documentario

CARAVAGGIO – L’ANIMA E IL SANGUE di Jesus Garces Lambert

La personalità di un artista come Michelangelo Merisi, genio contraddittorio della pittura italiana, è così camaleontica e misteriosa che è difficile interpretarne tutte le sfaccettature; ci è riuscito con una forte capacità introspettiva il regista Jesus Garces Lambert, che ha già firmato importanti documentari per Sky e National Geographic.

Merisi ha vissuto le tenebre, complice un carattere iracondo e rissaiolo, che nel corso della sua turbolenta vita l’ha portato ad avere non pochi guai con la legge. Maestro della luce, che sarà protagonista incontrastata dei suoi capolavori [eccetto le opere finali], ha invece riprodotto nelle sue vicende personali l’effetto contrario.

Un animo inquieto e indomabile, degno di personalità del rock contemporaneo come Kurt Cobain, tant’è che la voce nel documentario è affidata al leader degli Afterhours Manuel Agnelli, che vede in lui anche un po’ uno specchio riflesso senza però fare eccessivi paragoni, sottolinea.

Caravaggio era istinto puro. Il film percorre tutti i luoghi in cui Merisi visse, da Roma che prima l’adorava e da cui dovette fuggire, a Napoli accolto dalla nobiltà del tempo e sua isola felice, fino ad arrivare a Malta, che lo elesse addirittura cavaliere dell’ordine, per poi togliergli il titolo e rimetterlo in carcere.

Complice l’altissima tecnologi, l’attenzione ai particolari è stata supportata dalla consulenza scientifica e dagli interventi del professor Claudio Strinati, Storico dell’Arte ed esperto di Caravaggio, e dalla partecipazione di Mina Gregori [presidente della Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi].

Continua a leggere

CARAVAGGIO – L’ANIMA E IL SANGUE di Jesus Garces Lambert

caravaggioE’ incredibile, ma non dovrebbe sorprendere, quanto fortissimo e vivo possa ancora essere l’interesse, senza alcun dubbio inesauribile, nei confronti di un artista intramontabile come Michelangelo Merisi da Caravaggio e della sua produzione pittorica. Un corpus, quello del Merisi, ricco di capolavori universalmente riconosciuti  capaci di andare ben oltre i cataloghi e i volumi di storia dell’Arte. Non è un caso, infatti, che tale interesse si sia esteso, ieri come oggi, non solo all’ambito pittorico, con mostre e personali permanenti o itineranti dislocate alle diverse latitudini, ma anche alla Settima Arte e al piccolo schermo: da Caravaggio, il pittore maledetto [1941] di Goffredo Alessandrini a Caravaggio [1987] di Derek Jarman, da Caravaggio – L’ultimo tempo [2004] di Mario Martone a Voluptas dolendi i gesti del Caravaggio [2008] di Francesco Vitali, passando per le omonime miniserie televisive dirette da Silverio Blasi e Angelo Longoni, rispettivamente nel 1967 e nel 2008, oltre che per documentari come Caravaggio. Il corpo ritrovato del 2011.

Insomma se ne parla e se continuerà a parlare per il resto dei giorni attraverso una pluralità di linguaggi e immagini, perché la figura controversa e geniale del Merisi e ciò che ha lasciato appartengono di fatto all’eternità.

Continua a leggere

PIIGS di Adriano Cutraro, Federico Greco, Mirko Melchiorre

Debito pubblico, austerity, brexit, ripresa economica, sono solo alcune delle parole che da almeno dieci anni sentiamo ripetere da parte dei media ogni giorno, e non tutti ne conosciamo veramente il significato.

PIIGS, il documentario distribuito da Fil Rouge Media diretto dai registi Adriano Cutraro, Federico Greco Mirko Melchiorre, arriverà in sala il 27 aprile dopo circa due anni di lavoro. Il tema trattato, ovvero l’indagine sulle cause a monte della crisi economica europea, che vede nell’Unione Europea la più grande responsabile, non è sicuramente facile, e alcuni passaggi del lavoro potranno risultare un po’ ostici soprattutto per chi non ha dimestichezza con l’economia, in verità una materia affascinante, se solo non venisse considerata difficile a prescindere, un po’ come la matematica.

