fantasy

“La Gazzetta dello Sport”: Bollettino uscite n.30

Questa settimana vi presentiamo tre uscite editoriale distribuite da La Gazzetta dello Sport: il primo è il trentacinquesimo albo di Orfani “Come pioggia” [le uscite riguardano la stagione dedicata a Ringo]; il secondo è il volume 13 della collana Marvel Super Eroi Classic, stavolta dedicata a Iron Man “La dinamo cremisi colpisce ancora!”; l’ultimo è l’undicesimo volume cartonato de I Puffi“Storie di Puffi”.

La fine del mondo è solo l’inizio. Gli alieni hanno attaccato la terra, un esercito di orfani è l’ultima speranza per il genere umano. Non perdere la più avvincente battaglia a fumetti di sempre. L’intera serie di Orfani, in ordine cronologico, in una nuova edizione. Da leggere tutta d’un fiato.

Il trentacinquesimo albo della collana è scritto da Mauro Uzzeo, disegnato da Alessio Avallone e colorato da Nicola Righi.

http://store.gazzetta.it/Collana-Uscite-1-10/ihasEWcW0e0AAAFXWIgGweaS/pc?

Continua a leggere

“La Gazzetta dello Sport”: Bollettino uscite n.27

Questa settimana vi presentiamo quattro uscite editoriale distribuite da La Gazzetta dello Sport: il primo è il ventesimo e ultimo numero della serie Dylan Dog – I Maestri della Paura; il secondo è il trentunesimo albo di Orfani [le uscite riguardano la stagione dedicata a Ringo]; il terzo è il nono volume della collana Marvel Super Eroi Classic, stavolta dedicata ai Fantastici Quattro “Uno Skrull è tra noi!”; l’ultimo è l’ottavo volume cartonato de I Puffi“La guerra delle sette sorgenti”.

Dylan Dog – I Maestri della Paura presenta “Il feroce Takurr”, storia completa di 96 pagine scritta da Michele Medda e disegnata da Franco Saudelli.

Quando la normale passione di un collezionista diventa follia, non ci sono limiti agli orrori cui si può assistere… Se poi la collezione è di incubi, non resta che rivolgersi a Dylan Dog!

L’albo è in edicola a 3,99 euro. Per maggiori informazioni clicca qui:

Continua a leggere

PIRATI DEI CARAIBI – LA VENDETTA DI SALAZAR di Joachim Ronning e Esper Sandberg

Sono passati ben quattordici anni da quando Capitan Jack Sparrow approdò a Port Royal su un’indegna imbarcazione in procinto di affondare, dando inizio ad una delle saghe di maggior successo degli ultimi vent’anni e regalando alla storia del cinema d’avventura uno dei personaggi più iconici e amati.

In questo quinto capitolo, Sparrow si trova a dover affrontare una flotta di marinai fantasma guidati dal capitano Armando Salazar, fuggiti dal Triangolo del Diavolo a bordo della Silent Mary, una nave fantasma, per ucciderlo. Al timone della sua piccola nave, il Gabbiano Morente, Jack si avvia alla ricerca del leggendario tridente di Poseidone, che può diventare la sua unica speranza di salvezza, stringendo un’alleanza con l’astronoma Carina Smyth e il giovane marinaio della Royal Navy, Henry Turner.

Con Oltre i confini del mare [2011], dato l’addio di Gore Verbinski e l’arrivo di Rob Marshall, la produzione aveva tentato di mescolare le carte in tavola, introducendo nuovi personaggi per dare l’avvio ad una nuova trilogia.

Continua a leggere

KING ARTHUR – IL POTERE DELLA SPADA di Guy Ritchie

Quando il padre del piccolo Artù viene assassinato, suo zio Vortigern si impadronisce del trono. Privato dei diritti che gli spetterebbero per nascita e senza sapere chi sia realmente, Artù riesce a sopravvivere nei vicoli oscuri della città. Solo quando estrae la mitica spada dalla roccia la sua vita cambia radicalmente ed è costretto ad accettare l’eredità che gli spetta di diritto.

Il nuovo film di Guy Ritchie, a due anni di distanza da Operazione U.N.C.L.E. [2015] e ben sei dal secondo capitolo su Sherlock Holmes [Gioco di ombre, 2011], ripropone in salsa post-moderna le avventure di Re Artù, di cui ricostruisce storia, origini e mito, tracciando il solco per una possibile saga.

King Arthur – Il potere della spada rientra pienamente nella fascia media dei blockbuster che siamo abituati a vedere, ma l’approccio produttivo e di realizzazione permette di fare alcune riflessioni aldilà del risultato finale.

L’intento di Guy Ritchie e di Lionel Wigram è di mescolare le caratteristiche dell’epica e del fantasy puro con quelle di crime movie/gangster movie/black comedy [che fanno parte del DNA del regista sin dagli esordi], in particolare nel modo in cui vengono raccontati i personaggi, i volti scelti per interpretarli, nell’uso della macchina da presa, nel montaggio e in alcune gag.

