BIZZARRO ITALIANO: disponibile dal 1 dicembre!

BIZZARRO ITALIANO: disponibile dal 1 dicembre…

BIZZARRO ITALIANO 1986-1999 - ITALIAN WEIRD CINEMA FROM THE ANALOGIC ERA! Per gli amanti del cinema underground italiano degli anni ’80/’90 è in uscita la prima storica antologia su DVD [curata dal regista…
BIZZARRO ITALIANO: disponibile dal 1 dicembre…
IL SUDARIO DELLA MUMMIA in Blu-Ray

IL SUDARIO DELLA MUMMIA in Blu-Ray

Pulp Video, distribuita da CG Home Video, continua nella pubblicazione delle rarità Hammer con l’uscita in hd di questo classico del 1967 diretto da John Gilling. La storia è ambientata in…
IL SUDARIO DELLA MUMMIA in Blu-Ray
HUNGER GAMES – Il canto della rivolta [Parte I] di Francis Lawrence

HUNGER GAMES – Il canto della rivolta [Parte …

Dove eravamo rimasti: Katniss Everdeen ha distrutto l'arena in cui si stavano svolgendo i settantacinquesimi Hunger Games, scoccando una freccia elettrizzata che ha colpito e mandato in frantumi la cupola…
HUNGER GAMES – Il canto della rivolta [Parte …
INTERIORA HORROR FEST: Intervista agli organizzatori

INTERIORA HORROR FEST: Intervista agli organi…

Chi scrive ha incontrato lo staff organizzativo del festival indipendente Interiora Horror Fest poco prima della prima edizione, per la quale curai una parte della selezione dei corti in programma…
INTERIORA HORROR FEST: Intervista agli organi…
INTERVISTA A PACO FABRINI

Opera Manent 01: PACO FABRINI

Inauguriamo oggi una nuova rubrica, dal titolo Opera Manent. Il senso di questa rubrica sta nell'incontrare attori, registi, sceneggiatori e tecnici cinematografici, che hanno abbandonato, per diverse ragioni il cinema, che…
Opera Manent 01: PACO FABRINI
LE METAMORFOSI DEL MALE: dal 4 dicembre al cinema

LA METAMORFOSI DEL MALE: dal 4 dicembre al ci…

Arriverà nelle sale italiane distribuito da Moviemax il prossimo 4 dicembre La metamorfosi del male, il nuovo film del regista americano William Brent Bell [Stay Alive e L' altra faccia del…
LA METAMORFOSI DEL MALE: dal 4 dicembre al ci…
LA CITTÁ VERRÁ DISTRUTTA ALL’ALBA di George A. Romero

LA CITTÁ VERRÁ DISTRUTTA ALL’ALBA di George A…

Dopo l’esordio con il fondamentale La notte dei morti viventi [1968], film destinato a diventare uno dei pilastri della storia del cinema horror mondiale, George Romero dirige un altro film…
LA CITTÁ VERRÁ DISTRUTTA ALL’ALBA di George A…
POE – PROJECT OF EVIL di AAVV

POE – PROJECT OF EVIL di AAVV

Nel 2011 prendeva vita il progetto P.O.E. Poetry of Eerie, lungometraggio indipendente formato da tredici corti diretti da giovani promesse del panorama horror nostrano, che rivisitavano alcune tra le più…
POE – PROJECT OF EVIL di AAVV
L’ORA DEL MISTERO in DVD

L’ORA DEL MISTERO in DVD

Sinister Film aggiunge un altro, importante tassello all’importante – filologicamente  cinematograficamente parlando – mosaico di perle perdute e inedite del cinema horror e fantastico: stavolta la parte del leone la…
L’ORA  DEL MISTERO in DVD
CLOWN: Le prime due clip e nuove foto

