Scoprendo EXPLORER ENTERTAINMENT: Intervista a Giorgio Bruno

giorgiobruno3

Luglio sarà un mese all’insegna dell’indie horror italico nelle nostre sale cinematografiche. A distanza di pochi giorni, infatti, la giovane Explorer Entertainment porterà al cinema il thriller home invasion Surrounded, e l’horror antologico Paranormal Stories.

Abbiamo incontrato Giorgio Bruno, regista-produttore-distributore, a capo della Explorer.

[Luca Ruocco]: I lettori di InGenere Cinema ti hanno conosciuto come regista del thriller “Nero infinito”, film che abbiamo anche avuto il piacere di ospitare al 33° Fantafestival. Cosa puoi dirci, a posteriori, di questa tua esperienza da regista?

[Giorgio Bruno]:Ci sono voluti 3 anni della mia vita, tante pause per cercare i soldi e tanta ma tanta pazienza per portare a casa il mio primo lungometraggio, in cui volevo rendere omaggio [come si dice in questi casi] al cinema che ho amato sin da bambino. Sono molto poco contento del risultato finale, ho cominciato il film a 24 anni con un certo tipo di consapevolezza e l’ho finito a 27 con un’altra completamente differente, quindi è facile capire come tutto ciò abbia giovato poco al racconto finale del film. Comunque è stata un’esperienza che mi ha fatto capire [anche per quanto riguarda il lato della produzione] cosa non bisogna assolutamente fare quando si realizza un film e su cosa, invece, ci si dovrebbe maggiormente concentrare.

giorgiobruno1[LR]: Da allora hai continuato ad impegnarti a tempo pieno all’interno del mondo del cinema. Oggi sei, infatti, a capo di una giovane società di produzione: la Explorer Entertainment. Ce ne vuoi parlare?

[GB]: L’esperienza maturata nel far vedere la luce al mio piccolo Nero Infinito [di cui ho seguito ogni singolo passaggio produttivo] mi ha motivato ad intraprendere la strada della produzione fondando assieme ad altri 2 soci, Rocco Bambaci e Angelo D’agata, Explorer Entertainment [dal bellissimo film di Joe Dante, fonte personale d’ispirazione fin da piccolo] e da lì in un anno [il 2013] abbiamo prodotto The Perfect Husband di Lucas Pavetto; e Watch Them Fall con Marco Bocci per la regia di Kristph Tassin. Da produttore esecutivo ho curato 6 cortometraggi della collana Italian Thriller Style tutti di Genere horror e fantastico. Di uno sono stato anche regista, Il Telefono. Con Explorer siamo in produzione con The Alcholist di Lucas Pavetto che iniziamo ad ottobre, negli Stati Uniti, e della commedia nera Il Ministro di Giorgio Amato.

[LR]: Il film collettivo “Paranormal Stories”, l’home invasion “Surrounded”, l’atteso “The perfect husband” di Pavetto… Sembra che anche come distributore, per Explorer Entertainment, ti sia schierato dalla parte del cinema di Genere…

[GB]: Assolutamente si. Il cinema di Genere oggi [ma in realtà da sempre] è quello che in assoluto si vende meglio, soprattutto nei circuiti internazionali dove l’horror, il thriller e la fantascienza sono richiestissimi. E poi sono dei Generi che conosco molto bene, sono quelli con cui sono cresciuto! In Italia abbiamo avuto una grande produzione di pellicole di Genere e, nel mio piccolo, mi piace l’idea di poter continuare questa tradizione e diventare un punto di riferimento sia per i fan, sia per tutti i registi e produttori che con grande coraggio si affacciano alla realizzazione di questo tipo pellicole.

[LR]: Mentre lavoriamo a questa intervista hai già distribuito in sala alcuni titoli. Qual è stata la risposta del pubblico? E quella della critica?

[GB]: La critica molto spesso non sta dalla parte degli indipendenti, ma devo dire che Assolo, una bellissima opera prima di Massimo Piccolo, ha riscosso un’attenzione mediatica molto positiva ed una buona un’accoglienza al botteghino. Durante il 2013 abbiamo distribuito Roma Criminale di Gianluca Petrazzi, un film in cui riponevo molta fiducia ma che in sala non ha raggiunto i risultati sperati… Sono, però, convinto che diventerà un piccolo cult negli anni. Altra storia per Nero Infinito che seppur massacrato dalla critica, in sala si è difeso davvero più che bene raggiungendo una buona media copia, a dimostrazione che il pubblico continua e continuerà a seguire l’horror e il thriller.

[LR]: Quali sono le scelte artistiche e distributive che ti portano a scegliere i titoli da inserire nel vostro catalogo? E qual è la sfida più grande che una giovane distribuzione deve affrontare?

[GB]: Ci sono due scelte da fare, quando si distribuisce un film, almeno per noi. La prima è un service, cioè un sevizio appunto che offriamo ai produttori che non hanno possibilità di fruizione all’interno dei circuiti sala. La seconda scelta è quella classica, e si ha quando crediamo tanto in un film da investire in prima persona. Stiamo anche progettando di realizzare un’etichetta che raccolga tutti i fan del Genere. Un brand insomma.

[LR]: Parliamo di “Paranormal Stories”: il film è stato prodotto da Gabriele Albanesi, che firma anche un episodio cornice contenuto al suo interno… Raccontaci qualcosa del film e, ovviamente, dei canali distributivi in cui verrà immesso.

[GB]: Con Gabriele ci siamo trovati subito in perfetta sintonia. E’ un vero cinefilo ed è meraviglioso parlare la stessa lingua quando si lavora. Di Paranormal Stories non voglio dire molto, solo che è un film che riserverà un bel po’ di sorprese sia ai fan delle ghost story che agli altri. Abbiamo lanciato inoltre un Fan Contest a premi. Partecipate numerosi. Paranormal uscirà il 10 a Roma, Cinema Adriano e a rotazione Piemonte, Lombardia e Friuli Venezia Giulia. A seguire Napoli, la Campania in generale e Catania. Il film è stato già immesso nella rete di vendita internazionale e ci sono già parecchi interessi. Vi terremo aggiornati.

giorgiobruno2[LR]: Il capitolo “progetti futuri”, in questo caso, si divide in due parti. E allora:Hai in mente di tornare alla regia di un lungo? Se sì, sai già su cosa e quando?

[GB]: Assolutamente si. Sto lavorando alla mia opera seconda da più di un anno e non sarà un horror! Si tratta di un dramma di guerra tratto da una storia vera che mi fu raccontata da bambino. Una storia molto intima e personale nella quale credo ciecamente. Girerò i primi mesi del 2015. Il titolo non lo rivelo per scaramanzia!

[LR]: Puoi anticiparci qualcosa sui prossimi titoli in distribuzione per Explorer Entertainment?

[GB]: Explorer avrà il suo picco già a settembre dove inauguriamo la nostra personale linea Home Video ricca di titoli ogni mese. Si inizia con Sexy Shop una divertente commedia e si prosegue con una doppia edizione DVD e Blu-Ray ricchissima di contenuti speciali di Paranormal Stories e a ottobre l’opera prima di Massimo Piccolo, Assolo, che uscirà in un’edizione imprendibile per tutti gli appassionati di cinema, ricca di extra e molto di più. In sala porteremo il tanto atteso The Perfect Husband [proprio mentre stiamo lavorando a The Alcolisth]; The Wait – L’attesa di Tiziana Bosco, un mafia movie con le bellissime colonne sonore di Angelo Badalamenti e chiudiamo il cerchio con Watch Them Fall. Ma questo è solo l’inizio!

Luca Ruocco

[Roma, Giugno 2014]