drammatico

ANIMALI NOTTURNI in DVD

Un’artista annoiata dal suo lavoro e infelicemente sposata riceve, inaspettatamente, un manoscritto dal suo ex marito, scrittore di poco conto, riciclatosi come insegnante. La loro era stata una rottura brusca e dolorosa, soprattutto per lui, e l’arrivo di quel romanzo riesce a dare un’ulteriore scossa all’instabile equilibrio emotivo in cui la protagonista è bloccata da qualche tempo.

Quel romanzo, Animali notturni, riavvicina in maniera quasi traumatica la donna al suo passato, al suo ex e, in qualche modo le mostra un’orribile spaccato di realtà “altra”, mai vissuta dai due, ma che la porta a immaginare le drammatiche vicende raccontate su quei fogli proprio dando ai tre protagonisti i loro volti e quello della loro figlia.

Proprio quel manoscritto, ancor più del loro passato comune, riesce a spingere la donna verso un esame di molto critico della propria vita, mentre lei e lo spettatore vengono rimbalzati tra le vicende di un presente spento e indolente, un passato pieno di sogni e speranze e un thriller inquietante e stringente che appartiene alla fantasia dell’autore del romanzo fittizio, ma che sembra essere la parte più reale e concreta del tutto: tre livelli di realtà che costruiscono un ottimo gioco di scatole cinesi orchestrato dal regista Tom Ford, autore anche della ricercata scelta estetica, delle inquadrature e dei collegamenti spazio-temporali che riescono ad intrecciare in maniera omogenea i mondi raccontati, che mescolano personaggi, modalità narrative, colori e luci volutamente non assonanti l’uno con l’altro. Ad un mondo freddo e asettico si sussegue uno caldo e sporto, ad un ritmo rilassato un altro frenetico, e via dicendo…

Continua a leggere

LE COSE CHE VERRANNO – L’AVENIR di Mia Hansen-Løve

Nathalie insegna filosofia in un liceo di Parigi. Per lei la filosofia non è solo un lavoro, ma un vero e proprio stile di vita. Un tempo fervente sostenitrice di idee rivoluzionarie, ha convertito l’idealismo giovanile nell’ambizione di insegnare ai giovani a pensare con le proprie teste e non esita a proporre ai suoi studenti testi filosofici che stimolino il confronto e la discussione. Sposata, due figli e una madre fragile che necessita di continue attenzioni, Nathalie divide le sue giornate tra la sua famiglia e la dedizione al pensiero filosofico, in un contesto di apparente e rassicurante serenità. Ma un giorno, improvvisamente, il suo mondo viene totalmente stravolto: suo marito le confessa di volerla lasciare per un’altra donna, la mamma muore, i figli sono ormai cresciuti, e Nathalie si ritrova, suo malgrado, a confrontarsi con un’inaspettata libertà.

Con il pragmatismo che la contraddistingue, la complicità intellettuale di un ex studente, e la compagnia di un gatto nero di nome Pandora, Nathalie deve ora reinventarsi una nuova vita.

E’ il primo film di Mia Hansen-Løve in cui lo sguardo, il punto di vista privilegiato, non riguarda personaggi giovani in maniera esclusiva. Succedeva anche ne Il padre dei miei figli, ma l’importanza del punto di vista della giovane figlia finiva comunque per prevalere sulle vicende schematiche e fin troppo razionali degli adulti.

Continua a leggere

L’ALTRO VOLTO DELLA SPERANZA di Aki Kaurismaki

Helsinki, giorni nostri. Khaled [interpretato da Sherwan Haji] sbarca rovinosamente e fortuitamente in Finlandia. In quanto siriano chiede asilo, che però non gli viene concesso, nonostante il suo paese sia devastato dai bombardamenti. Ha anche una sorella di nome Miriam, di cui ha perso le tracce in Turchia.

Parallelamente facciamo la conoscenza di Wikstrom [Sakari Kuosmanen], che decide di abbandonare un lavoro poco gratificante e un matrimonio infelice per rilevare un locale ormai alla deriva. I sentieri avventurosi e grotteschi dei due finiranno per incrociarsi andando a confluire proprio nel ristorante, che diventerà per entrambi un luogo di speranza e riscatto.

