News

SUSPIRIA torna al cinema il 30, 31 gennaio e 1 febbraio restaurato in 4k

A quarant’anni dal debutto al cinema – era il 1° febbraio del 1977 – torna Suspiria, uno degli indiscussi capolavori di Dario Argento.  Si potrà rivedere o vedere per la prima sul grande schermo l’inquietante horror del maestro come evento speciale per tre giorni, 30-31 gennaio e 1 febbraio 2017, distribuito da QMI Stardust, in una spettacolare versione restaurata in 4k [Info e elenco cinema sul sito www.suspiriaalcinema.it].

Un restauro accurato delle quasi 1.300 inquadrature che compongo il film, nessuna delle quali uguale all’altra, scelta registica rivendicata più volte dal maestro che a questo proposito ricorda “uno dei traguardi che mie ero posto – oltre a quello di voler fare un film di sole donne o meglio di sole ragazze – era quello di realizzare un film dove non ci fossero due inquadrature uguali o simili. Quando feci la shooting list tenni conto proprio di questo. Volevo che ogni inquadratura fosse bizzarra, strana e che rispecchiasse lo spirito del film. Un film bizzarro, strano, nervoso, anche molto scatenato, che ben rappresentava quel particolare momento della mia vita”.

Suspiria è uno dei titoli di pregio della library Videa che, per festeggiare il quarantennale dalla prima uscita cinema, ha deciso di restaurarlo in 4K partendo dal negativo, operazione che ha permesso di preservarne la qualità originale.

“Grazie a questa nuova versione restaurata in 4k, l’emozione sarà fortissima. Non vedo l’ora di vederlo in sala col pubblico – dichiara Dario Argento – con tutti i giovani che lo guarderanno per la prima volta… Oggi c’è ancora bisogno di aver paura al cinema, la paura è catartica, io lo so. Risveglia l’anima dello spettatore e colpisce il suo inconscio. La pratica del restauro nel cinema è molto importante per le nuove generazioni”.

Continua a leggere

THE EXECUTIONERS: Il nuovo film di Giorgio Serafini

unnamed-1Belle, Kay, Angela e Lori hanno organizzato un ultimo week-end nella casa dove hanno passato tante vacanze assieme. Le quattro inseparabili hanno appena finito l’ultimo anno di università e presto ognuna seguirà il suo percorso in città diverse. La piacevole serata si trasforma presto in un incubo.

La casa è presa in assalto da tre uomini dai visi dipinti. Portano con loro il seme di una violenza assurda, gratuita e senza limite. Belle è l’unica che riesce a scappare e, non potendo chiedere soccorso, non ha altra scelta che prendere la situazione in mano. Non senza difficoltà, riesce a liberare le sue compagne. Violenza genera violenza e le ragazze decidono di vendicarsi per il trattamento subito. La crudeltà sembra gratuita, inutile, primordiale. Ma forse, dietro a tutto ciò  c’è una ragione…

Continua a leggere

GUIDA AI MIGLIORI (E PEGGIORI) FUMETTI HORROR MADE IN ITALY

guida-ai-migliori-e-peggiori[comunicato stampa]:

La casa editrice Eus Edizioni è lieta di annunciare l’uscita della Deluxe Edition in un volume cartonato di pregio di Guida ai migliori (e peggiori) fumetti horror made in Italy. Scritto da Daniele Francardi, con la prefazione di Stefano Fantelli [Splatter, El Brujo, The Cannibal Family] questo libro vuole essere un viaggio verso quella che è la storia delle nuvole parlanti in chiave horror: Belzeba, Zora la vampira, Sukia, Oltretomba, Cimiteria, Splatter, Mostri e The Cannibal Family sono solo alcuni dei titoli analizzati.

Guida ai migliori (e peggiori) fumetti horror made in Italy, strutturato con la formula del dizionario, è una guida finalizzata a comprendere in che modo il genere horror, a partire dagli anni Sessanta, si sia rapportato all’universo dei fumetti; questi non sono solo un semplice mezzo di intrattenimento ma, molto spesso, rappresentano il simbolo della nostra terrificante società contemporanea, quella che ci fa scoprire che purtroppo i veri mostri non sono quelli scatenati dalla fantasiosa immaginazione degli autori.

