Gilda Signoretti

IT di Tommy Lee Wallace

Ormai quasi trent’anni fa, erano gli anni ’90, usciva negli USA una miniserie TV tratta da uno dei più famosi romanzi di Stephen King: It. A dirigerlo Tommy Lee Wallace, regista di tante serie di successo, nonché di Halloween III – Il signore della notte. In occasione dell’uscita al cinema del film di Andy Muschietti, di cui vi abbiamo piacevolmente parlato, Warner Bros. Propone l’uscita in Blu-Ray del film TV.

La banda dei perdenti, formata da sette adolescenti del New England, dovrà vedersela con una creatura diabolica e spietata, che ai loro occhi di bambini si mostra sotto l’aspetto baldanzoso e oscuro del clown Pennywise, interpretato da Tim Curry. Una storia di amicizia ma soprattutto di coraggio e di crescita divisa in due stagioni della vita distanti trent’anni l’una dall’altra, due stagioni unite da un’unica promessa, quella di tornare a fare gruppo per combattere It e con esso le allucinazioni che disorientano il gruppo, allontanandolo dalla realtà.

Continua a leggere

SAW: LEGACY di Mike e Peter Spierig

Sono passati sette anni da Saw 3D, “aspirante” ultimo capitolo di Saw, una delle saghe horror più chiacchierate degli ultimi anni, nata da un’idea di James Wan, certamente tra i migliori registi del terrore odierni, capace di districarsi con grande maestria tra diversi Generi, dal thriller all’azione, all’horror, verso cui sembra essere più incline. Quando nel 2004 uscì Saw, si ebbe la netta sensazione che quel film, da Wan diretto e scritto con il suo fido collaboratore Leigh Whannell [che poi firmerà anche i capitoli successivi], segnasse una svolta nel Genere, sia narrativa che tecnica: Wan è un artigiano che fa della creatività la sua principale guida, furbo nel cercare stratagemmi e trovate che hanno presa sul pubblico, ricercate e mai banali.

Dopo il primo Saw, Wan si è dedicato alla regia di altri film horror di cui vi abbiamo parlato, producendo però i capitoli successivi della saga, non tutti riusciti.

Continua a leggere

LIBERAMI di Federica Di Giacomo in Home Video

Fino a che punto siamo disposti ad arrivare pur di liberarci dal male che ci logora? Sembra essere questa la domanda attorno a cui gira il film documentario Liberami, della regista Federica Di Giacomo, vincitore della sezione Orizzonti alla73esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia e distribuito in dvd da CG Entertainment.

In Liberami lo spettatore viene portato a porsi una serie di domande sul mondo dell’esorcismo e sulle sue sfaccettature, sul legame tra esorcismo e psicologia e su come l’una invada il campo dell’altra. La figura principe del docufilm è don Cataldo, intento a muoversi tra i fedeli – a volte non spontanei, bisogna dirlo – con semplicità, ma anche con autorevolezza, quella che compete a chi, come lui, combatte il demonio e libera dalla sua possessione i cosiddetti ‘indemoniati’ o presunti tali.

 

Continua a leggere

PUFFI: COLLEZIONE 3 FILM

Distribuita da Sony Pictures il primo cofanetto contenente la trilogia cinematografica dei Puffi al cinema, che si conclude con I puffi – Viaggio nella foresta segreta, uscito lo scorso aprile, non più diretto da Raja Gosnell come i precedenti ma da Kelly Asbury. Vi abbiamo parlato ampiamente di ciascuno dei tre film alla loro uscita: se nei primi due l’animazione e il live action si confondevano, il terzo invece è un film completamente d’animazione, in cui i Puffi sono protagonisti assoluti, senza più gli umani Patrick [Neil Patrick Harris] e Grace [Jayma Mays] con cui confrontarsi, e in cui Gargamella costituisce come sempre una minaccia. Se nei due film precedenti l’azione e l’allegria era sempre in moto, qui i toni si fanno un po’ più seri.

Siamo nel villaggio blu dei Puffi, e Puffetta, più matura di come l’avevamo lasciata nei due film precedenti, è in preda a mille domande sulla sua identità, lei che, unico essere femminile della sua specie, è stata creata nel laboratorio dal malvagio mago che vuole far fuori tutti gli omini blu.

