Gilda Signoretti

CTHULHU – I RACCONTI DEL MITO di Howard Phillips Lovecraft

CTHULHU - I RACCONTI DEL MITOImperdibile la raccolta di racconti di Howard Phillips Lovecraft edita da Mondadori, dal titolo Cthulhu – I racconti del mito. A risaltare è sicuramente la particolarità del volume, che si presenta con una cover – curata da Francesco Botti – dal taglio gotico con tanto di Grande Antico dagli occhi rossi racchiuso in una cornice che comprende il nome dello scrittore e il titolo della raccolta; e poi con i bordi delle pagine del libro, interamente neri. Si tratta di una raccolta completa dei racconti inerenti il mito di Cthulhu. A introdurci al volume la prefazione di Giuseppe Lippi sulle origini del mitologia creata da Lovecraft.

Che siate già stati infettati dal morbo lovecraftiano o meno, questo libro si rivela prezioso; le storie brevi dello scrittore americano considerato il precursore e l’ispiratore del Genere fantascientifico, descrittive, poetiche e visionarie, riescono a impressionare il lettore, riuscendo a stimolare la mente, puntando sulla paura, sul mistero, sull’inconscio, tanto da dare l’impressione che si stia leggendo la storia di un film che il lettore riesce a visualizzare perfettamente con la sua mente, in cui la realtà e la fantasia si confondono.

Continua a leggere

PUPI AVATI – IL CINEMA DALLE FINESTRE CHE RIDONO di Luca Servini

Pupi Avati - Il cinema delle finestre che ridono

La linearità è uno degli aspetti che più contraddistinguono il libro curato dal nostro Luca Servini: Pupi Avati. Il cinema dalle finestre che ridono.

Non si tratta di un saggio canonico sulla carriera e filmografia di uno dei registi italiani più noti, ma piuttosto di un lavoro prima di tutto creativo, che mira a “narrare” il cinema di Avati attraverso riflessioni, considerazioni, aneddoti del regista stesso e di alcuni suoi collaboratori, attori compresi, senza mai tralasciare il ruolo che la musica ha avuto nella vita e nel suo cinema e, cosa da non poco, senza mai trascurare la sua personalità.

In Pupi Avati. Il cinema dalle finestre che ridono si riesce quasi a conoscere Avati come uomo, oltre che come regista, a seguire i suoi successi e i suoi fallimenti, le sue scelte di vita, come quella di trasferirsi a Roma lasciando la provincia bolognese nel 1970, dopo aver girato il suo film d’esordio Balsamus – L’uomo di Satana. Avati ha abbracciato più generi nella sua carriera, ma in ogni suo film è pressoché impossibile non notare il ricorso all’esoterismo e al paranormale, alla pazzia/follia; elementi impreziositi sempre dalla musica, vera anima parlante dei suoi film, aspetto questo ampiamente sottolineato nel testo. Impossibile non pensare, tra le migliori produzioni avatiane, a La casa dalle finestre che ridono, 1976, un film che ha ottenuto riconoscimenti dalla critica e dal pubblico solo in un secondo momento, anche se, dopotutto, la sua uscita al cinema in quell’estate del ’76 non fu poi così drammatica ma, si sa, la collocazione di un film ad agosto nelle sale non è sempre una scelta infelice.

Continua a leggere

IL SAPORE DELLA CILIEGIA di Abbas Kiarostami

A quasi un anno dalla morte dell’intellettuale Kiarostami, BIM distribuisce in home video Il sapore della ciliegia, in una edizione speciale molto curata e imperdibile, che all’interno contiene il volume Il vento e la foglia, poesie scelte, una raccolta di poesie che rappresentano bene il significato di scrittura visiva tanto sfruttata nelle opere del poeta e regista iraniano.

Un uomo sulla cinquantina [Homayoun Ershadi], Badii, viaggia a bordo della sua automobile nelle zone periferiche di Teheran. Il silenzio avvolge il tragitto, interrotto inizialmente da brevi conversazioni con alcune persone, tra cui quella con una turista che gli chiede di poterle scattare una fotografia.

Continua a leggere

THE WAR – IL PIANETA DELLE SCIMMIE di Matt Reeves

Lo si stava attendendo da molto questo terzo capitolo della nuova saga de Il pianeta delle scimmie, The war – Il pianeta delle scimmie, un titolo che merita sicuramente l’attenzione e il plauso che un’opera riuscita, sia tecnicamente [pensiamo al lavoro di performance capture] che dal punto di vista della scrittura.