Continua a leggere

BELLISSIME E PERVERSE al Lucca Comics & Games

14670779_935350286569325_3926667685737333283_nTra le novità presenti alla nuova edizione del Lucca Comics & Games, dal 28 ottobre al 1 novembre, il volume Bellissime e perverse: Le sexy eroine del fumetto horror ed erotico italiano, scritto a quattro mani da Fabio Giovannini e Antonio Tentori, per Cut up Publishing. Il volume analizza la figura delle eroine sexy nel fumetto horror ed erotico italiano. Recatevi quindi allo stand E170 Padiglione Napoleone. Il volume arriverà nelle librerie a novembre.

[comunicato stampa]

Cut-Up Publishing, la casa editrice fondata nel 1999 da Fabio Nardini, annuncia l’uscita di Bellissime e perverse: Le sexy eroine del fumetto Horror ed Erotico italiano, un libro di Fabio Giovannini e Antonio Tentori. Il volume sarà pubblicato nella collana Suture ideata e curata da Stefano Fantelli e sarà presentato in anteprima a Lucca Comics dal 28 ottobre al primo novembre (Padiglione Napoleone, stand E170, Dada).

Continua a leggere

I grandi restauri a Venezia 73: ZOMBI e UN LUPO MANNARO AMERICANO A LONDRA

zombiVenerdì 2 settembre, a mezzanotte, la sala Giardino, illuminata da un’inquietante luce rossa, ha ospitato la pellicola restaurata di Zombi, all’interno della sezione Venezia classici. Ad accompagnare la serata, insieme al consueto Barbera, sono stati Nicolas Winding Refn e Dario Argento.

Refn sale sul palco per primo per introdurre Dario Argento divertendo e fomentando il pubblico. Chiede se tutti conoscano l’inglese e al conclamato “Yes!” comincia con “Grazie davvero per l’opportunità di venire qui”. Ci tiene a ricordare quanto questa pellicola sia stata importante per la storia del cinema, facendo battute e giochi di parole: “Sono davvero onorato perché penso che è uno dei pochi film pop, a basso costo, un film che ci parla ancora, che ha dato forma al nostro futuro e ha creato Donald Trump”. Qui parte un applauso spontaneo e lui continua “Avete visto tutti questo film? Ok, dovete vedetelo ancora. Questa versione curata da Dario Argento è forse l’unico esempio di un film che ha due genitore, un padre e una madre.

Continua a leggere

CORRADO FARINA, regista dei miei sogni

Corrado_Farina_con_il_Pardo_d'oroMuore Corrado Farina e per me muore un amico, non il regista di Hanno cambiato faccia e Baba Yaga. Muore l’intellettuale colto, gentile e raffinato che conobbi a Livorno, in occasione di un Joe D’Amato Horror Festival dove incontrai un sacco di gente sgradevole e poco interessante, al punto che fu in tale occasione decisi di non frequentare più i festival di cinema.

Il solo bel ricordo legato a quelle tre giornate livornesi di quasi quindici anni fa resta Corrado Farina, che presentò al Cinema Gran Guardia il suo Hanno cambiato faccia su grande schermo. Adesso quel che resta del Gran Guardia è solo il nome, non è lo stesso cinema ma una tristezza.

Muore Corrado Farina e io ricordo l’umiltà di un grande regista nello scendere a Piombino per ritirare un Premio Cappelletti alla carriera, parlare di cinema in una saletta di periferia, raccontare i suoi sogni. Muore Corrado Farina e io mi ricordo tutti i libri che ci siamo scambiati nel corso di tanti anni passati a vergare passioni sui fogli. Ricordo la sua rubrica su Nocturno, dove scrisse molto bene di un mio libro su Fellini e la lunga intervista che mi concesse per la Storia del Cinema Horror Italiano volume 4 (“Cosa cavolo c’entro io con l’horror?” mi chiedeva stupito).

Continua a leggere

LA FUGA: Iniziate le riprese del nuovo film di Stefano Calvagna

LA FUGA1Sono iniziate a Roma, il 6 Giugno 2016, le riprese de La fuga, il film con cui Stefano Calvagna torna a dirigere Sveva Cardinale, già protagonista del suo Un nuovo giorno.

L’attrice veste stavolta i panni di una escort, a casa della quale si nasconde un rapinatore interpretato da Claudio Vanni, braccato dalle forze dell’ordine in quanto reduce da una rapina che gli ha portato tra le mani un ingente bottino.

A metà strada tra Una vita al massimo di Tony Scott e Quel pomeriggio di un giorno da cani, il lungometraggio include nel cast Stefano Ambrogi, Daniele Trombetti, Massimo Bonetti e la cantante Mietta.

Il film è girato fra Roma e Rosignano [Livorno], la fotografia è di Daniele Nannuzzi, scenografie di Massimo Santomarco.