Continua a leggere

INCONTRI RAVVICINATI DEL TERZO TIPO di Steven Spielberg

In occasione del 40esimo anniversario dall’uscita al cinema del film Incontri ravvicinati del terzo tipo del maestro dei maestri Steven Spielberg, Universal Pictures presenta una nuova edizione home video di questo straordinario film, restaurato in 4k.

Roy [Richard Dreyfuss] è un elettrotecnico appassionato di scienza. È un marito e padre distratto, così concentrato nella sua attività lavorativa che non riesce a rendersene conto, e questo è il motivo della crisi coniugale con Ronnie [Teri Garr]. Siamo a Muncie, nell’Indiana, e, in piena notte, Barry [Cary Guffey], un bambino, esce di casa in pigiama, attratto da qualcosa di non bene identificato. Non è l’unico. Come lui altre persone, in pigiama, sono uscite e si sono riversate per strada. Barry continua il suo cammino imperterrito, fino a quando non incontra una famiglia che, sul ciglio della strada, sta aspettando di assistere ad uno spettacolo epocale del quale possono solo subirne il fascino: il passaggio di un’astronave.

Ray, che è tra gli spettatori di questo eccezionale passaggio alieno sulla Terra, ne sarà così influenzato da assumere da quel momento atteggiamenti molto strani, ossessionato poi  da una forma particolare che cerca di riprodurre [e che lo condurrà alla Torre del Diavolo] non riuscendoci, e come lui Jillian [Melinda Dillon], madre di Barry, sconvolta dal rapimento alieno di suo figlio.

Continua a leggere

CTHULHU – I RACCONTI DEL MITO di Howard Phillips Lovecraft

CTHULHU - I RACCONTI DEL MITOImperdibile la raccolta di racconti di Howard Phillips Lovecraft edita da Mondadori, dal titolo Cthulhu – I racconti del mito. A risaltare è sicuramente la particolarità del volume, che si presenta con una cover – curata da Francesco Botti – dal taglio gotico con tanto di Grande Antico dagli occhi rossi racchiuso in una cornice che comprende il nome dello scrittore e il titolo della raccolta; e poi con i bordi delle pagine del libro, interamente neri. Si tratta di una raccolta completa dei racconti inerenti il mito di Cthulhu. A introdurci al volume la prefazione di Giuseppe Lippi sulle origini del mitologia creata da Lovecraft.

Che siate già stati infettati dal morbo lovecraftiano o meno, questo libro si rivela prezioso; le storie brevi dello scrittore americano considerato il precursore e l’ispiratore del Genere fantascientifico, descrittive, poetiche e visionarie, riescono a impressionare il lettore, riuscendo a stimolare la mente, puntando sulla paura, sul mistero, sull’inconscio, tanto da dare l’impressione che si stia leggendo la storia di un film che il lettore riesce a visualizzare perfettamente con la sua mente, in cui la realtà e la fantasia si confondono.

Continua a leggere

PUPI AVATI – IL CINEMA DALLE FINESTRE CHE RIDONO di Luca Servini

Pupi Avati - Il cinema delle finestre che ridono

La linearità è uno degli aspetti che più contraddistinguono il libro curato dal nostro Luca Servini: Pupi Avati. Il cinema dalle finestre che ridono.

Non si tratta di un saggio canonico sulla carriera e filmografia di uno dei registi italiani più noti, ma piuttosto di un lavoro prima di tutto creativo, che mira a “narrare” il cinema di Avati attraverso riflessioni, considerazioni, aneddoti del regista stesso e di alcuni suoi collaboratori, attori compresi, senza mai tralasciare il ruolo che la musica ha avuto nella vita e nel suo cinema e, cosa da non poco, senza mai trascurare la sua personalità.

In Pupi Avati. Il cinema dalle finestre che ridono si riesce quasi a conoscere Avati come uomo, oltre che come regista, a seguire i suoi successi e i suoi fallimenti, le sue scelte di vita, come quella di trasferirsi a Roma lasciando la provincia bolognese nel 1970, dopo aver girato il suo film d’esordio Balsamus – L’uomo di Satana. Avati ha abbracciato più generi nella sua carriera, ma in ogni suo film è pressoché impossibile non notare il ricorso all’esoterismo e al paranormale, alla pazzia/follia; elementi impreziositi sempre dalla musica, vera anima parlante dei suoi film, aspetto questo ampiamente sottolineato nel testo. Impossibile non pensare, tra le migliori produzioni avatiane, a La casa dalle finestre che ridono, 1976, un film che ha ottenuto riconoscimenti dalla critica e dal pubblico solo in un secondo momento, anche se, dopotutto, la sua uscita al cinema in quell’estate del ’76 non fu poi così drammatica ma, si sa, la collocazione di un film ad agosto nelle sale non è sempre una scelta infelice.