Le scimmie son tornate, ma non per mettere in atto una vendetta contro il genere umano, semmai per stringere un patto di pace. Lo sa bene Cesare [Andy Serkis], che risparmia tre soldati catturati dal suo branco durante un’imboscata, per mandare un messaggio di pace al colonnello McCullough [Woody Harrelson]. Ovviamente questo messaggio di pace non verrà né apprezzato né preso in considerazione, così da inasprire ulteriormente le tensioni già in atto e decretare una guerra che si preannuncia estrema, anche per la stessa sopravvivenza delle scimmie.

Continua a leggere

LA TARTARUGA ROSSA di Michael Dudok De Wit

Imperdibile l’uscita home video di uno dei pochi film d’animazione degni di nota in questo 2017: La tartaruga rossa. A distribuirlo BIM Distribuzione, che per l’occasione ha promosso una uscita in DVD tutta particolare, in un formato cartonato che riproduce la forma di una tartaruga e con contenuti extra veramente unici. Ma andiamo con ordine. A dirigere il film un regista olandese, Michael Dudok De Wit, il cui ultimo cortometraggio Father and Daughter – presente nei contenuti extra del disco – aveva suscitato l’interesse e la stima di Studio Ghibli, tanto da ricevere proprio dallo studio cinematografico giapponese una lettera di elogi contenente una richiesta di collaborazione allettante.

Continua a leggere

VARICHINA – La vera storia della finta vita di Lorenzo De Santis di Antonio Palumbo e Mariangela Barbanente

Ci sono alcune persone che, per carattere, inventiva, personalità, brio, incoscienza o problemi mentali, diventano dei veri e propri simboli delle nostre città e dei nostri paesi, tanto da parlar di loro ai turisti di turno che, scettici per il comportamento particolarmente estroverso dei soggetti, non capiscono chi hanno di fronte. Varichina, alias Lorenzo De Santis, è uno di questi. Nato e cresciuto a Bari, è stato per anni una delle persone più conosciute in città, e non solo, o non tanto, in quanto figura bizzarra e anticonformista, ma perché mostrava con fare assai disinibito la sua omosessualità, tanto da risultare ad alcuni ‘fastidioso’ e invadente.

Varichina faceva sfoggio, volontariamente e involontariamente, della sua omosessualità, in una città, ma in verità  in un’Italia intera, ancora troppo chiusa, negli anni ’70, e in cui già la sessualità di per sé non era argomento di dibattito pubblico.

Soprannominato Varichina perché da bambino vendeva in sella alla sua bicicletta flaconi di candeggina, Lorenzo è il protagonista di un bellissimo docufilm degno di rilievo e del clamore che sta suscitando in Italia e all’estero, diretto da una coppia di registi pugliesi che si son fatti spazio nel panorama cinematografico indipendente italiano, ovvero Mariangela Barbanente e Antonio Palumbo. Continua a leggere

FLORENCE di Stephen Frears

New York anni ’40. Florence Foster Jenkins [Meryl Streep]  è un’aristocratica con la passione per il canto: la donna crede di avere delle doti canore e con l’aiuto di un maestro compiacente e poi di Clair Bayfield [Hugh Grant] marito adulatore, di mestiere attore teatrale, diventa pian piano tra le ‘artiste’ più famose dei salotti dell’alta società americana, pur essendo alquanto stonata e senza grazia. Nonostante il pubblico ristretto scelto per le sue serate, non mancano le risate e le offese dei più disinvolti, che non fermano comunque la carriera di Florence, i cui dischi riscuotono molto successo. Tra i sogni nel cassetto che la donna riesce a realizzare con la complicità del marito, che è anche suo manager, il concerto alla sala di concerto Carnagie Hall a New York, con grande interesse e partencipazione anche da parte della stampa.

Continua a leggere

ESCOBAR di Andrea Di Stefano

La vita tranquilla dei due fratelli Nick [Joah Hutcherson] e Dylan [Brady Corbet], che hanno aperto una scuola di surf sulla costa in Colombia, viene completamente sconvolta dal deputato Pablo Escobar [Benicio Del Toro], un criminale molto pericoloso e potente, a capo di un traffico di cocaina a livello internazionale, che gli hanno permesso di vivere nel lusso. Tutto ha inizio nel momento in cui Nick conosce Maria [Claudia Traisac], e se ne innamora.

Il legame che unisce i due ragazzi si fa via via più forte, e per questo motivo Maria decide di presentarlo alla famiglia, con il beneplacito di Escobar, che si presenta al ragazzo come un uomo molto simpatico e spiritoso, finché una sera non entra nella sua stanza per fargli un discorso moralistico sul legame che lo lega a Maria e su quanto sia importante la sua felicità. Da quell’istante nulla è più come prima, ma Nick se ne accorge lentamente, convinto che la genuinità di Maria non sia poi così diversa da quella dello zio, e così accetta di lavorare per lui, ma i suoi uomini e alcuni strani fatti di cronaca che riconducono al narcotrafficante, fanno capire a Nick che egli stesso sta per diventare una preda, e allora bisognerà prevedere le mosse del predatore e cercare una di fuga.

