Interviste

Dylan Dog – 30 anni di incubi: Intervista a Luca Ruocco e Marcello Rossi

Tutto quello che volevate sapere su Dylan Dog, ma non avete mai osato chiedere. Potremmo descriverlo anche così il bel documentario, Dylan Dog – 30 anni di incubi di Luca Ruocco e Marcello Rossi, i quali da veri esperti, ci raccontano i primi trent’anni di vita dell’indagatore dell’incubo edito da Sergio Bonelli Editore e amato in tutto il mondo. In occasione della nuova messa in onda su Studio Universal [in onda sul digitale terrestre sulla piattaforma Mediaset Premium], ogni sabato di giugno in seconda serata, abbiamo fatto due chiacchiere con gli autori che sono di casa sulle pagine del nostro sito.

[Paolo Gaudio]: Un documento per raccontare i trent’anni dell’indagatore dell’incubo: dall’osservatorio di due esperti, com’è invecchiato il personaggio Bonelli in questi anni?

Continua a leggere

LOONEY FOODZ!: Intervista a Paolo Gaudio

Avete mai avuto l’impressione che un uovo, un pezzo di formaggio o un cartone di latte vi abbiano guardato sospettosi? C’è vita nel vostro frigo? Per citare un uomo saggio, è vero che nel frigo il pomodoro non dorme perché l’insalata russa? Il nostro Paolo Gaudio ci parla del suo nuovo progetto animato: Looney Foodz!

[Luca Ruocco]: Buongiorno, buon Gaudio! Di tanto in tanto passi dall’altra parte delle pagine virtuali del nostro sito! Non può che farmi piacere… e spero che tu riesca a trovarti bene da entrambi i lati.

[Paolo Gaudio]: Ciao Luca, grazie per la tua squisita ospitalità. Mi trovo molto bene su InGenere a cui devo la possibilità di alimentare la mia passione per la settimana arte. A molti sfugge il vero motivo per il quale mi dedico alla scrittura oltre che alla mia attività principale di regista e animatore. Si tratta di una cosa molto semplice, ma che comprendo possa sfuggire ai più. Vedi, io amo il cinema, non solo il mio. Non soltanto quello che faccio o che provo a fare. Ho bisogno di tutto il cinema possibile, da vedere e frequentare. La gioia più grande resta per me la sala e nella sala, molto spesso, trovo la forza per continuare a fare questo mestiere che, sfortunatamente, può essere molto frustrante, soprattutto per uno con le mie idee.

Continua a leggere

ON THE MILKY ROAD: Conferenza stampa con Emir Kusturica e Monica Bellucci

On The Milky Road è il nuovo, bellissimo film di Emir Kusturica. Dopo il passaggio in concorso alla 73esima Mostre d’Arte Cinematografica di Venezia, il film arriva finalmente anche nelle sale italiane. Il regista, tra i pochi vincitori di ben due Palme d’Oro, ha presentato questa sua ultima fatica alla stampa nostrana in compagnia di Monica Bellucci. Noi eravamo lì.

[InGenere Cinema]: Com’è nata l’idea che ha portato a “On The Milky Road”? So che sono stati necessari quattro anni di lavorazione…

[Emir Kusturica]: Tutto è iniziato da tre storie che mi vennero in mente, ma non nello stesso momento. L’uomo che trasportava il latte l’ho ascoltata a Mosca: andava avanti e indietro per portare il latte e nel suo cammino dava da bere ad un serpente. Poi quello stesso serpente gli salvò la vita, proprio come succede nel mio film. La seconda proviene dalla Croazia: una ragazza ucraina che visse a Roma, torno all’inizio della guerra e lavora come spia. Una donna bellissima che fece innamorare il generale inglese che uccise sua moglie per lei. Ho messo insieme queste due storie insieme ad una terza ovvero quella di un uomo che si salva grazie ad un gregge di pecore. Ho messo tutto insieme e sono partito per questo viaggio durato molti anni.

