UN NEMICO CHE TI VUOLE BENE di Denis Rabaglia

A un progetto come quello di Un nemico che ti vuole bene, terza fatica dietro la macchina da presa di Denis Rabaglia, è legata una prima grande curiosità, ossia quella di vedere Diego Abatantuono alle prese con qualcosa che non fosse una commedia, qualcosa sulla carta lontano dalle sue abituali frequentazioni. Da parte sua, l’attore milanese ha avuto modo, nell’arco di una lunga e fortunata carriera, di misurarsi anche con altri generi e di concedersi parentesi più o meno riuscite.

La pellicola in questione, nelle sale a partire dal 4 ottobre con Medusa Film dopo l’anteprima all’ultima edizione del Festival di Locarno, in tal senso rappresenta una duplice scommessa, tanto per l’interpreta quanto per il cineasta italo-svizzero che ha deciso di puntare su di lui per il ruolo di Enzo Stefanelli, un professore di astrofisica che in una notte di pioggia si trova a soccorrere un giovane ferito da un colpo di pistola. Così gli deve ora riconoscenza e decide di dimostrargliela in un modo particolare. Visto che è un killer di professione, è pronto a uccidere gratuitamente quello che Enzo considera il suo peggior nemico. Il professore inizialmente si ritrae: non pensa di avere nemici. Il killer lo spingerà a guardarsi intorno e progressivamente le idee di Enzo cambieranno.

Come avremo modo di vedere, Abatantuono ne esce inerme a differenza di quanto si poteva pensare e di molti colleghi di set, perché si cuce letteralmente addosso il personaggio di Stefanelli facendolo suo. Dopo essersene impossessato lo usa a proprio piacimento e con lui affronta gli sviluppi di una storia che, partendo da una base psudo-noir, cambia ben presto pelle per diventare una dramady che riesce con qualche battuta ben assestata qua e là a regalare l’intrattenimento che la linea gialla non riesce invece a garantire. Questa strada facendo rivela le sue debolezze strutturali e le fragilità di un meccanismo thrilling che parte con il passo giusto ma non mantiene le buone premesse. Gli sviluppi, infatti, appaiono deboli e via via che i nodi iniziano a venire al pettine sempre più prevedibili. Si assiste così a una graduale perdita di sostanza mistery, con gli autori dello script prima e il regista poi che sembrano fare una grandissima fatica a tenere insieme il tutto. Un vero peccato perché la materia prima di qualità c’era ed era il racconto firmato dalla penna pregiata di Krzysztof Zanussi.

Francesco Del Grosso

UN NEMICO CHE TI VUOLE BENE

Regia: Denis Rabaglia

Con: Diego Abatantuono, Antonio Folletto, Mirko Trovato, Sandra Milo, Roberto Ciufoli, Ugo Conti, Annabella Calabrese, Gisella Donadoni, Massimo Ghini, Antonio Catania

Uscita sala in Italia: giovedì 4 ottobre 2018

Sceneggiatura: Denis Rabaglia, Heidrun Schleef, Luca De Benedittis, Diego Abatantuono,

David McWater

Produzione: Falkor Production, Turnus Film, Viva Production, RSI Televisione Svizzera, TeleClub, Armeni Ges Productions – La Petite Enterprise; in collaborazione con Medusa Film, Sky Cinema

Distribuzione: Medusa Film

Anno: 2018

Durata: 97’