Continua a leggere

LA RAGAZZA DEI MIEI SOGNI di Saverio Di Biagio

In Verità e Metodo, il filosofo tedesco Hans-Georg Gadamer, indica l’impossibilità di accostarsi a un testo senza pregiudizi, in quanto la nostra mente non è affatto una tabula rasa. Il pregiudizio che accompagna il lettore, non è necessariamente un giudizio errato, ma più semplicemente una presupposizione cioè un giudizio previo, la cui legittimità dovrà essere messa alla prova e verificata. Le teorie dell’importante ermeneuta si sposano perfettamente anche se l’oggetto in questione non è un testo, bensì un film. Tuttavia, se la materia è cinematografica, tali giudizi preventivi sono davvero duri da mettere in discussione. Se poi, il film in questione, è italiano e perlopiù di Genere – addirittura fantasy – l’impresa diventa durissima. Spesso si licenzia il film dal trailer o dal poster, senza prendersi il disturbo di vederlo e solo in seguito farsene un’idea. È il caso de La ragazza dei miei sogni, film di Saverio Di Biagio che si presenta come un fantasy metropolitano dai toni romantici ed esoterici. Ingredienti che per una pellicola nostrana sembrano indicare un fallimento annunciato. Eppure, qualcosa da salvare c’è, eccome.

Continua a leggere

FANTASTICHERIE DI UN PASSEGGIATORE SOLITARIO in DVD

Lo scriviamo subito: Fantasticherie di un passeggiatore solitario è l’opera prima di una delle firme più presenti sul nostro portale, Paolo Gaudio.

Paolo è un regista interessato particolarmente al cinema d’animazione. Un interesse che non poteva che trovare sfogo anche all’interno di questo suo primo lungometraggio che, infatti, si sviluppa narrativamente su tre mondi, di cui uno animato a passo uno.

Paolo è un autore dalla doppia anima: interessato alla cultura popolare e di Genere, soprattutto a quella anni ’70 e ’80, che spazia dal cinema, ai cartoon, ai fumetti; ma anche profondamente legato ad un modo di pensare più intimo e “alto”. In Fantasticherie indaga e cerca di raccontare qualcosa di impalpabile e insondabile come la creatività stessa, la scrittura, scegliendo come esempi sui generis da proporre ai suoi spettatori le opere incompiute. Un gioco sospeso tra il meta-letterario e il meta-filmico che l’autore riesce a trasporre con gli stilemi del film fantastico, con qualche venatura horror, e del racconto avventuroso.

La prima volta che vidi Fantasticherie fu in occasione del lavoro di selezione dei film da proiettare durante l’edizione 2015 del Fantafestival. Una bella sorpresa, all’interno del panorama indie italiano, a partire proprio dal suo modo di lambire il Genere, senza sprofondarci dentro o puntare su di esso per la sua stessa riuscita.

Continua a leggere

ANIMALI FANTASTICI E DOVE TROVARLI di David Yates

Dopo l’uscita lo scorso novembre di Animali fantastici e dove trovarli, ora finalmente il film arriva in home video grazie a Warner Bros.,  in una edizione Blu-Ray ricca di contenuti che consentiranno allo spettatore di approfondire alcuni aspetti del film.

A dirigerlo David Yates, regista di quattro film della saga di Harry Potter, su soggetto e sceneggiatura della “madre” del piccolo maghetto, J. K. Rowling, che con il primo romanzo uscito nel 1997 è divenuta celebre a livello mondiale, tanto da risultare tra le donne più ricche della Gran Bretagna.

Siamo  a New York, negli anni ’20. Sbarcato in città con una grande valigia marrone, Newt Scamander [Eddie Redmayne] gira i quartieri con fare disinvolto, fino a quando le straordinarie specie animali che nasconde nella sua valigia escono dalla stessa,  creando molta agitazione nella popolazione.

Continua a leggere

KONG: SKULL ISLAND di Jordan Vogt-Roberts

1973: una spedizione fatta di militari dell’esercito americano, reporter e studiosi di una società segreta chiamata Monarch, si dirige verso un’isola sconosciuta e inesplorata, scoperta grazie all’utilizzo delle prime tecnologie satellitari. Appena arrivati sull’isola e aver sganciato dagli elicotteri delle bombe utili a sondare i suoi strati più sotterranei, il gruppo viene attaccato da un gigantesco gorilla, alto ben 30 metri: gli uomini della spedizione scopriranno di trovarsi di fronte a Kong, una sorta di divinità per gli indigeni e l’unico della sua specie rimasto in vita per difende le altre creature di Skull Island da mostri altrettanto fuori scala ma davvero malvagi: gli Strisciateschi, creature rettiloidi dall’aspetto mostruoso e con alcune parti del proprio scheletro a vista.