CLOWN: Le prime due clip e nuove foto

Clown è un progetto cominciato per gioco. Fin dai tempi in cui frequentavano la scuola di cinema, il regista Jon Watts e lo sceneggiatore Chris Ford scherzavano sull’idea di fare…
CLOWN: Le prime due clip e nuove foto
PreviousNext

FINDING HAPPINESS: APPUNTAMENTO DA NON PERDERE!

findinfhappiness1FINDING HAPPINESS

VIVERE LA FELICITA’

 

HAPPINESS HOUR

ALLENARSI ALLA FELICITA’

 

ROMA/CINEMA BARBERINI

DOMENICA 23 NOVEMBRE

 

Evento speciale per gli spettatori romani di “Finding Happiness – Vivere la felicità” [in sala dal 20 novembre], del quale vi abbiamo parlato qui.

→']);" >Continua a leggere

BIZZARRO ITALIANO: disponibile dal 1 dicembre!

10805103_10204325044758665_1841817195_nBIZZARRO ITALIANO 1986-1999 – ITALIAN WEIRD CINEMA FROM THE ANALOGIC ERA!
Per gli amanti del cinema underground italiano degli anni ’80/’90 è in uscita la prima storica antologia su DVD [curata dal regista Paolo Fazzini] che raccoglie i cortometraggi più rappresentativi di quel periodo.
Prima dell’avvento delle tecnologie digitali, prima della diffusione capillare di internet, dei telefoni cellulari, dei plug-in per la post-produzione, della color correction, in Italia si agitavano in maniera disordinata e sotterranea appassionati di cinema che riuscivano a porre mano su mezzi di ripresa, accenderli e mettere in scena i deliri cinematografici che scorrevano nelle loro menti.

Trash, horror, demenziali, provocatori, comici, i corti raccolti in questa antologia esplodono nuovamente in faccia allo spettatore dopo decenni di sepoltura forzata in bui scaffali, facendo emergere un cinema sommerso realizzato con la sfrontatezza di un’attitudine quasi anarcoide.

→']);" >Continua a leggere

IL SUDARIO DELLA MUMMIA in Blu-Ray

il sudario della mummia bdPulp Video, distribuita da CG Home Video, continua nella pubblicazione delle rarità Hammer con l’uscita in hd di questo classico del 1967 diretto da John Gilling.

La storia è ambientata in terra egiziana, nel 1920: durante una spedizione archeologica, vengono rinvenuti i resti di una mummia, che verranno portati nel museo di turno.

La mummia, risvegliata dal guardiano del museo, si vendicherà uccidendo i profanatori che le hanno turbato l’eterno sonno.

Terzo film della saga della Mummia realizzato dalla gloriosa casa di produzione inglese Hammer, dopo il capolavoro di Terence Fisher con Peter Cushing e Christopher Lee del 1958 e il seguito Il mistero della mummia (1964) diretto dal produttore Carreras: a questo seguirà l’ultimo capitolo, Exorcismus – Cleo la Dea dell’amore (1971) diretto da Seth Holt.

Il regista Gilling, già autore per la Hammer del bellissimo La lunga notte dell’orrore (1966), dirige l’episodio meno ispirato della saga, la cui sceneggiatura ricalca le avventure già viste nei precedenti film, ma non per questo meno interessante: le ambientazioni sono al solito sfarzose e suggestive e il personaggio della Mummia è sempre un’attrattiva per gli amanti del Genere.

→']);" >Continua a leggere

DIPLOMACY – Una notte per salvare Parigi di Volker Schlondorff

Diplomacy locandinaEsce il 21 novembre, distribuito da Academy Two, Diplomacy – una notte per salvare Parigi, un film di produzione francese, diretto dal tedesco  Volker Schlondorff.

Sono tanti i misteri e i buchi storici che non verranno mai chiariti, uno tra questi riguarda le modalità tramite le quali, nell’agosto 1944, si evitò che la Francia fosse rasa al suolo per ordine di Hitler. La seconda guerra mondiale è ormai alle porte, eppure proprio le battute finali del conflitto saranno decisive per la proclamazione dei vincitori e per le sorti delle potenze mondiali.

