LA CASA DELLE BAMBOLE – GHOSTLAND di Pascal Laugier

ghostland-1Pauline eredita da una vecchia zia una grande villa immersa nel nulla. Per la donna è un dono irrinunciabile, una piccola svolta ad una vita andata fino a quel momento non proprio alla grande. Decide, così, di trasferircisi insieme alle due figlie adolescenti: l’aspirante scrittrice horror Beth e la più concreta e cinica Vera.

Quando le tre donne arrivano nella loro nuova casa la sorpresa comincia a mostrare le sue ombre inquietanti: la vecchia zia era, infatti, una collezionista compulsiva di bambole e vecchi giocattoli e la casa è praticamente infestata da queste piccole presenze mute dalla sguardo misterioso. Ma Pascal Laughier non si accontenta, non ha intenzione di creare lentamente un’atmosfera, di far lievitare il sense of horror per poi farlo esplodere in secondo momento. L’orrore arriva nella sua storia da subito, proprio durante la prima notte nella nuova casa di campagna, quando una coppia di sconosciuti distrugge e spazza via [per sempre?] la tranquillità che la famiglia spera di aver trovato, introducendosi nella nuova abitazione con le peggiori intenzioni.

Di certo uno dei migliori titoli della passata annata horror, La casa delle bambole – Ghostland non solo conferma il talento orrorifico del Laugier di Martyrs, ma riscalda il cuore di chi cerca in un horror un guizzo di luccicanza che allontani il Genere dalla banalità.

Spaventoso e concreto, violento ma anche libero dagli schemi, sperimentale e sorprendente, La casa delle bambole gioca con la storia così come con lo spettatore, trasportandolo all’interno di un macabro gioco di scatole cinesi che, tra un mina [distruttiva e costruttiva al tempo stesso] alle fondamenta del sotto-Genere della home invasion e un richiamo alla violenza psicologica e grafica del primo Tobe Hooper, amplifica l’efficacia del racconto del terrore attraverso un continuo rimbalzo tra realtà e allucinazione, tra un presente inaccettabile e un futuro da favola, forse entrambi veri, forse tutti fittizi.

A distribuire l’ottimo film di Laugier in una curata edizione con doppio disco Blu-Ray, la Midnight Factory di Koch Media. Ormai garanzia di edizioni di qualità, anche stavolta la Limited Edition si presenta con una custodia cartonata contenente la classica amaray con doppio BD e un booklet di approfondimento curato da Nocturno Cinema. Il secondo disco è completamente dedicato ai contenuti extra: si va dalle interviste a Emilia Jones, Crystal Reed e Pascal Laugier a “L’immagine fantasma”, interessante e curato documentario/making-of di Thierry Sausse sulla realizzazione di Ghostland [la durata è di 1 ora e 13 minuti!].

Luca Ruocco

LA CASA DELLE BAMBOLE

Voto film:

Voto Blu-Ray:

Regia: Pascal Laugier

Con: Crystal Reed, Emilia Jones, Anastasia Philips, Taylor Hickson, Mylène Farmer, Rob Archer, Kevin Power

Formato: 2.35:1

Audio: Italiano 5.1 DTS-HD Master Audio, Inglese 5.1 DTS-HD Master Audio

Extra: Making of; Intervista a Emilia Jones; Intervista a Crystal Reed; Intervista a Pascal Laugier; Trailer

Distribuzione: Koch Media, Midgnight Factory [www.midnightfactory.it]