Il Kong: Skull Island di Jordan Vogt-Roberts è un reboot della storia del re dei primati. Non cerca legami riconoscibili con film o capitoli precedenti, ma tenta di attualizzare la sua storia per renderla appetibile soprattutto per il pubblico più giovane. Tutto, quindi, nel film deve rispondere a esigenze commerciali ben precise: innanzitutto per un successo grande ci vuole un grande gorilla, e in questo caso con i suoi 30 metri dichiarati questo Kong è il più grande mai esistito. In secondo luogo, Kong: Skull Island doveva essere un ottimo punto di partenza per una saga che avrebbe dovuto abbracciare anche un altro grande re, quello dei rettili: Godzilla! Per quanto riguarda questo punto vi raccomandiamo di aspettare la bella sorpresa, dopo i titoli di coda, che sembra preludere a qualcosa in più di un Godzilla contro King Kong… ma staremo a vedere.

Continua a leggere

IL SIGNORE DELLE MOSCHE di Peter Brook

Il signore delle mosche, diretto dal regista britannico Peter Brook e presentato al Festival di Cannes nel 1963, è il primo adattamento per il cinema del romanzo omonimo di William Golding, scritto nel 1952 ma pubblicato due anni dopo.

La trama è contestualizzata nel 1984, quando le autorità britanniche costringono gli studenti di un college a imbarcarsi su un aereo per sfuggire al pericolo di una imminente guerra atomica. Ma una tempesta fa precipitare l’aereo nel bel mezzo di un’isola deserta nell’Oceano Pacifico: i ragazzi, dovendo arrangiarsi senza la guida degli adulti, si vedranno costretti alla sopravvivenza procurandosi cibo e costruendo capanne. I leader delle due fazioni sono Ralph e Jack: il primo più moderato, il secondo più irruento. I due verranno presto ai ferri corti.

Il signore delle mosche è un inquietante apologo che indaga sulla psicologia dell’essere umano – in questo caso dei bambini – e sul suo comportamento il quale, privato delle regole, regredisce ad uno stato primordiale.

Continua a leggere

Madness Factory ci racconta PARACELSO

Mattia Cavaliere Andrea Stella sono i creatori di Paracelso e e Oscar Celestini è il disegnatore del fumetto legato a questo progetto. Ci hanno contattato parlandoci della prima serie “crossmediale” che si muove tra live action e fumetto. Incuriositi, non abbiamo resistito e abbiamo voluto saperne di più…

[Luca Ruocco]: Ciao. Innanzitutto presentatevi ai lettori di InGenere Cinema. Chi siete, di cosa vi occupate e cos’è Madness Factory?

[Mattia Cavaliere]: Un saluto ai lettori di InGenere Cinema. Sono un giovane direttore della fotografia che ha iniziato lavorando sul campo in varie produzioni sul territorio piemontese, più precisamente a Torino. Nel 2015 ho fondato insieme ad Andrea Stella Madness Factory, un collettivo di artisti che si dedicano allo sviluppo di prodotti legati al mondo dell’intrattenimento. Insieme ad Andrea mi occupo anche della regia dei nostri progetti.

[Andrea Stella]: Ciao Luca e grazie per la disponibilità! Per quanto mi riguarda, posso dirti che sono nato nel 1992 e che ho una grande voglia di nuclearizzare il pianeta Terra senza una particolare ragione. A parte questo piccolo dettaglio, sono comunque una persona molto pacifica che collabora con un po’ di siti tra cui Lo Spazio Bianco. Di giorno sono un blogger/sceneggiatore che nel corso della sua relativamente giovane vita ha già compiuto circa 1650 omicidi. Di notte pure. Per fortuna però nessuno mi ha ancora scoperto, quindi per ora posso stare tranquillo.

[Oscar Celestini]: Sono un illustratore e colorista che si occupa anche di sviluppare giochi indie. Al momento disegno per IWC USA e coloro per Sergio Bonelli Editore. In questo periodo sono anche impegnato a curare la grafica di alcune app per smartphones e videogiochi pc.

Continua a leggere

Segui [LR] su Facebook:

Post Facebook Più Recenti

Foto del diario

#RassegnaStampa: #Splatter di AAVV Ed: Editoriale Cosmo [euro 5,00] In #edicola.

0 mi piace, 0 commenti2 giorni fa

Foto del diario

#RassegnaStampa: #Aliens #Defiance n.4 di Brian Wood, Stephen Thompson, Tony Brescini Ed: saldaPress [euro 3,20] Oggi in #fumetteria.

0 mi piace, 0 commenti2 giorni fa

Foto del diario

#RassegnaStampa: #Brendon – Speciale n.14 – #RitornoDalRegnoDelNonmai di Claudio Chiaverotti – Massimo Rotundo Ed: Sergio Bonelli Editore [euro..

0 mi piace, 0 commenti2 giorni fa

“La Gazzetta dello Sport”: Bollettino uscite n.33 - InGenere Cinema InGenere Cinema

#Orfani, #SpiderMan, #IPuffi e #SuperEroiClassic: su #InGenereCinema le nuove uscite a fumetti de La Gazzetta dello Sport!

0 mi piace, 0 commenti4 giorni fa

POPEYE: In edicola con La Gazzetta dello Sport - InGenere Cinema InGenere Cinema

A breve Popeye arriva in edicola con La Gazzetta dello Sport. Le news di #InGenereCinema.

0 mi piace, 0 commenti5 giorni fa