THE DEVIL’S CANDY di Sean Byrne

Il regista australiano Sean Byrne, sei anni dopo The Loved Ones [2009], torna sugli schermi con l’horror The Devil’s Candy, che giunge qui da noi in sala due anni dopo la sua realizzazione, grazie a Midnight Factory. Per questa affascinante commistione di generi orrorifici, Byrne punta tutto sulla tensione psicologica piuttosto che sull’effetto splatter, che se da un lato semplifica la vita al film fantastico, dall’altro alla lunga stanca.

E così, in questo Devil’s Candy si racconta di una famigliola alquanto stramba, composta da padre e figlia appassionati metallari – anche se il padre, pittore frustrato, farebbe meglio a dare il buon esempio – e da una madre con una strana tinta di capelli che nasconde legandoli durante il suo lavoro in ufficio.

Dopo essersi trasferiti nella nuova abitazione che, manco a dirlo, è infestata da un’anima reduce dal massacro dei precedenti proprietari, il padre – seppur mosso da buone intenzioni – comincia a udire voci e dipingere quadri sempre più terrificanti: a questo si aggiunge la visita di un ragazzo mentalmente instabile che abitò in quella casa anni prima, che anziché allontanarsi peggiora le cose.

Come dicevamo, il regista punta molto su un mix di tensione e sensazioni di disagio, lasciando quasi in secondo piano le presenze demoniache che sembrano aleggiare intorno alla vicenda – soprattutto attraverso la massiccia dose di iconografia del Genere rappresentata durante lo sviluppo della trama – ma che pare rimangano comunque veicolate all’azione umana più che a effettivi fenomeni paranormali.

L’uso massiccio della musica metal – con Metallica e Slayer in primo piano – riporta molto a contesti anni Ottanta, alla Morte a 33 giri per intenderci, ma Byrne ha il dono della sintesi e della tecnica, per cui in nemmeno un’ora e venti di film assistiamo a un thriller con venature alla Amityville Possession di notevole fattura, che ha dalla sua pregevoli doti di fotografia e montaggio.

Consigliato agli amanti del Genere, purché non si aspettino secchiate di sangue – che non ci sono – e che siano disposti a rimanere coinvolti in un turbine crescente di sensazioni inquietanti con un finale meno sorprendente di quello che ci si aspetti.

Luca Servini

THE DEVIL’S CANDY

Regia: Sean Byrne

Con: Shiri Appleby,  Deborah Abbott, Kiara Glasco

Uscita in sala in Italia: giovedì 7 settembre 2017

Sceneggiatura: Sean Byrne

Produzione: Keith Calder, Jessica Calder

Distribuzione: Koch Media, Midnight Factory

Durata: 90’

Anno: 2015

Segui [LR] su Facebook:
Post Facebook Più Recenti

6 giorni sulla Terra - Intervista a Varo Venturi [parte 3]

Le interviste di #InGenereCinema: Terza parte dell’intervista a Varo Clementini-Venturi in occasione dell’uscita in home video del suo film 6..

0 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

6 giorni sulla Terra - Intervista a Varo Venturi [parte 2]

Le interviste di #InGenereCinema: Seconda parte dell’intervista a Varo Clementini-Venturi in occasione dell’uscita in home video del suo film..

0 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

MARY E IL FIORE DELLA STREGA di Hiromasa Yonebayashi InGenere Cinema

Su #InGenereCinema la recensione di Paolo Gaudio di #MaryEIlFioreDellaStrega!

0 mi piace, 0 commenti1 giorno fa

6 giorni sulla Terra - Intervista a Varo Venturi

Le interviste di #InGenereCinema: Intervista a Varo Clementini-Venturi in occasione dell’uscita in home video del suo film 6 Giorni sulla Terra…

0 mi piace, 0 commenti4 giorni fa

Oltre il guado - Intervista a Lorenzo Bianchini

Le interviste di #InGenereCinema: Intervista a Lorenzo Bianchini in occasione della retrospettiva a lui dedicata al Fantafestival. [a cura di..

1 mi piace, 0 commenti6 giorni fa