Continua a leggere

Da 2NIGHT a MONOLITH: Intervista a Ivan Silvestrini

È un venerdì notte a Roma. Il tempo è mite e il popolo della notte è pronto a uscire e a divertirsi. La città si anima e si colora dei neon dei locali, dei fari delle macchine, delle luci che illuminano i più importanti monumenti. In un locale di uno dei quartieri più vivi della città, due sconosciuti s’incontrano. Entrambi hanno circa trent’anni, sono soli e in cerca di qualcuno con cui passare la serata e forse, chissà, anche la notte. Lei chiede un passaggio e lui accetta di accompagnarla in macchina fino all’altro capo della città. Eccoli insieme che si fanno largo attraverso la notte. Lei è il prototipo della ragazza consapevole e autonoma, decisa, in questa serata che anticipa l’estate, a regalarsi una notte di sesso con uno sconosciuto, per poi, domani, continuare, più forte e sicura di sé, la sua vita senza legami. Lui sembra incarnare il trentenne di oggi, piuttosto timido, più calmo e riflessivo e con una strana inquietudine.

Continua a leggere

ELLE: La conferenza stampa con Paul Verhoeven

Ci sono alcuni incontri più speciali di altri. Non c’è che dire. Avere la fortuna di ascoltare un uomo di cinema così capace, coraggioso e competete è davvero un piacere per chi, quest’arte, la ama da tutta la vita. Paul Verhoeven è venuto a Roma per accompagnare la sua ultima straordinaria opera, Elle, illuminando i cuori e le menti dei tanti presenti alla conferenza stampa. Noi c’eravamo e questo è il report di un incontro così speciale.

[InGenere Cinema]: Il film non è finito nella cinquina come miglior film straniero, è una pellicola troppo eversiva per gli americani?

[Paul Verhoeven]: Ovviamente possiamo solo formulare delle ipotesi. Di sicuro, credo che il terzo atto del film sia stato male digerito dagli americani. Pensa che abbiamo avuto molti problemi a proporlo in USA o a trovare una attrice americana interessata al progetto. Il problema è politico, naturalmente.

Continua a leggere

IMPRONTAUMANA: Intervista a Cristiano Neila ed Oscar Celestini

Qualche mese fa, durante l’edizione 2016 del LatronicHorrorFest, abbiamo incontrato Cristiano Neila, autore dell’albo zero di IMPRONTAUMANA, progetto a fumetti che dietro un Genere, una cupissima fantascienza, nasconde molto, molto di più. Lo abbiamo rincontrato, insieme al disegantore Oscar Celestini, proprio per parlare di IMPRONTAUMANA, un progetto indipendente che ambisce alla realizzazione di una Graphic Novel suggestiva, oscura e poetica ambientata da qualche parte nel futuro.

[Luca Ruocco]: Dopo quasi un anno di lavoro, hai chiuso la produzione del numero zero che mostra e anticipa ambientazioni e personaggi di questa storia disegnata da 3 artisti: Valerio Rossi, Antonio Caricchio e Arturo Lauria. Cosa puoi dirci dell’universo narrativo di IMPRONTAUMANA? E come è nata l’idea di questa storia?

[Cristiano Neila]: Ormai più di un anno! Avevo voglia di mettere su una storia ambientata nel futuro, scura, visionaria e carica di elementi esoterici. Tutto questo insieme mi affascinava: la considero come una metafora del fatto che comunque nel futuro, anche con ipotetici progressi tecnici, probabilmente saremo sempre alla ricerca di risposte a questioni più intime e personali del tipo: “Che cosa è la vità?; “E’ davvero tutto come sembra?”…

Continua a leggere

Madness Factory ci racconta PARACELSO

Mattia Cavaliere Andrea Stella sono i creatori di Paracelso e e Oscar Celestini è il disegnatore del fumetto legato a questo progetto. Ci hanno contattato parlandoci della prima serie “crossmediale” che si muove tra live action e fumetto. Incuriositi, non abbiamo resistito e abbiamo voluto saperne di più…

[Luca Ruocco]: Ciao. Innanzitutto presentatevi ai lettori di InGenere Cinema. Chi siete, di cosa vi occupate e cos’è Madness Factory?

