JUSTICE LEAGUE di Zack Snyder

justice leagueBene, bene ma non benissimo“. Il tormentone della scorsa estate del rapper Shade, si presta magnificamente per descrivere l’atteso Justice League di Zack Snyder. Dopo il successo – misterioso per chi scrive – di Wonder Woman, la DC completa il passaggio a una linea editoriale più leggera e solare, grazie anche al contributo di Joss Whedon, responsabile degli Avengers di casa Marvel. Ed è proprio questo cambiamento, tanto voluto da pubblico e critica, a far vedere il bicchiere mezzo pieno. Ma siamo davvero sicuri che il destino dei super-amici sia quello di diventare la copia posticcia degli eroi creati da Stan Lee?

Di fronte alla nuova minaccia in agguato, il miliardario Bruce Wayne rivaluta la scelta di lottare in solitaria e decide di fare squadra con un composito gruppo di supereroi, provenienti dai diversi angoli del pianeta. Entrato in possesso dei filmati che ritraggono alcuni metaumani mentre fanno uso di abilità sovrannaturali, il severo Batman, irruvidito dall’età che avanza ma ispirato dal recente sacrificio di Superman, si allea con la principessa delle amazzoni Wonder Woman nella perigliosa ricerca per scovarli e reclutarli tutti. Grazie ai costosi mezzi a disposizione, riesce a intrufolarsi nel covo segreto del giovane Barry Allen, il talentuoso perito forense di Central City, capace di muoversi a una velocità superiore a quella della luce.

Ma se convincere l’amichevole Flash a unirsi alla causa non si rivela così complicato, reclutare il ritroso sovrano di Atlantide non è impresa da poco, nemmeno per il vigilante mascherato. Nel reagire alle pretese di Wayne, lo straniero di nome Arthur Curry, conosciuto come Aquaman, sfodera un temperamento impulsivo e autoritario degno del suo rango, e simile a quello di un’altra new entry, Victor Stone, l’ex atleta rivestito di componenti meccaniche che si è guadagnato per questo il soprannome di Cyborg.

Abbandonate le atmosfere dark e le struggenti questioni filosofiche di Dawn of Justice, i supereroi DC si ritrovano ad affrontare un’avventura dai toni fantasy che prosegue nel solco tracciato dalla pellicola stand-alone di Wonder Woman, diretta da Patty Jenkins.

Si ride, si fa a botte e si salva la terra: tutto rassicurante e luminoso. Si potrebbe dire, perfino, colorato. Anche Batman è solare, non come Flash o Aquaman – ai quali viene affidata la linea comedy del film – ma senza dubbio appare più conciliante e molto meno controverso e oscuro. D’altronde, Marvel docet. Non piace a nessuno vedere i dissidi interiori di un miliardario travestito da pipistrello che ogni notte prende a pugni i criminali in un vicolo buio di Gotham. Molto meglio il fare scanzonato di un altro riccone con l’hobby del giustiziere, quel Tony Stark, tanto simpatico, idolo dei bambini e desiderato delle donne. Basta con il Bruce Wayne musone e pensieroso, è ora di svestire i panni del Cavaliere Oscuro e indossare quello del compagnone a capo di una armata di uomini straordinari senza problemi personali. Inoltre, questo modo di fare più aperto verso gli altri, piace pure a Diana Prince, che oltre ad essere bellissima altre misura, mena le mani come un lottatore di MMA.

È così che deve essere un cinecomics di tutto rispetto e che piace alla gente che va al cinema. Non serve scomodare la psicanalisi freudiana o le tragedie greche. È bastato trasformare la DC nella Marvel – come se la Pepsi, per vendere di più, imbottigliasse Coca-Cola – commissariando Snyder [colpito da un grave lutto famigliare durante la lavorazione del film] con Whedon.

Tutto bene, dunque. Ma certo, bene, ma non benissimo.

Allora: musica!



Paolo Gaudio

JUSTICE LEAGUE

Regia: Zack Snyder

Con: Ben Affleck, Henry Cavill, Gal Gadot, Amber Heard, Amy Adams, Jason Momoa, Ezra Miller, Ray Fisher, Connie Nielsen, Diane Lane, Kiersey Clemons, Billy Crudup, J.K. Simmons, Ciarán Hinds, Jeremy Irons, Jesse Eisenberg

Uscita sala in Italia: giovedì 16 novembre 2017

Sceneggiatura: Chris Terrio, Joss Whedon

Produzione: Circle 4 Entertainment, DC Comics, DC Entertainment

Distribuzione: Warner Bros. Picture

Anno: 2017

Durata: 121’

Segui [LR] su Facebook:
Post Facebook Più Recenti

NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS: Le commedia in sala nelle feste InGenere Cinema

Su #InGenereCinema tornano gli incubi prima di Natale, con i #cinepanettoni e le commedie italiane in sala per le feste 2017. Speciale in due..

2 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

Le uscite a fumetti della settimana de La Gazzetta dello Sport! InGenere Cinema

Le uscite a fumetti della settimana de La Gazzetta dello Sport! Su #InGenereCinema.

0 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

SONO PURI I LORO SOGNI di Matteo Bussola - InGenere Cinema InGenere Cinema

[libri]: #SonoPuriILoroSogni di Matteo Bussola, su #InGenereCinema [recensione di Gilda Signoretti]

0 mi piace, 0 commenti2 giorni fa

FREE FIRE di Ben Wheatley, su InGenere Cinema InGenere Cinema

#FreeFire di Ben Wheatley, su #InGenereCinema [recensione di Egidio Matinata]

0 mi piace, 0 commenti5 giorni fa

Immagine di copertina di InGenere Cinema

2 mi piace, 0 commenti6 giorni fa