IT di Andy Muschietti

it-bdIl Pennywise di Mischietti ha fatto il suo esordio in sala con la soddisfazione di essere stato il film horror con maggiori incassi di sempre. Lasciando da parte queste fredde considerazioni, quello che ci sembra ben più interessante è analizzare come il clown assassino giunto per la prima volta su grande schermo, sia riuscito a ritagliarsi un posto personale al fianco di quello originale, il kinghiano purosangue del romanzo, e quello del film tv in due puntate interpretato da Tim Curry.

Affidato all’interpretazione di Bill Skarsgård, quello voluto da Muschietti è allo stesso tempo una creatura, uno spettro e un incubo. Qualcosa che riesce ad essere sempre terrorizzante: un mostro che rinuncia del tutto alla giocosità del personaggio di Curry, puntando davvero molto cura dei particolari estetici di trucco e look. Il nuovo It è [anche] lo studiatissimo risultato di un accumulo maniacale di particolari: i dentoni da coniglio, un trucco e un costume davvero dark… Ma c’è un momento in cui il personaggio diventa il film stesso: proprio durante la sua prima apparizione all’interno della fessura di scolo per l’acqua piovana quando, durante il suo dialogo con George, l’occhio sinistro del clown danzante inizia a pendere da un lato, come attirato da un’innaturale forza di gravità. Uno strabismo macabro che sta lì a dimostrare che la forma umanoide dell’entità è qualcosa di instabile pronta a collassare da un momento all’altro.

Quella distribuita da qualche giorno in home video è il racconto della giovinezza del club Perdenti, i giovani protagonisti del romanzo di King, e del loro primo scontro con la malvagia creatura. Il tutto spostato temporalmente nei tardi anni 80,

Muschietti, regista dell’horror La madre [2013], aveva già dimostrato di voler cavalcare l’onda della ghost story del terrore alla Wan, e con It riesce a portare sul grande schermo un adattamento che semplificando esponenzialmente la storia d’origine riesce a dimostrare di essere un horror riuscito e studiato a tavolino per scalere le vette del botteghino.

Nell’edizione Blu-Ray distribuita da Warner Bros, tra gli extra, undici scene eliminate del film, oltre a tre speciali su Pennywise, sui giovani protagonisti e sulle origini del romanzo di Stephen King.

Luca Ruocco

IT

Voto film:

Voto Blu-Ray:

Regia: Andy Muschietti

Con: Bill Skarsgård, Finn Wolfhard, Jaeden Lieberher, Nicholas Hamilton, Owen Teague, Sophia Lillis, Megan Charpentier, Steven Williams, Wyatt Oleff, Jeremy Ray Taylor, Jack Grazer

Formato: 1080p High Definition 16×9 2.41:1

Audio: DTS-HD Master Audio Italiano  5.1, Inglese 5.1; Dolby Atmos-TrueHD Inglese

Distribuzione: Warner Bros [www.warnerbros.it]

Extra: Penniwise Live!; The Loser’s Club; Author of Fear; Scene Eliminate


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/comments/?ids=http://www.ingenerecinema.com/2018/02/26/it-andy-muschietti-2/): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /web/htdocs/www.ingenerecinema.com/home/wp-content/plugins/facebook-like-and-comment/comments.php on line 17

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ingenerecinema.com/home/wp-content/plugins/facebook-like-and-comment/comments.php on line 19