Risultati della ricerca per: MAD IN ITALY

SHOCK + MAD IN ITALY @ Cineclub Detour [Roma]

Mad in Italy[comunicato stampa]

Il 30 Maggio Shock+Mad in Italy al Detour Cineclub [Via Urbana, 107 – Roma]

SERATA DOPPIO SPETTACOLO “ESTREMA-MENTE” follia, paranoia, allucinazione

L’idea di proiezione è semplice: ossia quella di proporre in un double-bill di cinema indipendente, 2 lungometraggi di genere thriller-horror aventi come tematica comune la “follia”.

I film in questione sono Mad in Italy [2012] di Paolo Fazzini e, in anteprima assoluta, SHOCK my abstraction of death di Domiziano Cristopharo e Alessandro Redaelli.

Continua a leggere

MAD IN ITALY di Paolo Fazzini

locandina__1Lo aspettavamo da tempo. Di Mad in Italy [2012] se ne cominciò a parlare qualche anno fa, quando il regista e autore Paolo Fazzini annunciò su varie webzine che il suo esordio al lungometraggio sarebbe stato la diretta conseguenza di un’urgenza autoriale di girare qualcosa che riuscisse a raccontare, utilizzando anche le atmosfere riconoscibili del thriller [il genere più adatto per ritrarre l’Italia di oggi], la realtà che ci troviamo a vivere.

“Non è mia intenzione attuare una critica sociale o far emergere giudizi su nessuna delle situazioni rappresentate. Penso, però, che il cinema di genere possa combinarsi benissimo con tematiche attuali che si vivono ogni giorno. Spesso sento dire da chi scrive e gira film che l’horror deve avere come unico scopo quello di divertire, che non deve far pensare troppo … ecco, invece a me piace pensare, e lo vorrei fare anche quando guardo un film”. Questa era stata una delle risposte ad una vecchia intervista che Fazzini mi concesse per il fu Indie.Horro.it, e proprio su questo suo modo di vivere il genere e, parallelamente, di analizzare criticamente l’attualità e la cronaca del nostro Paese, sta il punto di massima riuscita del suo Mad in Italy.

Continua a leggere

MAD IN ITALY di Paolo Fazzini

locandina__1Lo aspettavamo da tempo. Di Mad in Italy [2012] se ne cominciò a parlare qualche anno fa, quando il regista e autore Paolo Fazzini annunciò su varie webzine che il suo esordio al lungometraggio sarebbe stato la diretta conseguenza di un’urgenza autoriale di girare qualcosa che riuscisse a raccontare, utilizzando anche le atmosfere riconoscibili del thriller [il genere più adatto per ritrarre l’Italia di oggi], la realtà che ci troviamo a vivere.

“Non è mia intenzione attuare una critica sociale o far emergere giudizi su nessuna delle situazioni rappresentate. Penso, però, che il cinema di genere possa combinarsi benissimo con tematiche attuali che si vivono ogni giorno. Spesso sento dire da chi scrive e gira film che l’horror deve avere come unico scopo quello di divertire, che non deve far pensare troppo … ecco, invece a me piace pensare, e lo vorrei fare anche quando guardo un film”. Questa era stata una delle risposte ad una vecchia intervista che Fazzini mi concesse per il fu Indie.Horro.it, e proprio su questo suo modo di vivere il genere e, parallelamente, di analizzare criticamente l’attualità e la cronaca del nostro Paese, sta il punto di massima riuscita del suo Mad in Italy.

Continua a leggere

MAD IN ITALY MIXTAPE dal 1 ottobre in freedownload

Mad_in_italy_mixtape

Da sabato 1 ottobre è disponibile in freedownload Mad in Italy che anticipa l’uscita dell’omonimo lungometraggio horror diretto da Paolo Fazzini.

Il mixtape è un regalo della produzione del film e di Gold [www.goldworld.it] a tutti gli appassionati di musica hip hop, colonne sonore e cinema underground.

È stato concepito alternando brani hip hop ispirati alle vicende del film con dialoghi ed estratti dalla colonna sonora, creando un vero e proprio “mixtrack” [mixtape+soundtrack].

Gli artisti coinvolti provengono da diverse regioni italiane, proprio a voler dimostrare che il disagio è diffuso e la presa di posizione contro le storture nazionali è chiara.