Il 23 agosto 1944 Hitler dà l’ordine al generale von Choltitz di bombardare l’intera città di Parigi e distruggere tutti i suoi monumenti. È un ordine dettato dalla disperazione quello del Führer, che sa di essere ormai alla fine, ma vuole radere al suolo la città parigina a causa della sua bellezza e del suo sfarzo, quella città che visitò il 14 giugno 1940, e che aveva avuto modo di ammirare e di innamorarsene profondamente. Proprio dalla bellezza di Parigi aveva stilato il progetto “Nuova Berlino”, nel quale il suo architetto di fiducia, Albert Speer, avrebbe dovuto rinnovare e rendere monumentale Berlino, per porla al di sopra di ogni altra capitale mondiale.

→']);" >Continua a leggere

SARÀ UN PAESE di Nicola Campiotti

locandina-filmIl mito attribuisce l’introduzione dell’alfabeto greco all’eroe fenice Cadmo, figlio di Agenore, in viaggio alla ricerca della sorella Europa, rapita da Zeus.

Intraprendono un viaggio analogo, i due protagonisti di Sarà un Paese; partono in giro per l’Italia alla ricerca di un nuovo linguaggio in grado di raccontare e restituire un senso alla contemporaneità, cercando le parole adatte per dare il giusto nome alle cose.

Nicola, trentenne laureato e disoccupato, stanco di vedersi rifiutare dai datori di lavoro il proprio curriculum “troppo” qualificato, decide di intraprendere questo viaggio col suo fratellino di dieci anni, Elia, indagando i mille volti dello stivale e di chi lo abita; raccontando l’integrazione multi-culturale, le lotte quotidiana, le sconfitte e le speranze che attraversano il paese.

“L’anima di un luogo – afferma la voce fuori campo di Elia – cambia e muta, per come vien governata, per come vien tenuta”.

→']);" >Continua a leggere

SOPRASSEDIAMO! Franco & Ciccio Story – Presto in libreria

soprassediamo1Franco e Ciccio sono due clown amati dal pubblico e disprezzati dalla critica, forse proprio perché la loro comicità è legata a un Genere poco capito come la parodia.

I due siciliani non interpretano parodie perché vanno di moda e garantiscono incassi sicuri, ma perché è il loro modo di essere attori, la loro comicità si forma su quel tipo di cultura popolare.

Il cinema italiano conosce la parodia grazie a Totò, Erminio Macario, Raimondo Vianello, Ugo Tognazzi, Walter Chiari, ma l’arrivo sul grande schermo di Franco e Ciccio sconvolge gli schemi e imposta il discorso parodistico in termini ben più radicali.

La critica non li comprende, massacra ogni pellicola con attacchi virulenti, ai limiti dell’offensivo, definendo la loro comicità stupida e volgare, non rendendosi conto di offendere anche il pubblico che affolla le sale e rifiutando di capire i motivi del successo. Franco e Ciccio pagano la stagione dell’impegno politico, l’eredità del neorealismo e l’assurdo intellettualismo di certa critica che, come diceva Fulci, “deve vedere mondine e partigiani per apprezzare un film”, ma che uccide lentamente il cinema popolare.

→']);" >Continua a leggere

HUNGER GAMES – Il canto della rivolta [Parte I] di Francis Lawrence

cantodellarivolta1Dove eravamo rimasti: Katniss Everdeen ha distrutto l’arena in cui si stavano svolgendo i settantacinquesimi Hunger Games, scoccando una freccia elettrizzata che ha colpito e mandato in frantumi la cupola che copriva il luogo teatro dei giochi. Con quel gesto, la giovane ragazza, decretò la fine della gara e l’inizio della rivolta dei Distretti contro il regime di Capitol City.

