InGenere Doc

PIIGS di Adriano Cutraro, Federico Greco, Mirko Melchiorre

Debito pubblico, austerity, brexit, ripresa economica, sono solo alcune delle parole che da almeno dieci anni sentiamo ripetere da parte dei media ogni giorno, e non tutti ne conosciamo veramente il significato.

PIIGS, il documentario distribuito da Fil Rouge Media diretto dai registi Adriano Cutraro, Federico Greco Mirko Melchiorre, arriverà in sala il 27 aprile dopo circa due anni di lavoro. Il tema trattato, ovvero l’indagine sulle cause a monte della crisi economica europea, che vede nell’Unione Europea la più grande responsabile, non è sicuramente facile, e alcuni passaggi del lavoro potranno risultare un po’ ostici soprattutto per chi non ha dimestichezza con l’economia, in verità una materia affascinante, se solo non venisse considerata difficile a prescindere, un po’ come la matematica.

Continua a leggere

PIIGS – Ovvero come imparai a preoccuparmi e a combattere l’austerity – Ad Aprile in sala

Arriverà nelle sale ad aprile, distribuito da Fil Rouge Media, PIIGS – Ovvero come imparai a preoccuparmi e a combattere l’austerity, documentario ideato, scritto e diretto da Adriano Cutraro, Federico Greco Mirko Melchiorre.

PIIGS è un film a metà strada tra Inside Job [documentario del 2010 sulla crisi finanziaria USA] e le storie proletarie di Ken Loach. Narrato da Claudio Santamaria e con interviste a Noam Chomsky, Yanis Varoufakis e Erri De Luca, è un viaggio affascinante e rivoluzionario nel cuore della tragica crisi economica europea. Realizzato dai tre filmmaker dopo cinque anni di ricerche e due di riprese, PIIGS è un’immersione senza precedenti e senza censure nei dogmi dell’austerity.

Continua a leggere

OASIS: SUPERSONIC di Matt Whitecross

oasis1Il 7, 8, 9 novembre 2016 sono date imperdibili per tutti gli amanti della buona musica ma in particolare per tutti quelli che hanno adorato e adorano una delle band più carismatiche, irriverenti e chiassose degli anni ’90: Gli Oasis. Oasis: Supersonic è un film documentario che ripercorre l’ascesa della band di Manchester dalle origini fino alla gloria del successo conclamato, il tutto senza per nulla voler chiarire o giustificarsi in merito a delle prese di posizione egoistiche avvenute in passato o per l’eccentrico caratteraccio dei musicisti. Perché dovrebbero? In fondo il loro messaggio è sempre stato chiaro: “Noi siamo così! O ci accettate per quello che siamo o potete tranquillamente andarvene a fan…o!!”.

D’altro canto hanno pagato a caro prezzo i loro eccessi e le canzoni che hanno lasciato rimarranno nella storia e supereranno qualsiasi banale chiacchiera nei loro confronti. Se non ci fosse anche questa nota stonata a comporre la melodia di fondo del loro carattere, i fratelli Gallagher non sarebbero quello che sono. Quello che è veramente sconcertante, soprattutto per chi scrive, è la completa incoscienza di quegli anni di stare in qualche modo assistendo al cambiamento epocale che di lì a poco sarebbe avvenuto in ambito musicale; forse vivere la storia è un po’ questo, vale a dire farne parte senza capire fondamentalmente quello che sta succedendo. Con molta probabilità deve essere proprio la sensazione provata dagli Oasis in quegli anni, solo che amplificata all’ennesima potenza, e solo adesso i componenti della band hanno raggiunto la maturità necessaria per metabolizzare il successo che li ha travolti senza lasciargli il minimo respiro.

Continua a leggere

LIBERAMI di Federica Di Giacomo

liberamiFino a che punto siamo disposti ad arrivare pur di liberarci dal male che ci logora? Sembra essere questa la domanda attorno a cui gira il film documentario Liberami, della regista Federica Di Giacomo, vincitore della sezione Orizzonti alla 73esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia.

Di Liberami se ne è parlato tanto, accolto positivamente da gran parte della critica e considerato da più parti l’unica vera sorpresa della kermesse veneziana. Non ci sono protagonisti in questo documentario, nel senso che nessuno prevale sull’altro tra le persone comuni che si rivolgono a padre Cataldo: è lui il punto focale intorno cui gira il documentario, intento a muoversi tra i fedeli con semplicità, ma anche con autorevolezza, quella che compete a chi, come lui, combatte il demonio e libera dalla sua possessione i cosiddetti ‘indemoniati’ o presunti tali.