Il regista finlandese Aki Kaurismaki non ha certo bisogno di presentazioni. Il suo mondo ricco di colori saturi e quasi pastellosi [che si avvicinano a quelli di Wes Anderson] incorniciano personaggi fuori dagli schemi, perdenti che cercano rivalsa, grandi bevitori e fumatori che dialogano a colpi di battute secche e taglienti: L’altro volto della speranza è ancora popolato da queste anime perse ma estremamente divertenti. Il cineasta non cambia un’oncia della sua idea di cinema, anzi in quest’ultima opera ne sintetizza ed esalta gli schemi oramai rodati. E senza mai ripetersi: non una battuta che sappia di “già sentito” e non un personaggio che “sappia di vecchio”.

Continua a leggere

IL PADRE D’ITALIA di Fabio Mollo

Chi ha già avuto modo di confrontarsi con il cinema di Fabio Mollo ritroverà nella sua nuova fatica dietro la macchina da presa dal titolo Il padre d’Italia tutta una serie di elementi ricorrenti e riconoscibili. Nel suo secondo lungometraggio di finzione, nelle sale a partire dal 9 marzo con Good Films, il regista calabrese torna infatti su temi a lui cari, che in modalità random si sono affacciati nell’opera prima Il Sud è niente, ma anche nelle prove sulla breve distanza [Al buio e Giganti] e in quelle documentaristiche come Vincenzio da Crosia: dalla ricerca dell’identità all’accettazione, dai legami familiari alla paternità, fino al tema del viaggio e della crescita.

Al centro del racconto troviamo due anime in cerca di qualcosa o di qualcuno, due esseri agli antipodi che si scontrano per poi incontrarsi. Il tutto passa proprio per un viaggio di conoscenza, fisico ed emozionale, alla scoperta dell’altro e in primis di se stessi. Ne Il padre d’Italia veniamo catapultati al seguito di Paolo, un trentenne che conduce una vita solitaria, quasi a volersi nascondere dal mondo. Il suo passato è segnato è segnato da un dolore che non riesce a superare. Una notte, per puro caso, incontra Mia, una prorompente e problematica coetanea al sesto mese di gravidanza, che mette la sua vita sottosopra. Spinto dalla volontà di riaccompagnarla a casa, Paolo comincia a un viaggio al suo fianco che porterà entrambi ad attraversare l’Italia e a scoprire il loro irrefrenabile desiderio di vivere.

Continua a leggere

INDIVISIBILI di Edoardo De Angelis

Arriva negli store in DVD, distribuito da Warner Bros. Home Video, il terzo film del regista napoletano Edoardo De Angelis, Indivisibili, di cui abbiamo ampiamente parlato in occasione della sua uscita al cinema, lo scorso settembre. Anche stavolta De Angelis mette a punto un film molto particolare, curato molto sia scritturalmente che tecnicamente.

Indivisibili, è un film che non si dimentica, tanto è traumatica la linea che segue. De Angelis racconta il clima difficile familiare delle protagoniste in una Napoli contemporanea dove tutti vogliono, sulla scia dei reality e dei talent, diventare famosi, venendo ossessionati dalle proprie passioni. Dasy e Viola, gemelle siamesi, non hanno grandissime doti canore, ma il consenso dei cittadini napoletani e le feste private nelle quali sono chiamate a presenziare, fanno credere loro di avere già in mano il successo.

Continua a leggere

MINE in Blu-Ray

Dopo aver dovuto abortire una missione in territorio di guerra, il soldato Mike Stevens [Armie Hammer] sta cercando di rientrare al campo base insieme al suo commilitone Tommy [Tom Cullen]. Mentre i due attraversano il deserto, Tommy finisce su una mina anti-uomo e salta in aria, perdendo le gambe. Subito dopo, anche Mike calpesta un ordigno, ma riesce ad accorgersene appena un attimo prima che la mina esploda. Il soldato non può più muoversi, non può fare più un passo e, in pieno deserto, in attesa di un soccorso che potrebbe non arrivare mai, non potrà che affrontare tutti i fantasmi del suo passato, per rinascere a nuova vita, nelle migliori delle ipotesi, una volta uscito da quella situazione di shock…

Il primo lungometraggio da registi di Fabio Guaglione e Fabio Resinaro, in arte Fabio&Fabio, arriva in DVD e Blu-Ray nella curatissima edizione distribuita da Eagle Pictures.