Continua a leggere

PIIGS – Ovvero come imparai a preoccuparmi e a combattere l’austerity – Ad Aprile in sala

Arriverà nelle sale ad aprile, distribuito da Fil Rouge Media, PIIGS – Ovvero come imparai a preoccuparmi e a combattere l’austerity, documentario ideato, scritto e diretto da Adriano Cutraro, Federico Greco Mirko Melchiorre.

PIIGS è un film a metà strada tra Inside Job [documentario del 2010 sulla crisi finanziaria USA] e le storie proletarie di Ken Loach. Narrato da Claudio Santamaria e con interviste a Noam Chomsky, Yanis Varoufakis e Erri De Luca, è un viaggio affascinante e rivoluzionario nel cuore della tragica crisi economica europea. Realizzato dai tre filmmaker dopo cinque anni di ricerche e due di riprese, PIIGS è un’immersione senza precedenti e senza censure nei dogmi dell’austerity.

Continua a leggere

Stefano Calvagna torna dietro la macchina da presa per il docu-film CATTIVI & CATTIVI

Il suo ultimo lungometraggio, La fuga, arriverà nelle sale cinematografiche nel 2017, ma il cineasta romano Stefano Calvagna, nel frattempo, torna dietro la macchina da presa per dedicarsi ad un nuovo progetto.

Intensa e lucida analisi psicologica condotta dal vero ex rapinatore professionista Massimiliano Taddeini, che racconta in prima persona tutta la sua vita in un dialogo a due con lo spettatore, s’intitola Cattivi & cattivi ed è un docu-film che vedrà coinvolti anche due attori nei panni di altrettanti poliziotti dell’anti-rapina: Parise e Sarri. Il primo impegnato a vivere il proprio lavoro come una missione esistenziale e che paga con una vita tempestata di fallimentari relazioni umane, il secondo, invece, giovane ed agiato agente rampante che non sembra avere alcun problema.

Parise e Taddeini, dunque, due uomini che sono l’uno l’opposto dell’altro, il bianco e il nero che non si mischiano se non alla fine della storia, in un bar, per caso.

Continua a leggere

OASIS: SUPERSONIC di Matt Whitecross

oasis1Il 7, 8, 9 novembre 2016 sono date imperdibili per tutti gli amanti della buona musica ma in particolare per tutti quelli che hanno adorato e adorano una delle band più carismatiche, irriverenti e chiassose degli anni ’90: Gli Oasis. Oasis: Supersonic è un film documentario che ripercorre l’ascesa della band di Manchester dalle origini fino alla gloria del successo conclamato, il tutto senza per nulla voler chiarire o giustificarsi in merito a delle prese di posizione egoistiche avvenute in passato o per l’eccentrico caratteraccio dei musicisti. Perché dovrebbero? In fondo il loro messaggio è sempre stato chiaro: “Noi siamo così! O ci accettate per quello che siamo o potete tranquillamente andarvene a fan…o!!”.

D’altro canto hanno pagato a caro prezzo i loro eccessi e le canzoni che hanno lasciato rimarranno nella storia e supereranno qualsiasi banale chiacchiera nei loro confronti. Se non ci fosse anche questa nota stonata a comporre la melodia di fondo del loro carattere, i fratelli Gallagher non sarebbero quello che sono. Quello che è veramente sconcertante, soprattutto per chi scrive, è la completa incoscienza di quegli anni di stare in qualche modo assistendo al cambiamento epocale che di lì a poco sarebbe avvenuto in ambito musicale; forse vivere la storia è un po’ questo, vale a dire farne parte senza capire fondamentalmente quello che sta succedendo. Con molta probabilità deve essere proprio la sensazione provata dagli Oasis in quegli anni, solo che amplificata all’ennesima potenza, e solo adesso i componenti della band hanno raggiunto la maturità necessaria per metabolizzare il successo che li ha travolti senza lasciargli il minimo respiro.