Continua a leggere

ASTROSAMANTHA di Gianluca Cerasola

ASTROSAMANTHA-1Arriva in sala l’1 e il 2 marzo, il docufilm di Gianluca Cerasola, Astrosamantha – La donna dei record nello spazio, il primo film che documenta la preparazione di un astronauta prima di una missione spaziale.

Nello specifico, Astrosamantha si focalizza sui tre anni che hanno preceduto l’arrivo sulla base spaziale internazionale di Samantha Cristoforetti, prima donna italiana ad entrare negli equipaggi dell’Agenzia Spaziale Europea e ad aver trascorso quasi 200 giorno in orbita, a bordo della stazione.

Cerasola, dopo aver superato le prime difficoltà di approccio alla scienziata, inizialmente un po’ restia a raccontarsi come donna e come astronauta al grande pubblico, si è trovato a dover superare ostacoli istituzionali ancor più grandi che avevano a che fare con i permessi a documentare cosa accade nel Centro NASA che ospita una delle più grandi piscine al mondo dove è stata ricostruita una riproduzione a grandezza reale della base spaziale; o ancor più nel blindatissimo centro di Star City di Mosca; passando poi per la base di preparazione di Colonia, per arrivare al cosmodromo di Baikonur in Kazakistan dove Samatha Cristoforetti ha abbandonato, insieme ai suoi due colleghi, la superficie terrestre il 23 novembre del 2014.

Continua a leggere

LA LINEA SOTTILE e REDEMPTION SONG

La linea locandinaPresentati in anteprima all’Auditorium Unicredit Pavilion di Milano, in occasione Festival Internazionale del Documentario Visioni dal mondo – Immagini dalla realtà, tenutosi dall’11 al 13 dicembre, La linea sottile e Redemption song sono i documentari proiettati nel Festival.

La linea sottile, in uscita nelle sale italiane a marzo 2016, e diretto da Nina Mimica, di origini croate, e Paola Sangiovanni, romana, è un documentario che alterna due vicende narrate attraverso due testimonianze: quella di un ex militare nella missione di pace umanitaria dell’Onu in Somalia negli anni ’90, Michele Patruno, e quella di una donna bosniaca, Bakira Hasečić, sopravvissuta alle violenze subite durante la guerra nell’ex Jugoslavia.

Patruno ci conduce, attraverso il ricorso a foto e filmati d’epoca girati dai militari italiani, in quegli anni bui che per lui rappresentano un macigno indimenticabile. Continua a leggere

MALALA di Davis Guggenheim

malala1Negli ultimi anni si fatica a sentire storie legate a personaggi che hanno impiegato la propria vita, sacrificandola in favore di un ideale che non sia quello della propria soddisfazione personale o il raggiungimento di un successo conclamato in maniera planetaria.

Personaggi come quello di Malala spiazzano soprattutto per la propria semplicità per aver raccolto il testimone di un messaggio molto importante, essersene fatto carico e averlo portato fino a compimento della missione anche a costo della stessa vita. In fondo Malala è una ragazzina e se ci si guarda intorno si trovano ben altri esempi di come operino e vivano alcune sue coetanee, soprattutto in occidente.

Malala è nata a Mingora, in Pakistan e fin da subito si è sempre battuta per i diritti delle donne nella sua società ancora chiusa, per molti aspetti, rispetto a quella occidentale. L’obbligo del velo, la scarsa considerazione di cui godono rispetto al sesso maschile, sono stati argomenti fonte di grande disaccordo all’interno del suo paese, non solo nell’opinione pubblica, ma anche in quella frangia violenta che interpreta a proprio uso e consumo i dettami dell’Islam, l’I.S.I.S.

Da sempre nell’essere umano albergano due spinte emotive: una cerca di cambiare un certo status, l’altra mantiene immutato tutto ciò che si ha conquistato semplicemente perché questo costituisce una solida certezza.

Continua a leggere

QUEEN – STORIA DI UN MITO di AA.VV.

fascetta_space dogs_RENTAL.inddArriva in DVD per CG Entertainment: Queen – Storia di un mito, un documentario dedicato interamente alla storia musicale dei Queen. Si parte dalla fondazione del gruppo, nel 1964, poi all’ingresso di Farrokh Bulsara, ovvero il celebre Freddie Mercury – in sostituzione del bassista e cantante Tim Staffel – per arrivare poi ad esaminare il primo album del gruppo formato da Mercury, Brian May, Roger Taylor e John Deacon: Queen, datato 1973, e indagare sui successivi album.

Il documentario infatti si pone l’obiettivo di analizzare e studiare il percorso artistico del gruppo esaminando via via i brani incisi negli anni,  e non soltanto quelli famosi come We will rock you, Bicycle Ray, Don’t stop me now, We are the champions, I Want to break free, solo per citarne alcuni.