Sono così presenti brani originali esclusivi di Dj Stile & Little Tony Negri [Roma], Fog Prison [Ascoli Piceno], Manzish [Catanzaro], Skanda [Grosseto], La Primiera e Il Generale [Firenze], Acid One [Pisa], 2DPicche [Bolzano], e molti altri.

Per quanto riguarda gli estratti musicali che esulano dal genere hip hop sono presenti brani dalla colonna sonora del film ad opera di Mario Salvucci, Gallara e Gli Illuminati.

Il tutto selezionato e curato da A.N.D., membro del gruppo pionieristico di rap italiano Menti Criminali, qui presenti con tre inediti.

A supportare il progetto c’è Gold, marchio streetwear che nasce a Firenze, affermato portavoce in Italia della street culture.

Seguendo la propria filosofiaGold si occupa anche di confezionare e distribuire le t-shirt ufficiali del film.

Mad in Italy varca così i confini del cinema, abbracciando anche musica e abbigliamento, facendosi filosofia street e underground.

Continua a leggere

MAD IN ITALY: follia italiana tra cinema, musica, moda e concerti

Mad_in_italy_mixtape

MAD IN ITALY – IL MIXTAPE

La diffusione del mixtape Mad in Italy anticipa l’uscita dell’omonimo lungometraggio diretto da Paolo Fazzini. Il mixtape è stato concepito alternando brani hip hop ispirati alle vicende del film con dialoghi ed estratti dalla colonna sonora, creando un vero e proprio “mixtrack” [mixtape+soundtrack].

Gli artisti coinvolti provengono da diverse regioni italiane, proprio a voler dimostrare che il disagio è diffuso e la presa di posizione contro le storture nazionali è chiara.

Sono così presenti brani originali di Dj Stile & Little Tony Negri [Roma], Fog Prison [Ascoli Piceno],Manzish [Cosenza], Skanda [Grosseto], La Primiera e Il Generale [Firenze], Acid One [Pisa], 2DPicche [Bolzano], e molti altri.

Per quanto riguarda gli estratti musicali che esulano dal genere hip hop sono presenti brani dalla colonna sonora del film ad opera di Mario Salvucci, Gallara e Gli Illuminati. Il tutto selezionato e curato da A.N.D., membro del gruppo pionieristico di rap italiano Menti Criminali, qui presenti con tre inediti.

DAL 1 ottobre sarà disponibile in free download l’intero mixtape su Jamendo, Creative Commons.

Il mixtape è anticipato dal videoclip di Menti Criminali “Maniaco italiano”, contenente immagini del backstage del film [lo trovate subito dopo il salto].

Continua a leggere

MADE IN ITALY di Luciano Ligabue

Dopo diciotto anni di attesa arriva nelle nostre sale il terzo film da regista del cantante e musicista Luciano Ligabue. Made in Italy, ispirato all’omonimo concept album uscito nel novembre del 2016, ripercorre la storia di proletariato, cambiamento e amore presente nei quattordici brani del disco del rocker emiliano.

I temi sono quelli cari a Ligabue, così come l’ambientazione di provincia e un certo interesse verso gli ultimi. Sono passati tanti anni ma il suo cinema resta immobile, cristallizzato, fermo a quello del suo debutto che, badate bene, resta il punto più alto di questo regista.

Un film nato vecchio che vorrebbe fotografare l’anima candida di questo Paese, presa a schiaffi dai furbi, potenti e padroni, ma che finisce per mostrarsi come un campionario stanco di piccoli – o grandi, fate voi – eventi quotidiani intrisi di retorica e qualunquismo.

Stefano Accorsi è Riko, un uomo di specchiate virtù e comprovata sfortuna: incastrato in un lavoro che non ha scelto, a malapena in grado di mantenere la casa di famiglia. Può contare però su un variegato gruppo di amici, su una moglie che, tra alti e bassi, ama da sempre, e un figlio ambizioso che frequenta l’università.

Continua a leggere

GUIDA AI MIGLIORI (E PEGGIORI) FUMETTI HORROR MADE IN ITALY

guida-ai-migliori-e-peggiori[comunicato stampa]:

La casa editrice Eus Edizioni è lieta di annunciare l’uscita della Deluxe Edition in un volume cartonato di pregio di Guida ai migliori (e peggiori) fumetti horror made in Italy. Scritto da Daniele Francardi, con la prefazione di Stefano Fantelli [Splatter, El Brujo, The Cannibal Family] questo libro vuole essere un viaggio verso quella che è la storia delle nuvole parlanti in chiave horror: Belzeba, Zora la vampira, Sukia, Oltretomba, Cimiteria, Splatter, Mostri e The Cannibal Family sono solo alcuni dei titoli analizzati.