Continua a leggere

GLI INVASORI SPAZIALI COLLECTOR’S EDITION 2 DVD

Alcuni film riescono a lasciare nello spettatore ricordi e sensazioni vivide e quando questo è possibile lo si deve principalmente ad un esauriente lavoro di sceneggiatura e ad una coesione di intenti con la regia e con la componente musicale. Forse Gli invasori spaziali, sia l’originale e penultimo film di William Cameron Menzies del 1953 che il remake di Tobe Hooper, Invaders, del 1961, non brillano per musicalità, ma sicuramente hanno dalla loro parte una base scritturale semplice ma affascinante. É lodevole l’uscita in doppio DVD distribuito di CG Entertainment nella collana Sinister Film, che racchiude entrambi i film. Se gli intenti sono gli stessi, le modalità di realizzazione dei due film sono molto diverse. Ma andiamo con ordine.

Un bambino, David [Jimmy Hunt nel primo e Hunter Carson nel secondo] viene svegliato in piena notte da una luce molto intensa proveniente dalla collina a poca distanza dalla propria casa; spinto dalla curiosità di capire di cosa si tratti si affaccia alla finestra e scopre che sulla collina è appena atterrata un’astronave, che, stranamente, sta sprofondando nel terreno. Terrorizzato, chiama i genitori, ma né il padre, di professione scienziato, né la madre sembrano credergli.

Continua a leggere

SULLY di Clint Eastwood

Imperdibile l’edizione home video targata Warner Bros. dell’ultima fatica di Clint Eastwood, Sully, di cui vi abbiamo ampiamente parlato in occasione della sua uscita in sala lo scorso dicembre.

Nel pomeriggio del 15 gennaio 2009, il volo 1549 della U.S. Airways, decollato da pochi minuti dall’aeroporto LaGuardia di New York e diretto a Charlotte, Carolina del Nord, è vittima di  un incidente: un impatto con uno stormo di uccelli – ‘bird strike’ – che, finiti all’interno dei due motori, ne avevano compromesso la funzionalità, facendogli perdere quota. Alla guida dell’aereo il capitano Chesley Sullenberger, chiamato Sully [Tom Hanks], e il copilota Jeffrey Skiles [Aaron Eckhart].

Sully, con alle spalle una lunga carriera professsionale, riuscì a mantenere il controllo, e valutò che l’unica soluzione da prendere per non determinare una tragedia, fosse quella di atterrare sul fiume Hudson, scelta che poi si rivelò assolutamente giusta, poiché non causò vittime, grazie anche all’arrivo tempestivo dei soccorsi. Sul caso l’agenzia governativa National Transportation Safety Board [NTSB] aprì un’inchiesta per accertare che il pilota avesse effettivamente seguito la migliore procedura, al termine della quale Sully ne uscì vincente, considerato dai media un eroe.

Continua a leggere

Segui [LR] su Facebook:

Post Facebook Più Recenti

Le uscite a fumetti della settimana de La Gazzetta dello Sport! InGenere Cinema

Le uscite a fumetti della settimana de La Gazzetta dello Sport, su #InGenereCinema!

0 mi piace, 0 commenti2 giorni fa

VALERIAN e la Città dei Mille Pianeti: L’incontro con Luc Besson InGenere Cinema

Valerian e la Città dei Mille Pianeti: Il report di Paolo Gaudio dell’incontro con Luc Besson. Su #InGenereCinema.

0 mi piace, 0 commenti3 giorni fa

CTHULHU - I RACCONTI DEL MITO di Howard Phillips Lovecraft InGenere Cinema

Il mito di Cthulhu torna in libreria con la nuova edizione dei racconti di H. P. Lovecraft edita da Mondadori Store. Gilda Signoretti ne parla..

0 mi piace, 0 commenti4 giorni fa

Non nuotate in quel fiume 2 : Torna l'horror demenziale di Roberto Albanesi InGenere Cinema

#NonNuotateInQuelFiume2 – LO SCONTRO FINALE di Roberto Albanesi. Ne parliamo su #InGenereCinema.

0 mi piace, 0 commenti6 giorni fa

#RassegnaStampa: Orfani – Sergio Bonelli Editore – #Sam n.6 di Roberto Recchioni, Michele Monteleone / Andrea Accardi, Simone Di Meo, Luca Casalanguida,..

0 mi piace, 0 commenti1 settimana fa