Continua a leggere

LA SPOSA BAMBINA di Khadija Al Salami

sposa-bambina1Al di là che piaccia oppure no, con il giudizio a riguardo lasciato al gusto personale di chi avrà o ha già avuto modo di vedere il film, La sposa bambina di Khadija Al Salami può contare su due importanti ingredienti che ne arricchiscono la ricetta cinematografica, attirando sul progetto le attenzioni tanto degli addetti ai lavori quanto degli spettatori comuni. Da una parte il fatto che a firmare la pellicola sia stata la prima regista e produttrice yemenita nella storia della Settima Arte, dall’altra la presenza di una protagonista anch’essa passata – suo malgrado – alle cronache per essere stata la sposa più giovane ad aver convolato a nozze a soli dieci anni, riuscendo grazie al suo coraggio ad ottenere il divorzio da quell’uomo di vent’anni più grande che la sua famiglia le aveva imposto. Il suo nome è Nojoom e la pellicola è la cronaca più o meno romanzata della sua odissea umana e giudiziaria, che l’ha vista al centro di una serie di spregevoli violenze fisiche e psicologiche che l’hanno privata dell’innocenza infantile.

Continua a leggere

IL MIO AMICO PEPPE ZULLO: Intervista a Stefano Simone

Stefano-Simone-e1456783679894-591x330“Non puoi pensare bene, non puoi amare bene, non puoi dormire bene… se non mangi bene!”, dice Virginia Woolf. Stefano Simone mette la frase in apertura, quasi a sottolineare che dopo tanto cinema a soggetto e qualche videoclip musicale, cambia genere e passa al documentario classico. Non per cavalcare la moda della cucina, argomento molto presente sia nei palinsesti televisivi che in libreria, debordante persino nella pura fiction cinematografica. Simone si dedica al racconto culinario di Peppe Zullo perché ha radici profonde con la cultura della sua terra e diventa quasi la storia di un uomo che ha coronato un sogno grazie a passione e impegno. Il documentario ha un taglio classico che interessa e avvince. Lo stratagemma tecnico è far parlare il protagonista – un vero affabulatore – intervistato da due ragazzi, alternandolo con i commenti dei due intervistatori con una ragazza che non ha conosciuto il cuoco.

Continua a leggere

ASTROSAMANTHA: Il video della conferenza stampa

DSCN5101 copyOfficine UBU porterà nelle sale italiane, eccezionalmente per l’1 e il 2 marzo, il docufilm di Gianluca Cerasola, candidato ai Nastri d’Argento Doc 2016Astrosamantha, dedicato all’astronauta dei record nello spazio Samantha Cristoforetti.

Per realizzare il documentario, il regista ha avuto la possibilità di seguire l’astronauta dell’ESA [Agenzia Spaziale Europea] per i tre anni di preparazione che hanno preceduto la missione vera e propria.

Abbiamo avuto modo di seguire la conferenza stampa di presentazione del documentario, alla presenza del regista e dell’attore Giancarlo Giannini, voce narrante di Astrosamantha, oltre alla protagonista, Samantha Cristoforetti che, impossibilitata ad essere presente in sala da una brutta influenza, ha presenziato in collegamento Skype, sopperendo alla mancanza di voce con una buona mimica, tanta simpatia e una finestra chat!

Continua a leggere

FRANCOFONIA di Aleksander Sokurov

Francofonia-1“Chi vorrebbe una Francia senza Louvre, o una Russia senza Heremitage?”

I musei rappresentano la cassaforte che racchiude in sé l’identità di un’intera nazione, anzi, di un intero continente; conservando le tracce del tempo e preservando l’immortalità dell’arte. L’autore paragona l’arte al carico di una nave in tempesta, in balia delle ondate di corsi e ricorsi storici: l’impetuosità delle onde rischia continuamente di rivoltare l’imbarcazione, gli assi scricchiolano, lo scafo imbarca acqua… riuscirà a sopravvivere alla tempesta e a riprendere la sua rotta?

Aleksander Sokurov [regista e voce narrante nella versione originale del film] si interroga sul ruolo dell’arte nella storia degli uomini, dei popoli, delle nazioni: lo fa in prima persona, prestando la voce alla coscienza storica, dialogando con i documenti sonori e con le immagini che tracciano la storia del destino del Louvre e delle sue opere, sotto l’occupazione nazista.

Nonostante la brutalità e l’orrore della guerra, anche il peggior stato totalitario sembra preoccuparsi per l’incolumità del patrimonio artistico, anche quello di un paese sotto occupazione.

Continua a leggere