Guida ai migliori (e peggiori) fumetti horror made in Italy, strutturato con la formula del dizionario, è una guida finalizzata a comprendere in che modo il genere horror, a partire dagli anni Sessanta, si sia rapportato all’universo dei fumetti; questi non sono solo un semplice mezzo di intrattenimento ma, molto spesso, rappresentano il simbolo della nostra terrificante società contemporanea, quella che ci fa scoprire che purtroppo i veri mostri non sono quelli scatenati dalla fantasiosa immaginazione degli autori.

Continua a leggere

THE LAST HERO – L’ULTIMO EROE: Il trailer del fantasy made in Italy

ANNAMARIA LORUSSO[comunicato stampa]:

Da mesi sulle bacheche dei social network dell’attore Roberto D’Antona e della bellissima attrice Annamaria Lorusso si vocifera di questo lungometraggio fantasy/horror e, dopo tanta attesa, eccoci finalmente ad annunciarvi l’uscita del trailer di questo ambizioso progetto.

The Last Hero – L’ultimo eroe nasce da un’idea di Annamaria Lorusso, proposta a D’Antona, questa volta non solo in veste di attore protagonista, ma propone di curarne anche la sceneggiatura e la regia. D’Antona, come ben sappiamo, ha abbandonato la regia da ormai 2 anni [ultimo lavoro in regia il pluripremiato e famoso Johnny] e sta lavorando moltissimo come attore in svariati set Italiani conquistando  premi in tutto il mondo [recentemente ha vestito i panni del folle Condom nel film Insane, del disperato Dante nella serie Inferno e del simpatico Christian nel pilot di Camice Bianco – La Serie], cosi Roberto ha confermato ad Annamaria di voler curare la sceneggiatura del lungometraggio; il suo interesse a ricopere il ruolo del protagonista Alan e quello della regia del progetto… ma soltanto per la realizzazione del trailer!

Continua a leggere

EUS presenta la GUIDA AI MIGLIORI [E PEGGIORI] FUMETTI HORROR MADE IN ITALY

guidaLa casa editrice Eus Edizioni è lieta di annunciare l’uscita del nuovo titolo della collana Spaghetti Horror, Guida ai migliori (e peggiori) fumetti horror made in Italy.

Scritto da Daniele Francardi, questo libro vuole essere un viaggio verso quella che è la storia delle nuvole parlanti in chiave horror: Belzeba, Zora la vampira, Sukia, Oltretomba, Cimiteria, Splatter, Mostri e The Cannibal Family sono solo alcuni dei titoli analizzati.

Guida ai migliori (e peggiori) fumetti horror made in Italy, strutturato con la formula del dizionario, è una guida finalizzata a comprendere in che modo il genere horror, a partire dagli anni Sessanta, si sia rapportato all’universo dei fumetti; questi non sono solo un semplice mezzo di intrattenimento ma, molto spesso, rappresentano il simbolo della nostra terrificante società contemporanea, quella che ci fa scoprire che purtroppo i veri mostri non sono quelli scatenati dalla fantasiosa immaginazione degli autori.

Continua a leggere

BUIO: il nuovo thriller seriale made in Italy su Premium TV

cartellone buio 1_b dal registaAndrà in onda su Premium TV, venerdì 19 aprile alle 21.15, la prima puntata di Buio, serie tv/thriller all’italiana firmata da Nicolaj Pennestri [scrtta con Francesco Cinquemani prodotto da Raffaello e Cristina Monteverde], che vanta quattro protagoniste di episodio d’eccezione: Andrea Osvart [primo episodio: L’intruso], Margareth Madè [secondo episodio: Buio], Kasia Smutniak [terzo episodio: Cinque ore di luna piena] e Valentina Cervi [quarto episodio: L’urlo].

Gli episodi avranno una durata di 25′ cadauno.

Di seguito la sinossi di serie e le sinossi brevi dei singoli episodi.

Luca Ruocco

Continua a leggere