicked Gift.

Thriller paranormale, inquietante e spaventoso, The Wicked Gift è una girandola di colpi di scena che conducono lo spettatore attraverso un viaggio allucinante e mai scontato tra realtà e incubo.
In attesa del primo trailer, è stato rilasciato ieri il teaser poster del progetto tutto italiano che sbarcherà presto al cinema, scritto e diretto dal giovane attore/regista indipendente, sviluppato insieme ad Annamaria Lorusso [fondatori della casa di produzione L/D Production] e co-prodotto dalla Movie Planet.
Per restare aggiornati sulle news, il trailer e la data di uscita seguite la pagina Facebook ufficiale di The Wicked Gift.


Sinossi:
Ethan è un giovane designer, timido e piuttosto riservato che da anni è afflitto da insonnia a causa di terribili incubi. Decide di andare in terapia per risolvere il suo problema pensando di avere disturbi della personalità, ma sarà grazie all’aiuto del suo migliore amico e di una Medium che affronterà il lungo viaggio che lo condurrà alla consapevolezza -che i suoi incubi nascondono qualcosa di molto più oscuro di quanto potesse immaginare.

Continua a leggere

GLI INVASORI SPAZIALI COLLECTOR’S EDITION 2 DVD

Alcuni film riescono a lasciare nello spettatore ricordi e sensazioni vivide e quando questo è possibile lo si deve principalmente ad un esauriente lavoro di sceneggiatura e ad una coesione di intenti con la regia e con la componente musicale. Forse Gli invasori spaziali, sia l’originale e penultimo film di William Cameron Menzies del 1953 che il remake di Tobe Hooper, Invaders, del 1961, non brillano per musicalità, ma sicuramente hanno dalla loro parte una base scritturale semplice ma affascinante. É lodevole l’uscita in doppio DVD distribuito di CG Entertainment nella collana Sinister Film, che racchiude entrambi i film. Se gli intenti sono gli stessi, le modalità di realizzazione dei due film sono molto diverse. Ma andiamo con ordine.

Un bambino, David [Jimmy Hunt nel primo e Hunter Carson nel secondo] viene svegliato in piena notte da una luce molto intensa proveniente dalla collina a poca distanza dalla propria casa; spinto dalla curiosità di capire di cosa si tratti si affaccia alla finestra e scopre che sulla collina è appena atterrata un’astronave, che, stranamente, sta sprofondando nel terreno. Terrorizzato, chiama i genitori, ma né il padre, di professione scienziato, né la madre sembrano credergli.

Continua a leggere

“La Gazzetta dello Sport”: Bollettino uscite n.27

Questa settimana vi presentiamo quattro uscite editoriale distribuite da La Gazzetta dello Sport: il primo è il ventesimo e ultimo numero della serie Dylan Dog – I Maestri della Paura; il secondo è il trentunesimo albo di Orfani [le uscite riguardano la stagione dedicata a Ringo]; il terzo è il nono volume della collana Marvel Super Eroi Classic, stavolta dedicata ai Fantastici Quattro “Uno Skrull è tra noi!”; l’ultimo è l’ottavo volume cartonato de I Puffi“La guerra delle sette sorgenti”.

Dylan Dog – I Maestri della Paura presenta “Il feroce Takurr”, storia completa di 96 pagine scritta da Michele Medda e disegnata da Franco Saudelli.

Quando la normale passione di un collezionista diventa follia, non ci sono limiti agli orrori cui si può assistere… Se poi la collezione è di incubi, non resta che rivolgersi a Dylan Dog!

L’albo è in edicola a 3,99 euro. Per maggiori informazioni clicca qui:

Continua a leggere

“La Gazzetta dello Sport”: Bollettino uscite n.25

Questa settimana vi presentiamo quattro uscite editoriale distribuite da La Gazzetta dello Sport: il primo è l’albo numero 18 della nuova serie Dylan Dog – I Maestri della Paura; il secondo è il ventinovesimo albo di Orfani, il quinto della stagione dedicata a  Ringo; il terzo è il settimo volume della collana Marvel Super Eroi Classic, stavolta dedicata ai Fantastici Quattro “Minaccia sulla luna!”; l’ultimo è il sesto volume cartonato de I Puffi“L’uovo e i Puggi”.

Dylan Dog – I Maestri della Paura presenta “La legione degli scheletri”, storia completa di 96 pagine scritta e disegnata da Angelo Stano.

Qual è il nesso tra le opere di una giovane artista londinese e l’orda di scheletri che uccide chi vi è ritratto? Non chiedetelo a un critico d’arte, ma a un esperto di incubi..!

L’albo è in edicola a 3,99 euro. Per maggiori informazioni clicca qui:

Continua a leggere

Segui [LR] su Facebook:

Post Facebook Più Recenti

THE CHILDHOOD OF A LEADER – L’INFANZIA DI UN CAPO di Brady Corbet - InGenere Cinema InGenere Cinema

[in sala]: THE CHILDHOOD OF A LEADER – L’INFANZIA DI UN CAPO di Brady Corbet, su #InGenereCinema [recensione di Egidio Matinata]

0 mi piace, 0 commenti14 ore fa

www.ingenerecinema.com

[in sala]: #CiviltàPerduta di James Gray, su #InGenereCinema [recensione di Paolo Gaudio]

0 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

Foto del diario

#RassegnaStampa: Mercurio Loi – Sergio Bonelli Editore n.2 di Alessandro Bilotta e Giampiero Caartano Ed: Sergio Bonelli Editore [euro 4,90]..

0 mi piace, 0 commenti5 giorni fa

Foto del diario

#RassegnaStampa: Morgan Lost – Sergio Bonelli Editore n.21 di Claudio Chiaverotti e Andrea Fattori Ed: Sergio Bonelli Editore [euro 3,50] “L’astronave..

0 mi piace, 0 commenti5 giorni fa

Foto del diario

#RassegnaStampa: #TheWalkingDead n.47 di Kirkman, Adlard, Gaudiano, Rathburn Ed: saldaPress [euro 2,50] In #edicola.

0 mi piace, 0 commenti6 giorni fa