Ora, Katniss si trova nel Distretto 13 roccaforte dei ribelli, insieme ad alcuni dei superstiti dei giochi tratti in salvo dall’intervento di Plutarch Heavensbee ma, sfortunatamente, Peeta non è tra questi.

Alla guida della rivolta c’è Alma Coin, la quale vorrebbe che Katniss si unisse a loro nella battaglia contro la dittatura del Presidente Snow, vestendo i panni della ghiandaia imitatrice, simbolo sotto il quale tutti i ribelli si sono riuniti.

Questo è l’incipit da cui ha inizio Hunger Games – Il Canto della Vittoria [Parte I], terzo capitolo tratto dall’ultimo libro della saga fantascientifica scritta Suzanne Collins, diviso per il grande schermo – come consuetudine di questi tempi a Hollywood – in due film.

→']);" >Continua a leggere

FINDING HAPPINESS di Ted Nicolaou

findinfhappiness1La giornalista newyorkese Juliet Palmer [Elizabeth Rohm] viene incaricata dal direttore del giornale [John M. Jackson] per il quale lavora, di trascorrere una settimana all’Ananda World Brotherhood Village, in California,  per poter scrivere un articolo riguardante la comunità di seguaci di Swami Kryananda. Inizialmente scettica e sospettosa, finirà per abbracciare la filosofia di vita proposta e la pratica yoga.

Il docu-film utilizza il soggiorno della giornalista come espediente narrativo per raccontare e mostrare al pubblico la realtà dei villaggi Ananda sparsi per il mondo [ve ne sono negli Stati Uniti, in India ed anche una ad Assisi]; i membri della comunità in tal modo possono testimoniare il proprio modus vivendi e narrare la storia del periodo di vita e insegnamento statunitense di Paramhansa Yogananda [autore di Autobiografia di uno Yogi] e quindi la biografia del discepolo Donald Walters [poi Swami Kriyananda], fondatore nel 1968 della prima “Colonia di Fratellanza Mondiale “.

Un film atipico, anche da un punto di vista produttivo [i produttori sono Roberto Bessi e Frank Hildebrand, di grande importanza], il cui risultato è interessante, ma lascia perplessi.

→']);" >Continua a leggere

I TONI DELL’AMORE – Love is Strange di Ira Sachs

tonidellamore1Il cinema a volte si pone come obiettivo quello di fotografare la realtà e di restituirla così com’è, senza particolari artefici, colpi di scena o costruzioni tipicamente cinematografiche. Se poi, il centro di tale narrazione è rintracciabile nell’amore ed in come le persone si relazionino ad esso, con differenti approcci e risultati, ebbene, l’obiettivo appare sempre più arduo da raggiungere.

Tuttavia, sempre più cineasti subiscono il desiderio di mettere la loro macchina da presa all’interno di situazioni intime, quotidiane, piccole, cercando di portare al minimo quella che potremmo definire come finzione cinematografica.

Recentemente, l’esempio più eclatante in tal senso è Boyhood di Linklater che addirittura mina i meccanismi tipici della messa in scena, concedendo al film una verità al dir poco rara.

I toni dell’amore – Love is Strange rappresenta, per molti aspetti, un ulteriore tentativo – non estremo come quello di Linklater - di proporre sul grande schermo un pezzetto di vita reale, autentica e molto attuale.

→']);" >Continua a leggere

INTERIORA HORROR FEST: Intervista agli organizzatori

IV Festival Horror Indipendente INTERIORA - Pubblico - ph MastergoodChi scrive ha incontrato lo staff organizzativo del festival indipendente Interiora Horror Fest poco prima della prima edizione, per la quale curai una parte della selezione dei corti in programma per il portale Indie.Horror.it, che portavo avanti insieme ad altra brutta gente in quel periodo.

Ora Interiora ha raggiunto la boa della quinta edizione e noi di InGenere abbiamo incontrato gli organizzatori, per tirare un po’ le somme della manifestazione!

→']);" >Continua a leggere