Lo spettatore, quindi, non dovrà aspettarsi un documentario dinamico con molte immagini di repertorio, poiché i frammenti di repertorio mostrati sono spesso interrotti per dare spazio all’intervento di esperti musicali che, con precisione, studiano le note, il ritmo e i testi delle canzoni del gruppo.

Continua a leggere

MEMORIE DAL FUTURO: 60 ANNI DI FANTASCIENZA RAI

Wonderland 3Tra gli appuntamenti immancabili del Fantafestival 2015 c’è lo spazio dedicato al format TV Wonderland, da sempre una piccola perla di Rai4. Inevitabile dunque, anche nella nuova edizione 2015, la presenza degli autori Carlo Modesti Pauer e Leopoldo Santovincenzo. Quest’anno, con loro, Massimo Lodolo, voce  del programma, che festeggia 34 anni di carriera,.

In Memorie dal futuro – 60 anni di fantascienza Rai [regia di Giuseppe Bucchi], attraverso un’operazione di montaggio mirata a riassumere l’argomento, si descrive la storia della fantascienza in Rai, prendendo in esame gli sceneggiati e i programmi televisivi inerenti proprio alla fantascienza, compresi i documentari e i cartoni animati. Colpisce infatti che, già dai primi anni ’60, la Rai trasmettesse programmi dedicati al futuro e alla tecnologia, così come a discussioni sulla presenza degli extraterrestri e non solo.

Non mancano poi gli sketch dei grandi comici italiani, come Walter Chiari, Paolo Panelli, Aldo Fabrizi o Totò. Oggetto di indagine è anche il popolare settimanale italiano La domenica del Corriere, fondato nel 1899, supplemento del Corriere della Sera, con le sue note tavole a colori [che andarono avanti fino alla chiusura nel 1989]. Continua a leggere

NESSUNO SIAMO PERFETTI di Giancarlo Soldi

nessuno-siamo-perfetti1“Nessuno siamo perfetti.”, con queste parole di Tiziano Sclavi, Giancarlo Soldi decide di chiudere, e di intitolare, il documentario dedicato a uno dei più importanti scrittori contemporanei italiani.

“Ognuno abbiamo i propri difetti.”, difetti che si materializzano già all’interno della stessa frase, volutamente fuori da ogni regola grammaticale; ma, soprattutto, “difetti” che pesano fra le pagine degli scritti di Sclavi, nei suoi romanzi oltre che fra le pagine di Dylan Dog, la sua creatura più famosa. “Difetti” che Sclavi sente pesare su di sé, sulla sua vita di uomo e di artista.

“Nessuno siamo perfetti”, nessuno, nemmeno la madre dell’autore, che lo àncora tutt’ora nel ricordo di un rapporto conflittuale e mai recuperato; nemmeno il suo paese natale…

Giancarlo Soldi, con l’importante supporto di una lunga intervista in b/n firmata da Mauro Bazzani, si insinua, e permette allo spettatore di fare altrettanto, nel privato di Tiziano Sclavi, nel suo trascorso personale che, come in rari casi, è davvero strettamente collegato con le sue creazioni.

Continua a leggere

Segui [LR] su Facebook:

Post Facebook Più Recenti

SCARE COMPAIGN + NON BUSSATE A QUELLLA PORTA + XX – DONNE DA MORIRE - InGenere Cinema InGenere Cinema

#ScareCompaign + #NonBussateAQuellaPorta + #XX – #DonneDaMorire. Su #InGenereCinema Luca Ruocco su tre titoli Midnight Factoryt! http://www.ingenerecinema.com/2017/08/17/scare-compaign-non-bussate-quellla-porta-xx-donne-morire/

0 mi piace, 0 commenti7 ore fa

KONG SKULL ISLAND in Blu-Ray - InGenere Cinema InGenere Cinema

Il blu-ray di #KongSkullIsland, su #InGenereCinema!

1 mi piace, 0 commenti3 giorni fa

Sinossi, news e tante immagini da #InUnGiornoLaFine di Daniele Misischia. Su #InGenereCinema!

0 mi piace, 0 commenti5 giorni fa

MONOLITH di Ivan Silvestrini - InGenere Cinema InGenere Cinema

Su #InGenereCinema Luca Ruocco parla di #Monolith, il bell’esordio #SBE su grande schermo!

0 mi piace, 0 commenti6 giorni fa

JOHN DOE vol. 5 di Lorenzo Bartoli e Roberto Recchioni - InGenere Cinema InGenere Cinema

Su #InGenereCinema, parlo del quinto volume di #JohnDoe edito da BAO Publishing!

1 mi piace, 0 commenti1 settimana fa