[Mattia Cavaliere]: Un saluto ai lettori di InGenere Cinema. Sono un giovane direttore della fotografia che ha iniziato lavorando sul campo in varie produzioni sul territorio piemontese, più precisamente a Torino. Nel 2015 ho fondato insieme ad Andrea Stella Madness Factory, un collettivo di artisti che si dedicano allo sviluppo di prodotti legati al mondo dell’intrattenimento. Insieme ad Andrea mi occupo anche della regia dei nostri progetti.

[Andrea Stella]: Ciao Luca e grazie per la disponibilità! Per quanto mi riguarda, posso dirti che sono nato nel 1992 e che ho una grande voglia di nuclearizzare il pianeta Terra senza una particolare ragione. A parte questo piccolo dettaglio, sono comunque una persona molto pacifica che collabora con un po’ di siti tra cui Lo Spazio Bianco. Di giorno sono un blogger/sceneggiatore che nel corso della sua relativamente giovane vita ha già compiuto circa 1650 omicidi. Di notte pure. Per fortuna però nessuno mi ha ancora scoperto, quindi per ora posso stare tranquillo.

[Oscar Celestini]: Sono un illustratore e colorista che si occupa anche di sviluppare giochi indie. Al momento disegno per IWC USA e coloro per Sergio Bonelli Editore. In questo periodo sono anche impegnato a curare la grafica di alcune app per smartphones e videogiochi pc.

Continua a leggere

ELOHIM A COLORI: Intervista a Valerio De Cristofaro

La saga a fumetti di Elohim, creata da Mauro Biglino e Riccardo Rontini per Uno Editori, è arrivata al traguardo dei 10 volumi, concludendo la prima stagione. A distanza di poco più di un mese, la saga riprende da primo volume, “Preludio”, con un nuovo formato e a colori. Per saperne di più abbiamo incontrato il colorista e grafico della nuova edizione: Valerio De Cristofaro.

[Luca Ruocco]: Ciao. Spiegaci, innanzitutto, chi è Valerio De Cristofaro…

[Valerio De Cristofano]: Ciao Luca e salve a tutti, non è facile rispondere ad una domanda apparentemente così semplice, comunque ci proviamo, sintetizzando molto. Sono un creativo autodidatta con una grande passione per il “mito”. Nell’infanzia, come tutti i bambini, agendo con un pennarello su di un foglio feci la sorprendente scoperta che si potevano “lasciare dei segni”, cominciai a scarabocchiare ovunque potevo e per la gioia dei miei genitori perfino sulla carta da parati di casa. Oggi rimango della convinzione che non ero io ad essere “dotato” ma erano le persone che mi circondavano che esaltando il mio operato alimentavano in me questa impulsiva comunicazione. Provengo da studi tecnici ed ho iniziato a lavorare circa vent’anni fa come mero grafico multimediale, imparando ad utilizzare tutti i più importanti software di grafica digitale ed animazione. Erano i primi anni del nuovo millennio e qui in Italia internet cominciava la sua ascesa, quindi il lavoro non mancava. Nel corso degli anni ho avuto la possibilità di collaborare con varie strutture importanti e prestigiose, tra cui la RAI, e crescere professionalmente acquisendo nuove capacità tecniche. E adesso… sono anche un fumettista.

Continua a leggere

L’INSONNE – OUVERTURE: Intervista ad Alessandro Giordani

Al RIFF 2016 abbiamo avuto modo di vedere la puntata pilota di una futura serie ispirata al fumetto L’insonne, creato negli anni ’90 da Giuseppe Di Bernardo e Andrea J. Polidori.

Abbiamo avuto modo di parlarne con il regista Alessandro Giordani.