Dopo una serie di cortometraggi con cui sono riusciti ad attirare l’attenzione di interessati e produttori [parliamo di Afterville, The Silver Rope o E:D:E:N], e dopo l’avventura produttiva di un film, True Love, di cui i due autori firmarono anche lo script, Fabio&Fabio sbarcano sul grande schermo con una produzione internazionale assai apparentata proprio a quel thriller da loro scritto e prodotto pochi anni fa, sia per struttura che per tematica. Sia True Love che Mine hanno un protagonista [nel primo film erano due] che, in una situazione anormale e al limite, è costretto a riflettere su sé stesso e a cercare di superare limiti e nodi della propria vita.

Continua a leggere

T2 Trainspotting di Danny Boyle

E’ uno dei film più attesi della stagione. Per anni annunciato, poi cancellato, risuscitato e finalmente realizzato. E’ il seguito di un cult movie anni novanta che ha lanciato un regista inglese alla sua seconda opera e un giovane attore di belle speranze. Stiamo parlando, naturalmente, di T2 Trainspotting, seguito del film tratto dal romanzo di Irvine Welsh, diretto da Danny Boyle e interpretato da Ewan McGregor.

20 anni dopo Trainspotting molte cose sono cambiate, ma altrettante sono rimaste le stesse. Mark Renton torna all’unico posto che da sempre chiama casa. Lì ad attenderlo ci sono Spud, Sick Boy e Begbie, insieme ad altre vecchie conoscenze: il dolore, la perdita, la gioia, la vendetta, l’odio, l’amicizia, l’amore, il desiderio, la paura, il rimpianto, l’eroina, l’autodistruzione e la minaccia di morte. Sono tutti in fila per dargli il benvenuto, pronti ad unirsi ai giochi.

In un epoca di remake mascherati da sequel, con ambizioni di reboot, l’idea di un seguito di Trainspotting ha fatto disperare molti. Per anni si è paventata la possibilità di vedere di nuovo Renton e compagni all’opera, adattando Porno, sequel letterario delle avventure tossiche portate sul grande schermo da Boyle. Tuttavia, una serie di sfortunati – o fortunati, dipende dal punto di vista – eventi, hanno impedito che ciò accadesse.

Continua a leggere

LA BATTAGLIA DI HACKSAW RIDGE di Mel Gibson

Dieci anni dopo Apocalypto, Mel Gibson torna dietro la macchina da presa per La Battaglia di Hacksaw Ridge, affascinato dalla storia di Desmond Doss, il primo obiettore di coscienza della storia, che andò in guerra senza prendere in pugno nessun arma. Un film tutto cuore, sangue e memoria storica che riesce a contenere, sintetizzandolo, tutto il cinema del regista australiano, premio Oscar per Braveheart.

1942, il giovane Desmond Doss, obiettore di coscienza per motivi religiosi e figlio di un veterano della Prima Guerra Mondiale, decide di arruolarsi per servire il proprio Paese. Dopo un addestramento duro e a tratti umiliante, viene ufficialmente designato come soccorritore nella cruenta battaglia di Okinawa. Senza mai imbracciare un arma, Doss dimostrerà a tutti di essere un grandissimo eroe salvando la vita a 75 uomini e diventando il primo obiettore insignito della Medaglia d’Onore del Congresso, la più alta onorificenza militare Americana.

Attraverso una struttura classica, lineare ed epica, Gibson si sofferma, ancora una volta, sul ruolo, il valore e la sofferenza del guerriero o, se volete, dell’eroe. Anche ne La Battaglia di Hacksaw Ridge assistiamo alla vicenda di uomo che per seguire i suoi ideali e la sua etica incrollabile, riesce ad affrontare sfide inimmaginabili. E la storia di Desmond Doss, per quanto autentica, appare iperbolica sul grande schermo.

