fantascienza

ALIEN COVENANT + SCAPPA – GET OUT + BLADE RUNNER – THE FINAL CUT

Alien Covenant BDCovenant è una nave spaziale impiegata in una missione di colonizzazione planetaria. Nel pieno del proprio viaggio, una tempesta di neutrini rischia di mandare in avaria gran parte degli impianti, per questo i computer centrale e il membro sintetico dell’equipaggio, Walter, decidono di risvegliare l’equipaggio.

Durante le manovre messe in atto per ripotare la situazione alla norma, la nave intercetta un messaggio proveniente da un pianeta abitabile molto più vicino rispetto a quello scelto come destinazione.

Quando parte dell’equipaggio scenderà sulla superficie del pianeta, una spaventosa minaccia biologica non tarderà a palesarsi. Ma non è la sola sorpresa ad aspettarli: gli uomini del Covenant ritrovano un velivolo alieno schiantato e le tracce del passaggio della nave spaziale Prometheus… In poco tempo i nuovi arrivati verranno rintracciati da David, l’androide della nave misteriosamente scomparsa, un modello precedente a quello di stanza di Covenant, ma di identico aspetto esteriore.

Se proprio in Prometheus, Ridley Scott e gli sceneggiatori Jon Spaihts e Damon Lindelof erano riusciti ad ingrandire l’universo narrativo di Alien, ad allargarlo in maniera smisurata, con Alien: Covenant il regista vuole ritornare sui passi di Alien più che del capitolo direttamente predecessore. Non può, certo, dimenticare il viaggio della nave Prometheus o la mitologia degli Ingegneri, ma non vuole porre l’accento su quello.

Continua a leggere

BLADE RUNNER 2049 di Denis Villenueve

Era il mese di giugno del 1982, quando Blade Runner di Ridley Scott uscì nelle sale per la prima volta. Il film fu un fiasco al botteghino e la critica, inizialmente, fu decisamente tiepida nell’accogliere l’adattamento cinematografico di un racconto di Phillip Dick, che rese celebre il cyberpunk in tutto il mondo. Ne è passato di tempo d’allora – 35 anni, per l’esattezza – e ben sette versioni della medesima pellicola che, ad oggi è riconosciuta all’unanimità come un capolavoro assoluto. Nel corso di questi anni, nessuno si sarebbe mai immaginato che Hollywood avrebbe realizzato un sequel da quel capolavoro, appunto. Ma l’attualità ci sta dimostrando come ormai gli Studios non possono più permettersi iniziative come quella di Scott del 1982. Non è più possibile non “serializzare”, non concepire ogni progetto come un grande contenitore da riempire con diversi film da distribuire ciclicamente anno dopo anno. Quindi, ciò che sembrava impossibile, è diventato possibile.

Per farlo, questo seguito, s’intende, è stato scelto Denis Villenueve, un autore 2.0, che si propone di realizzare film personali attraverso il linguaggio più mainstream del cinema di Genere. Ed ecco a voi, Blade Runner 2049, il sequel di un capolavoro.

Continua a leggere

VALERIAN E LA CITTÀ DEI MILLE PIANETI di Luc Besson

ValerianLuc Besson negli anni novanta ha contribuito senz’altro a dare una scossa al cinema europeo dell’epoca. Pellicole come Subway o Nikita sono apparse come un pugno nello stomaco delle cinematografia del vecchio continente, facendo emergere il talento di un autore dallo sguardo personale e critico, e perfettamente a suo agio con linguaggio del cinema Crime e di Genere. Il successo e l’ambizione del regista parigino, lo ha condotto in seguito verso un pubblico sempre più vasto e internazionale, realizzando due progetti – forse i suoi due migliori – che hanno vinto il passare del tempo. Ci riferiamo, naturalmente, a Léon e a Il Quinto Elemento, film che ancora oggi rappresentano il punto più alto della carriera di questo cineasta.

Venendo ai giorni d’oggi, il buon Besson, sembra aver conservato di quel periodo così fortunato, solo l’ambizione e il desiderio di platee giganti da corteggiare, e la sua ultima fatica sembra volerlo testimoniare. Costato 200 milioni di dollari, Valerian e la Città dei Mille Pianeti è uno smodato, eccessivo, rumoroso e ‘digitalissimo’ tentativo di dimostrare la crescita espressiva del suo direttore. Besson ha smesso di raccontare qualcosa, qualunque cosa, possa rappresentare d’interesse per sé e per gli altri. L’unico obiettivo è quello di realizzare ineccepibili confezioni, ignorandone il contenuto, ma valorizzandone fino all’estremo la forma.

Continua a leggere

BLADE RUNNER 2049: Il Panel con Denis Villeneuve e Sylvia Hoeks

Blade Runner 2019 PanelSoffro molto l’estrema segretezza che si è resa necessaria attorno a questo film, che potrei definire come il mio migliore, ma sfortunatamente, viviamo in un epoca nella quale il piacere di rovinarci la sorpresa è diventato irrefrenabile“. Ha esordito così Denis Villeneuve al panel romano dedicato alla sua nuova pellicola, Blade Runner 2049, sequel del capolavoro di Ridley Scott. Incontro nel quale sono state mostrate in anteprima alla stampa nostrana, alcune sequenze sensazionali del film.