Continua a leggere

IL SAPORE DELLA CILIEGIA di Abbas Kiarostami

A quasi un anno dalla morte dell’intellettuale Kiarostami, BIM distribuisce in home video Il sapore della ciliegia, in una edizione speciale molto curata e imperdibile, che all’interno contiene il volume Il vento e la foglia, poesie scelte, una raccolta di poesie che rappresentano bene il significato di scrittura visiva tanto sfruttata nelle opere del poeta e regista iraniano.

Un uomo sulla cinquantina [Homayoun Ershadi], Badii, viaggia a bordo della sua automobile nelle zone periferiche di Teheran. Il silenzio avvolge il tragitto, interrotto inizialmente da brevi conversazioni con alcune persone, tra cui quella con una turista che gli chiede di poterle scattare una fotografia.

Continua a leggere

THE WAR – IL PIANETA DELLE SCIMMIE di Matt Reeves

Lo si stava attendendo da molto questo terzo capitolo della nuova saga de Il pianeta delle scimmie, The war – Il pianeta delle scimmie, un titolo che merita sicuramente l’attenzione e il plauso che un’opera riuscita, sia tecnicamente [pensiamo al lavoro di performance capture] che dal punto di vista della scrittura.

Le scimmie son tornate, ma non per mettere in atto una vendetta contro il genere umano, semmai per stringere un patto di pace. Lo sa bene Cesare [Andy Serkis], che risparmia tre soldati catturati dal suo branco durante un’imboscata, per mandare un messaggio di pace al colonnello McCullough [Woody Harrelson]. Ovviamente questo messaggio di pace non verrà né apprezzato né preso in considerazione, così da inasprire ulteriormente le tensioni già in atto e decretare una guerra che si preannuncia estrema, anche per la stessa sopravvivenza delle scimmie.

Continua a leggere

LA TARTARUGA ROSSA di Michael Dudok De Wit

Imperdibile l’uscita home video di uno dei pochi film d’animazione degni di nota in questo 2017: La tartaruga rossa. A distribuirlo BIM Distribuzione, che per l’occasione ha promosso una uscita in DVD tutta particolare, in un formato cartonato che riproduce la forma di una tartaruga e con contenuti extra veramente unici. Ma andiamo con ordine. A dirigere il film un regista olandese, Michael Dudok De Wit, il cui ultimo cortometraggio Father and Daughter – presente nei contenuti extra del disco – aveva suscitato l’interesse e la stima di Studio Ghibli, tanto da ricevere proprio dallo studio cinematografico giapponese una lettera di elogi contenente una richiesta di collaborazione allettante.

Continua a leggere

Segui [LR] su Facebook:

Post Facebook Più Recenti

FANTAFESTIVAL 2017: Il programma completo, su InGenere Cinema! InGenere Cinema

Fantafestival 2017: Il programma completo, su #InGenereCinema!

1 mi piace, 0 commenti2 giorni fa

GLI SDRAIATI di Francesca Archibugi, l’ultimo film di Francesca Archibugi. InGenere Cinema

#GliSdraiati di Francesca Archibugi, su #InGenereCinema [recensione di Giovanni Cosmo]

0 mi piace, 0 commenti2 giorni fa

Recensione del nuovo DC-Cinecomic JUSTICE LEAGUE di Zack Snyder! InGenere Cinema

#JusticeLeague: Paolo Gaudio parla del nuovo cinecomic #DC, su #InGenereCinema!

0 mi piace, 0 commenti6 giorni fa

STALKER di Andrei Tarkovskji in Blu-Ray per CG Entertainment InGenere Cinema

[home video]: #STALKER di Andrei Tarkovskji in Blu-Ray per CG Entertainment. Su #InGenereCinema la recensione di Luca Servini.

3 mi piace, 0 commenti6 giorni fa

www.ingenerecinema.com

La recensione di Gilda Signoretti del Blu-Ray di #IT di Tommy Lee Wallace, su #InGenereCinema!

0 mi piace, 0 commenti1 settimana fa