Continua a leggere

4021: dal 2 all’8 febbraio al Cinema Flavio

Si terrà giovedì 2 febbraio 2017 al Cinema Flavio [via Giovanni Mario Crescimbeni, 19, 00184 Roma] alle ore 21.00, la proiezione in anteprima di 4021, film indipendente no-budget scritto e diretto da Viviana Lentini, da un’idea di Simone Pulcini. L’idea nasce dalla necessità di raccontare una realtà lavorativa difficile realmente affrontata dal protagonista Simone Pulcini. Una storia ispirata a una realtà vera ma condita di intrecci inaspettati e tanta fantasia. Il film verrà proiettato dal 2 all’8 febbraio 2017 presso il Cinema Flavio. 4021 racconta la storia dell’agente di commercio codice “4021”, un ragazzo solo e disperato che sta per mettere fine alla sua vita in una spiaggia vicino Roma. Ma qualcosa dentro di lui lo ferma.

Continua a leggere

BILLY LYNN – UN GIORNO DA EROE di Ang Lee

Cinematograficamente parlando, il 2 febbraio 2017 in Italia verrà ricordato come la giornata dedicata agli eroi di guerra. Un mix di coincidenze e “strategie” distributive ha voluto, infatti, che ben due pellicole sul tema approdassero nelle sale nostrane nello stesso weekend, ed entrambe battenti bandiera a stelle e strisce.

Stiamo parlando di La battaglia di Hacksaw Ridge e di Billy Lynn – Un giorno da eroe. Nel primo, il Mel Gibson regista rievoca la storia di Desmond Doss, primo obiettore di coscienza a ricevere la medaglia d’onore per aver salvato 75 soldati durante la battaglia di Okinawa, nella Seconda Guerra Mondiale, senza mai utilizzare un’arma. Nel secondo, invece, Ang Lee narra la storia del giovane soldato semplice Billy Lynn che, insieme ai commilitoni del reparto Bravo, si trasforma in un eroe nazionale dopo un’estenuante battaglia in Iraq.

Insomma, ci troviamo in presenza di uomini da celebrare e da ricordare, ciascuno a proprio modo per il coraggio dimostrato sul campo di battaglia. Un atto dovuto in entrambi i casi che, oltre a tributare il giusto omaggio all’uomo e alle sue gesta, serve anche ad alimentare il serbatoio del patriottismo, che oggi più che mai ha un bisogno enorme di carburante da bruciare per alimentare il motore della suddetta causa.

Continua a leggere

Post Facebook Più Recenti

GUARDIANI DELLA GALASSIA Vol. 2 di James Gunn - InGenere Cinema InGenere Cinema

Su #InGenereCinema, la recensione di Luca Ruocco di Guardiani della Galassia vol.2 http://www.ingenerecinema.com/2017/04/26/guardiani-della-galassia-vol-2-james-gunn/

1 mi piace, 0 commenti21 ore fa

THE CIRCLE di James Ponsoldt - InGenere Cinema InGenere Cinema

[in sala]: #TheCircle di James Ponsoldt, su #InGenereCinema [recensione di Stefano Tibaldi]

1 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

PICCOLI CRIMINI CONIUGALI di Alex Infascelli - InGenere Cinema InGenere Cinema

[in sala]: #PiccoliCriminiConiugali di Alex Infascelli, su #InGenereCinema [recensione di Paolo Gaudio]

0 mi piace, 0 commenti2 giorni fa

Apocalissi a basso costo al FUTURE FILM FESTIVAL - InGenere Cinema InGenere Cinema

Su #InGenereCinema parliamo di #ApocalissiABassoCosto, la rassegna dedicata all’indie di Genere italiano, curata da Raffaele Meale per il Future..

0 mi piace, 0 commenti4 giorni fa

PIIGS di Adriano Cutraro, Federico Greco, Mirko Melchiorre - InGenere Cinema InGenere Cinema

[in sala]: PIIGS_TheMovie di Adriano Cutraro, Federico Greco, Mirko Melchiorre, su #InGenereCinema [recensione di Gilda Signoretti]

0 mi piace, 0 commenti4 giorni fa