Sarà un mondo diverso, per chi conosce il primo Blade Runner. La visione del futuro era potente, nel titolo originale, mentre questo film dimostra come le cose non siano andate per il verso giusto.” Ha raccontato il regista, accompagnato da una delle sue interpreti, l’elegantissima Sylvia Hoeks.

Il clima si è evoluto in modo disastroso e chi sopravvive lo fa in condizioni terrificanti. L’oceano si è alzato e le città sono protette da giganteschi muri. Muri anche digitali.” Ha rivelato Villeneuve, il quale è apparso desideroso di affrontare temi e ambizione di un sequel tanto atteso. “Internet non è una bella cosa per noi sceneggiatori, perché sappiamo bene come non ci sia nulla di più noioso che vedere un poliziotto alla scrivania che cerca notizie sul computer. Ecco perché ci siamo inventati il black out, una distruzione di tutti i dati, con l’analogico che torna a dominare sul digitale. Tale evento ci ha condotto a una riflessione sulla nostra memoria, su quanto si fragile e su come sia importate proteggerla.”

Continua a leggere

“La Gazzetta dello Sport”: Bollettino uscite n.38

Secondo appuntamento della settimana per altre sei uscite editoriale distribuite da La Gazzetta dello Sport: la prima è il 47° albo di Orfani “Ginevra Ground Zero” [le uscite riguardano la stagione dedicata a Ringo]; la seconda è il volume 25 della collana Marvel Super Eroi Classic, stavolta dedicata a Capitan America “Nascita di una leggenda!”; la terza è il 24° volume cartonato de I Puffi“Pufferie 2”, il quarto è il volume 11 della nuova collana Spider-Man – La grande avventura “Nel regno dei morti”.

Si continua con Popeye, volume 7: “Braccio di Ferro e lo strano potere del Jeep” e con il volume 3 di Star Trek Comics Collection: L’alveare.

La fine del mondo è solo l’inizio. Gli alieni hanno attaccato la terra, un esercito di orfani è l’ultima speranza per il genere umano. Non perdere la più avvincente battaglia a fumetti di sempre. L’intera serie di Orfani, in ordine cronologico, in una nuova edizione. Da leggere tutta d’un fiato.

Il 46° albo della collana è scritto da Roberto Recchioni, disegnato da Roberto Zaghi e colorato da Giovanna Niro.

Continua a leggere

VALERIAN e la Città dei Mille Pianeti: L’incontro con Luc Besson

VALERIAN e la Città dei Mille PianetiIl prossimo 21 settembre uscirà nelle nostre sale, Valerian e la Città dei Mille Pianeti, ultima fatica sci-fi di Luc Besson. Il regista di Léon e de Il Quinto Elemento ha raggiunto la Città Eterna per presentare la pellicola ai tanti giornalisti accorsi alla conferenza stampa. Ironico, disponibile e pungente, Besson ha raccontato curiosità e retroscena di questo cinecomic tratto dalla graphic-novel di Pierre Christin e Jean-Claude Mézières, Valérian e Laureline.

Qui di seguito, il nostro immancabile report dell’incontro.

[InGenere Cinema]: Questo tuo ultimo film è tratto da una grafic-novel che leggevi da bambino, continui a essere un lettore di fumetti?

[Luc Besson]: Sì, certo. È curioso perché mi definiscono spesso infantile, eppure mi sento molto adulto. In fondo ho cinque figli e ho gestito una troupe di 2000 persone per questo film. Tuttavia, il bambino è il padre dell’uomo giusto per citare un filosofo italiano…

Continua a leggere

“La Gazzetta dello Sport”: Bollettino uscite n.37

Secondo appuntamento della settimana per altre sei uscite editoriale distribuite da La Gazzetta dello Sport: la prima è il 46° albo di Orfani “Death Metal” [le uscite riguardano la stagione dedicata a Ringo]; la seconda è il volume 24 della collana Marvel Super Eroi Classic, stavolta dedicata a Amazing Spider-Man “Dove vola lo Scarabeo!”; la terza è il 23° volume cartonato de I Puffi“Il Puffo Ladro di Gioielli”, il quarto è il volume 10 della nuova collana Spider-Man – La grande avventura “Gli Uomini Ragno”.

Si continua con Popeye, volume 6: “Nuvole di guerra” e con il volume 2 di Star Trek Comics Collection: Harlan Ellison “La città sull’orlo del sempre”, la sceneggiatura originale.

La fine del mondo è solo l’inizio. Gli alieni hanno attaccato la terra, un esercito di orfani è l’ultima speranza per il genere umano. Non perdere la più avvincente battaglia a fumetti di sempre. L’intera serie di Orfani, in ordine cronologico, in una nuova edizione. Da leggere tutta d’un fiato.

Il 46° albo della collana è scritto da Roberto Recchioni Mauro Uzzeo, disegnato da Giancarlo Olivares e colorato da Alessia Pastorello.