Continua a leggere

LA FUGA: Il nuovo film di Stefano Calvagna

STEFANO CALVAGNA E SVEVA CARDINALE1Dopo Un nuovo giorno, tratto dalla sua vera storia, Sveva Cardinale tornerà ad essere protagonista sotto la regia di Stefano Calvagna ne La fuga, in cui vestirà i panni di una escort che si ritrova ad affiancare un rapinatore interpretato da Alberto Tordi e che ignora essere braccato dalle forze dell’ordine, in quanto reduce da una rapina che gli ha portato tra le mani un ingente bottino.

Le riprese del film – a metà strada tra Una vita al massimo di Tony Scott e Quel pomeriggio di un giorno da cani di Sidney Lumet – partiranno a giugno 2016, in seguito all’uscita di Si vis pacem, para bellum, ultima fatica del cineasta romano che sarà nei cinema dal 18 maggio precedente.

La strada per BATMAN V SUPERMAN: Dawn of Justice

Batman contro Superman - Il ritorno del Cavaliere OscuroDue mondi separati

“Ma dove vai? Il circo sarà a metà strada per Metropolis ormai”, disse Bruce Wayne al giovane Dick Grayson, rimasto orfano. Questo fu il primo segnale che, da qualche parte, là fuori, in quello stesso pianeta, nonché universo, ci fosse un Superman intento a volare fra i grattacieli della grande metropoli. E il pubblico in sala, nel 1995, dopo aver sentito la battuta pronunciata da Val Kilmer durante la visione di Batman Forever di Joel Schumacher, in quel momento si chiese: “Batman incontrerà Superman in un prossimo film?”.

E poi con l’infame “Ecco perché Superman lavora solo!” di due anni dopo, in un film assolutamente da dimenticare [quindi da non citare], il pubblico ci pensò nuovamente. L’incontro tra i due sarebbe mai avvenuto?

Era già successo parecchie volte nelle serie a cartoni animati [per non parlare di quelle a fumetti], ma per il cinema non era mai esistito un universo condiviso. Erano altri tempi. Tempi in cui bisognava aspettare tre anni per vedere realizzato un cinecomic.

Continua a leggere

Il PROTON PACK: dall’universo di “Ghostbusters” alla realtà

SonyProtonPack_2Tokyo, Giappone | 1 aprile 2016 – La Sony Corporation ha rivelato ufficialmente di aver perfezionato con successo il Proton Pack [#protonpack], un esclusivo prodotto in grado di catturare sostanze presenti in una dimensione parallela.

Il Proton Pack è dotato di un sincrotrone superconduttore miniaturizzato all’avanguardia, che si attiva grazie all’iniezione di protoni generati da una cellula al plasma di idrogeno. Le temperature di questo superconduttore sono mantenute stabili grazie all’utilizzo di un serbatoio contente elio in forma liquida, inoltre l’attivazione di un Cryocooler assicura il tempo di funzionamento, che supera di gran lunga quello reso disponibile da una sola miscela criogena.

Continua a leggere

Post Facebook Più Recenti

Madness Factory ci racconta PARACELSO - InGenere Cinema InGenere Cinema

Luca Ruocco ha intervistato Madness Factory per sapere di più del loro nuovo progetto: #Paracelso. Su #InGenereCinema.

0 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

JACKIE di Pablo Larraìn - InGenere Cinema InGenere Cinema

[in sala]: #JACKIE di Pablo Larraìn, su #InGenereCinema [recensione di Egidio Matinata]

0 mi piace, 0 commenti2 giorni fa

RESIDENT EVIL: THE FINAL CHAPTER di Paul W. S. Anderson - InGenere Cinema InGenere Cinema

Si raschia il fondo in modo spregiudicato in #ResidentEvil #TheFinalChapter. Luca Ruocco ne parla su #InGenereCinema.

1 mi piace, 0 commenti3 giorni fa

Foto del diario

#RassegnaStampa: The Walking Dead n.45 di Kirkman, Adlard, Gaudiano, Rathburn Ed: saldaPress [euro 2,50] Oggi in #edicola.

0 mi piace, 0 commenti4 giorni fa

“La Gazzetta dello Sport”: Bollettino uscite n.12 - InGenere Cinema InGenere Cinema

Questa settimana due uscite a fumetti per La Gazzetta dello Sport: #DylanDog #IMaestriDellaPaura e #LeBattaglieDelSecolo. Su #InGenereCinema.

0 mi piace, 0 commenti4 giorni fa