Fantafestival 2014

LA FESTA di Simone Scafidi

La Festa - Andrea Mentre il regista Simone Scafidi è impegnato ad ultimare la post-produzione della sua ultima fatica, Dock Sud Story, co-diretto con Carlo A. Sigon [sulla vita del capitano dell’Inter Javier Zanetti], il suo precedente film, La festa, è in concorso alla 34esima edizione del Fantafestival 2014.

Proprio ieri sera, infatti, è stato presentato il film, un thriller dalle tinte horror che ha incontrato il nostro favore, e che Scafidi ha anche scritto.

Ed è proprio la sceneggiatura la prima cosa che ci colpisce di questo film, uno script apparentemente scontato, già visto, ma in verità scritta calcolando ritmo e tensione, per rimanere avvolta in un’atmosfera che diviene molto lentamente cupa e pericolosa, anche apparendo minacciosa fin da subito. A contribuire alla riuscita del film certamente l’apporto scenografico, di Rocio Stratico, e la bella fotografia di Gian Mario Da Dalt.

Nella villa di Fabio [Andrea Consonni] si terrà una festa tra amici. È il 3 marzo 2012, e tutti i nove amici del ragazzo sono arrivati a destinazione. C’è chi si apparta con la propria fidanzata, chi parla del più e del meno, chi attende amici in ritardo.

Continua a leggere

PSYCHOMENTARY di Luna Gualano

Locandina Psychomentary“Quando uno stato nega ad un cittadino il diritto irrinunciabile alla giustizia, il cittadino ha il diritto di farsi giustizia da solo”.

È questa la frase con la quale inizia Psychomentary, un film che unisce elementi propri dell’horror, del thriller e del poliziesco. Un film che è la testimonianza del killer, il quale riprende di nascosto le indagini.

Un uomo mascherato, collegato via internet, comunica di aver rapito la figlia di un senatore e chiede 1 milione di euro per non ucciderla. Una volta pagato, il rapitore rilancia con nuove richieste, rivelando di aver rapito anche altre persone, meno famose e preziose, della figlia del senatore. Man mano che le richieste non vengono accolte inizia ad uccidere le sue dieci vittime. Quando diventa chiaro a tutti che il sequestratore non scherza, un po’ alla volta gli investigatori capiscono anche qual è il suo piano. Ma nonostante tutto sono costretti a fare il suo gioco.

Psychomentary è un film che inizia come un horror, ma che con l’evolversi della storia assume dei connotati diversi, molto più vicini ad altri generi. Un film che parte con immagini che sembrano riprese con una camera a mano e che poi cresce, piano piano, sino ad arrivare ad un finale sorprendente, che stupisce lo spettatore e lo porta quasi a simpatizzare per quell’uomo, il cattivo di turno,
che è invece anche esso una vittima del sistema.

Continua a leggere

17 A MEZZANOTTE di AAVV

17-a-mezzanotte-film1Il cinema di Genere italiano sta vivendo una vera e propria rinascita non tanto grazie all’uscita di nuovo materiale audiovisivo [in sala o su supporto DVD, Blu-Ray etc] ma in quanto gli addetti ai lavori che ne abitano il sottobosco continuano a dimostrarsi capaci di creare una vera e propria rete di collaborazioni.

Facciamo qualche passo indietro; circa dieci anni fa gli alfieri del nostro horror indipendente erano sparsi per l’Italia con tante idee per la testa ma poca possibilità di vederle realizzate.

Primo scoglio da superare era, ed è, la ricerca di un budget adeguato per la realizzazione dell’opera, secondo la ricerca di tutte quelle figure professionali che possano ricoprire degnamente ogni comparto tecnico e non ultimo la ricerca degli interpreti adeguati per le proprie storie.

Principalmente mancava la possibilità, per questi registi, di incontrarsi, conoscersi e condividere insieme spese, idee, mezzi e figure professionali.