[Luca Ruocco]: Ciao, Alessandro. Innanzitutto parlaci del fumetto da cui hai tratto ispirazione per il tuo “L’insonne – Ouverture”.

[Alessandro Giordani]: L’Insonne è un thriller esoterico che ha come protagonista Desdemona Metus, una giovane DJ di Radio Strega, una piccola radio privata di Firenze. Desdemona è affetta da una forma di insonnia di origine traumatica, che le permette di percepire aspetti della realtà normalmente nascosti alle persone comuni. La trasmissione radiofonica notturna che conduce si chiama L’Insonne e, trattandosi di un programma di genere talk, Desdemona entra in contatto con gli ascoltatori della notte i quali, talvolta, sono testimoni di storie cupe e misteriose. Il fumetto è stato creato da Giuseppe Di Bernardo e Andrea J. Polidori nel 1994 ed è stato poi rilanciato nel 2004, è composto di tredici episodi più alcuni speciali e nel 2006 ha vinto il premio ComicUS come miglior serie italiana. Nel 2008 L’Insonne è diventato anche un romanzo, scritto da Giuseppe Di Bernardo ed edito da Del Bucchia Editore, ed è impreziosito da una prefazione di Carlo Lucarelli e Mauro Smocovich. Il mediometraggio che ho realizzato è tratto proprio dal numero zero che si intitola appunto “Ouverture”.

Continua a leggere

HORROR E COMMEDIA DEMENZIALE: Intervista ad Alessio Nencioni

Vi avevamo già parlato dell’indie horror a tinte marcatamente demenziali Possessione demoniaca poco prima del suo passaggio al Fantafestival 2016 [qui trovate la recensione].

Dopo aver visto il precedente, e assai più ruspante Il lago nero 3, abbiamo scambiato due chiacchiere con il regista Alessio Nencioni.

[Luca Ruocco]: Alessio, comincerei da una domanda molto generica: a che età e con che film ricordi di esserti avvicinato per la prima volta al cinema? E quando, invece, hai deciso di realizzare la tua prima opera da regista? Di che cosa si trattava?

[Alessio Nencioni]: Diciamo che il cinema ci accompagna un po’ da tutta la vita. Per quanto mi riguarda non credo che ci sia stato un momento specifico, si tratta più di una continuità. I primi tentativi di regia invece sono iniziati una quindicina di anni fa, con una telecamera di fortuna, era qualcosa di non ponderato, quasi istintuale direi.

Continua a leggere

Segui [LR] su Facebook:

Post Facebook Più Recenti

SCARE COMPAIGN + NON BUSSATE A QUELLLA PORTA + XX – DONNE DA MORIRE - InGenere Cinema InGenere Cinema

#ScareCompaign + #NonBussateAQuellaPorta + #XX – #DonneDaMorire. Su #InGenereCinema Luca Ruocco su tre titoli Midnight Factoryt! http://www.ingenerecinema.com/2017/08/17/scare-compaign-non-bussate-quellla-porta-xx-donne-morire/

0 mi piace, 0 commenti7 ore fa

KONG SKULL ISLAND in Blu-Ray - InGenere Cinema InGenere Cinema

Il blu-ray di #KongSkullIsland, su #InGenereCinema!

1 mi piace, 0 commenti3 giorni fa

Sinossi, news e tante immagini da #InUnGiornoLaFine di Daniele Misischia. Su #InGenereCinema!

0 mi piace, 0 commenti5 giorni fa

MONOLITH di Ivan Silvestrini - InGenere Cinema InGenere Cinema

Su #InGenereCinema Luca Ruocco parla di #Monolith, il bell’esordio #SBE su grande schermo!

0 mi piace, 0 commenti6 giorni fa

JOHN DOE vol. 5 di Lorenzo Bartoli e Roberto Recchioni - InGenere Cinema InGenere Cinema

Su #InGenereCinema, parlo del quinto volume di #JohnDoe edito da BAO Publishing!

1 mi piace, 0 commenti1 settimana fa