THE STORY OF A MOTHER di Alessandro De Vivo e Ivano Di Natale

the-story-of-a-mother1Ci sono spesso dei rischi da correre quando si decide di metter mano a scritti di una certa notorietà e datati. Si sa, fa parte del gioco. Ed è evidente come il ricorso alla fiaba di Hans Christian Andersen, Historien am en Moder, edita nel 1847, da parte di Alessandro De Vivo e Ivano Di Natale, registi di The story of a mother [2010], sia un ineccepibile tesoro la cui potenza non va certo sottovalutata. I due registi campani, che nel 2008, con Marco Villani, girarono il cortometraggio Il momento giusto, hanno infatti espresso con massimo rigore e impegno le proprie competenze in modo intelligente, unendo arguzia e vera propensione al cinema, senza ricorrere né al nome importante che possa attirare più pubblico, né appoggiandosi ai soliti accorgimenti digitali, che spesso sono usati per compensare una sceneggiatura ridicola o discontinua.

The story of a mother è un corto nel quale davvero non si trovano difetti, pur essendo un lavoro indipendente, quindi scevro da grossi finanziamenti.

the-story-of-a-mother2Una fredda notte d’inverno, la Morte [Renato De Rienzo], prese in prestito le sembianze di un vecchio, bussa alla porta di una Madre [Angela De Matteo], che viva sola in casa con suo figlio neonato. Il tempo di girarsi per dare ristoro al vecchio, per ritemprarlo dal freddo, ed ecco che egli scompare insieme col bambino. In preda al dolore e decisa a riprendersi suo figlio, la Madre, scoperta l’identità della Morte, si avventura nel bosco, e qui si rapporterà con il Rovo, con il Lago, con la Guardiana della Foresta della serra, e ciascuno di essi le chiede qualcosa in cambio, dopo averle dato suggerimenti su dove poter incontrare la Morte. Infine, la Madre giunge all’incontro con la Morte. Il lieto fine pare essere giunto, ma così non è. In previsione di un futuro grigio per suo figlio, non è forse preferibile per una madre sapere che suo figlio stia in pace in Paradiso?

The story of a mother è un film suggestivo e commovente, e vederlo rincuora gli spettatori  più riottosi, quelli che guardano con apatia e preconcetti le nuove produzioni indipendenti. Il corto è stato girato a Napoli e nei dintorni in circa due settimane, per una spesa che si aggira intorno ai 20 mila euro.

the-story-of-a-mother3The story of a mother è un fantasy horror, come lo definiscono i due registi, irrorato di fosche ambientazioni e da un abile uso della grafica digitale, che apre a scenari magici, e per niente superflua. Ottima la resa degli attori e splendida la fotografia curata da Andrea Paola.

The story of a mother ha vinto il premio come miglior cortometraggio nell’ultima edizione del FantaFestival.

Gilda Signoretti

Regia: Alessandro De Vivo e Ivano Di Natale

Cast: Angela De Matteo, Renato De Rienzo, Nunzia Schiano, Nino Colella, Valeria Fralliciardi. 

Sceneggiatura: Alessandro De Vivo e Ivano Di Natale

Produzione: Fablemakers

Distribuzione: /

Anno: 2010

Durata: 17’11’’

The story of a mother:


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/comments/?ids=http://www.ingenerecinema.com/2012/07/24/the-story-of-a-mother-di-alessandro-de-vivo-e-ivano-di-natale-2/): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /web/htdocs/www.ingenerecinema.com/home/wp-content/plugins/facebook-like-and-comment/comments.php on line 17

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ingenerecinema.com/home/wp-content/plugins/facebook-like-and-comment/comments.php on line 19