Continua a leggere

THE PERFECT HUSBAND di Lucas Pavetto

The perfect husband copertina buonaQuando le idee ci sono, e la professionalità pure, è difficile sbagliare. È questo il caso di uno dei film in concorso alla 34esima edizione del Fantafestival 2014: The perfect husband. A dirigerlo un regista del quale spesso vi abbiamo parlato su InGenere Cinema, e che seguiamo passo passo nella sua carriera cinematografica.

The perfect husband è l’evoluzione dell’apprezzato mediometraggio Il marito perfetto, che fu presentato nell’edizione del Fantafestival 2012, alla quale erano presenti l’ormai richiestissima attrice Crisula Stafida e il poliedrico Stefano Jacurti [regista del western Se il mondo intorno crepa, qui la nostra recensione].

Pavetto ritorna a lavorare sul suo thriller di coppia, dopo aver eseguito un’opera di revisione dell’opera breve, analizzando e implementando la sceneggiatura, studiando meglio poi alcuni dettagli tecnici. The perfect husband è un film indipendente del quale sarebbe ingiusto non riconoscerne la qualità sopra la media. Se già con Il marito perfettoPavetto aveva dimostrato di avere delle potenzialità, con The perfect husband, il regista mostra di aver raggiunto una maturità manifesta.

Continua a leggere

FANTAFESTIVAL 2014: Il programma del 17 Luglio

Fantafestival locandina34° FANTAFESTIVAL

MOSTRA INTERNAZIONALE DEL FILM DI FANTASCIENZA E DEL FANTASTICO

CINEMA BARBERINI – 14/23 LUGLIO

CINEMA TREVI – 5/7 SETTEMBRE

DOMANI, GIOVEDI’ 17 LUGLIO,  Z-DAY E ZOMBIE WALK

I MORTI VIVENTI INVADONO ROMA

La XXXIV edizione del FANTAFESTIVAL è lieta di annunciare, tra gli eventi collaterali, uno Z-Day che vedrà il Multisala Barberini assediato da un popolo di morti viventi, affamati di zombie-movie e dei premi che verranno assegnati loro dalla Indie Pictures.

Il Fantafestival, infatti, ha organizzato per domani, giovedì 17 luglio, in collaborazione con la casa di distribuzione home video, una Zombie Walk, che collegherà Villa Borghese a Piazza Barberini, a cui sono tutti invitati, ovviamente truccati da morti viventi. E per chi non volesse fare il morto vivente fai-da-te, il Fantafestival – in collaborazione con il team di produzione della web-series F*ck The Zombies! –metterà a disposizione alcune  truccatrici per dare agli interessati il giusto look moribondo.

Continua a leggere

PHANTASMAGORIA di AAVV

phantasmagoria1Phantasmagoria non è un film, ma ben tre. Tre cortometraggi che non hanno nessun collegamento tra di loro se non l’elemento che fa da trait d’union: i fantasmi.

Tre film per tre registi, Mickael Abbate, Domiziano Cristopharo e Tiziano Martella.

Essendo Phantasmagoria un’opera collettiva e per di più ad episodi, risulta difficile dare un giudizio univoco al film, sia per una questione puramente numerica, sia perché si farebbe un grave errore nel valutare tre film diversi, per storie, tecniche ed interpretazioni,  come se fosse un unico film.

Phantasmagoria parte alla grande con i titoli di testa che rimandano allo stile dei classici thriller/horror anni ’80 e ad una musica iniziale, opera dei Girls, gruppo musicale indie rock statunitense [nato e morto nel giro di un lustro, famoso per lo stile musicale ispirato a quello degli anni ’60 e ’70, che suscita lo stesso effetto dei titoli di testa].

Continua a leggere

NYMPH di Milan Todorovic

Nymph1Ci sono miti e leggende che andrebbero lasciati stare, creature che non andrebbero molestate, luoghi che non dovrebbero mai essere profanati.

Uno di questi è Mamula, l’antica isola-fortezza situata vicino la costa montenegrina che custodisce dentro di sé il ricordo di una terribile tragedia… e non solo.