Continua a leggere

“La Gazzetta dello Sport”: Bollettino uscite n.36

Orfani-Ringo-44Questa settimana vi presentiamo sei uscite editoriale distribuite da La Gazzetta dello Sport: il primo è il quarantaquattresimo albo di Orfani “Animali selvaggi” [le uscite riguardano la stagione dedicata a Ringo]; il secondo è il volume 23 della collana Marvel Super Eroi Classic, stavolta dedicata ai Fantastici Quattro “Tutto iniziò in Yancy Street!”; il terzo è il ventiduesimo volume cartonato de I Puffi“Pufferie 1”, il quarto è il volume 9 della nuova collana Spider-Man – La grande avventura “Spider-Man e Iron Man”.

Si continua con Popeye, volume 4: “Regina Olivia” e con il volume 1 di Star Trek Comics CollectionCountdown.

La fine del mondo è solo l’inizio. Gli alieni hanno attaccato la terra, un esercito di orfani è l’ultima speranza per il genere umano. Non perdere la più avvincente battaglia a fumetti di sempre. L’intera serie di Orfani, in ordine cronologico, in una nuova edizione. Da leggere tutta d’un fiato.

Il quarantaquattresimo albo della collana è scritto da Roberto Recchioni, disegnato da Luigi Pittaluga e colorato da Luca Saponti.

Continua a leggere

THE WAR – IL PIANETA DELLE SCIMMIE di Matt Reeves

Lo si stava attendendo da molto questo terzo capitolo della nuova saga de Il pianeta delle scimmie, The war – Il pianeta delle scimmie, un titolo che merita sicuramente l’attenzione e il plauso che un’opera riuscita, sia tecnicamente [pensiamo al lavoro di performance capture] che dal punto di vista della scrittura.

Le scimmie son tornate, ma non per mettere in atto una vendetta contro il genere umano, semmai per stringere un patto di pace. Lo sa bene Cesare [Andy Serkis], che risparmia tre soldati catturati dal suo branco durante un’imboscata, per mandare un messaggio di pace al colonnello McCullough [Woody Harrelson]. Ovviamente questo messaggio di pace non verrà né apprezzato né preso in considerazione, così da inasprire ulteriormente le tensioni già in atto e decretare una guerra che si preannuncia estrema, anche per la stessa sopravvivenza delle scimmie.

Continua a leggere

“La Gazzetta dello Sport”: Bollettino uscite n.34

Questa settimana vi presentiamo quattro uscite editoriale distribuite da La Gazzetta dello Sport: il primo è il trentanovesimo albo di Orfani “Autostrada del Sole” [le uscite riguardano la stagione dedicata a Ringo]; il secondo è il volume 17 della collana Marvel Super Eroi Classic, stavolta dedicata ai Hulk “Ritorno dalla morte!”; il terzo è il sedicesimo volume cartonato de I Puffi“Il baby Puffo”, l’ultimo è il volume 3 della nuova collana Spider-Man – La grande avventura “Spider-Man Blue”.

La fine del mondo è solo l’inizio. Gli alieni hanno attaccato la terra, un esercito di orfani è l’ultima speranza per il genere umano. Non perdere la più avvincente battaglia a fumetti di sempre. L’intera serie di Orfani, in ordine cronologico, in una nuova edizione. Da leggere tutta d’un fiato.

Il trentanovesimo albo della collana è scritto da Roberto Recchioni, disegnato da Paolo Bacilieri e Werther Dell’Edera e colorato da Stefania Aquaro Alessia Pastorello.

Continua a leggere

Segui [LR] su Facebook:

Post Facebook Più Recenti

Le uscite a fumetti della settimana de La Gazzetta dello Sport! InGenere Cinema

Su #InGenereCinema, le uscite a fumetti della settimana de LaGazzetta Dello Sport! #NathanNever #Orfani #SpiderMan #Puffi #Popeye #StarTrek #SuperEroiClassic

1 mi piace, 0 commenti10 ore fa

BRUTTI E CATTIVI: La Video-Intervista a Cosimo Gomez InGenere Cinema

Su #InGenereCinema, la video-intervista di Paolo Gaudio a Cosimo Gomez, regista di Brutti e Cattivi.

4 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

ALIEN COVENANT + SCAPPA – GET OUT + BLADE RUNNER – THE FINAL CUT InGenere Cinema

Un po’ di buoni home video su #InGenereCinena: #AlienCovenant + #Scappa – #GetOut + #BladeRunner #TheFinalCut!

1 mi piace, 0 commenti4 giorni fa

IT di Andy Muschietti: Arriva in sala Pennywise il Clown Danzante! InGenere Cinema

Su #InGenereCinema la recensione di Luca Ruocco di IT Il Film di Andy Muschietti!

2 mi piace, 0 commenti6 giorni fa

LIBERAMI di Federica Di Giacomo in Home Video - InGenere Cinema InGenere Cinema

#LIBERAMI di Federica Di Giacomo in DVD. Su #InGenereCinema la recensione di Gilda Signoretti.

0 mi piace, 0 commenti1 settimana fa