Due gioiose amiche americane, Kelly e Lucy, decidono di passare qualche giorno di vacanza, ospiti nella villa del loro carissimo amico Alex, ormai prossimo alle nozze.

Durante il soggiorno fatto di balli, divertimenti e lunghe gite in barca, le ragazze hanno modo di conoscere le meraviglie del posto: la natura incontaminata, i bei ragazzi, la vita lontana dalla frenesia delle grandi metropoli americane.

Vi è spazio anche per i ricordi morbosi del college, quando Kelly [Kristina Klebe] era fidanzata proprio con Alex [Slobodan Stefanovic] e, tra un drink di troppo e un tuffo in mare aperto, si assiste alle scenate di gelosia da parte della quasi moglie di Alex, Yasmin [Sofija Rajovic].

Continua a leggere

CHIMÈRES di Olivier Beguin

chimeres1Alexandre e Livia sono una giovane coppia di artisti, tra loro c’è simbiosi perfetta; l’animo creativo e sensibile del primo viene cotro-bilanciato dal senso pratico e dall’intuito della seconda.

Durante un viaggio in Romania, Alexandre viene investito da un’auto in folle corsa, ricoverato d’urgenza subisce una trasfusione di sangue che lo salva da morte certa.

Dopo questa nefasta parentesi i due fanno ritorno nella loro città e la vita della giovane coppia sembra procedere tranquillamente, con Alexandre sempre alla ricerca di tematiche e soggetti interessanti da fotografare e con Livia che pazientemente cerca di seguire il suo uomo in tutte le attività, mettendosi in gioco addirittura per organizzargli una mostra fotografica.

Ma la notizia appresa su un giornale, riguardante una partita di sangue infetto somministrata per errore ai pazienti di un ospedale romeno, finisce per impensierire pesantemente la fragile mente di Alexandre che proietta su di sé la paura del contagio.

Continua a leggere

FANTAFESTIVAL 2014: Il programma del 16 luglio!

Time Lapse di Bradley King (Stati Uniti)Domani, mercoledì 16 luglio, il Fantafestival dedicherà buona parte della sua programmazione al cinema post-apocalittico girato nel nostro Paese. Spaghetti Horror tv, web tv italiana rivolta all’horror e alla fantascienza,presenterà “Post Apocalyptic Italian Style – Il cinema post-apocalittico girato in Italia”, una proiezione-incontro dedicata al cinema post-apocalittico girato in Italia, all’interno del quale sarà presentato uno dei titoli più interessanti della library della web TV: I predatori dell’anno omega, film fantascientifico italo-statunitense del 1983 ambientato in un futuro post-apocalittico, diretto da David Worth, e con Donald Pleasence, girato in larga parte tra i palazzoni di Nuovo Corviale [il famoso “Serpentone”, per i romani].

Continua a leggere

LA SANTA di Cosimo Alemà

Locandina La santaÈ tornato al Fantafestival il regista romano Cosimo Alemà, dopo la partecipazione al Fantafestival del 2011 con At the end of the day/Un giorno senza fine. Dopo le positive considerazioni che la critica, e anche noi di InGenere Cinema, avevamo espresso nei confronti del film, non possiamo far altro che confermare la capacità e le doti del regista e della squadra anche per l’ultima fatica: La Santa.

Presentato, fuori concorso, all’ottava edizione del Festival del Cinema di Roma, La santa, prodotto da Panama Film con RaiCinema, sarà presto distribuito in home video da 01 distribution, e sarà possibile vederlo online sul canale Web Movies di Rai Cinema Channel.

Mentre Alemà lavora ad un nuovo progetto cinematografico, La santa è stato selezionato all’interno della sezione lungometraggi in concorso alla 34esima edizione del Fantafestival. Proprio ieri, infatti, il regista ha presentato la sua ultima fatica al Cinema Barberini, accompagnato da parte del cast tecnico del film.

Continua a leggere